Depositphotos (valphoto)
Le aziende che ricevono indennità per lavoro ridotto a causa del coronavirus non devono versare dividendi.
SVIZZERA
05.05.20 - 22:540

Niente dividendi se le imprese ricevono indennità per lavoro ridotto

La Commissione della sicurezza sociale e della sanità ha deciso di obbligare il governo ad agire

BERNA - Le aziende che ricevono indennità per lavoro ridotto (IRL) a causa del coronavirus non devono versare dividendi. Lo chiede il Consiglio nazionale con una mozione adottata oggi con 93 voti contro 88 e 11 astensioni.

Poiché raccomandazioni in tal senso indirizzate al Consiglio federale non hanno sortito alcun effetto, la Commissione della sicurezza sociale e della sanità ha deciso di obbligare il governo ad agire, ha spiegato la sua relatrice Céline Amaudruz (UDC/GE).

La lettera - sostenuta anche dall'omologa commissione degli Stati - raccomandava d'introdurre un divieto di pagamento dei dividendi nell'anno in corso e in quello successivo. La mozione chiede una normativa che vieti il pagamento dei dividendi per il 2020 e il 2021 alle imprese a partire da una certa dimensione che percepiscono indennità per lavoro ridotto a causa della crisi COVID-19. Un disciplinamento analogo dovrebbe essere applicato alle imprese che hanno già stabilito o pagato dividendi nell'anno in corso, precisa il testo.

Il Consiglio federale può emanare ordinanze urgenti per far fronte a gravi turbamenti, esistenti o imminenti, che riguardano in particolare l'ordine pubblico. Le richieste presenti nella mozione non rientrano in queste categorie, ha replicato il consigliere federale Guy Parmelin.

L'ILR - ha proseguito il ministro dell'economia - rappresenta uno strumento di aiuto ai lavoratori, il cui obiettivo primario è quello di proteggere gli impieghi oggi direttamente minacciati. Si tratta quindi di una prestazione assicurativa finanziata dai contributi dei dipendenti e dei datori di lavoro e non di una sovvenzione il cui versamento può essere subordinato al pagamento di dividendi.

La mozione potrebbe anche essere controproducente: le strutture aziendali le cui entrate sono strettamente legate alla distribuzione di dividendi potrebbero subire gravi conseguenze ed essere costrette a licenziare. Oltre all'impegno amministrativo che implica, la cancellazione dei dividendi già versati si rivelerebbe inoltre problematica anche dal punto di vista giuridico e cronologico, ha spiegato, invano, il consigliere federale Parmelin.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
57 sec
Coronavirus: in Svizzera 17'440 casi, 259 ricoveri e 37 decessi nel weekend
Nelle ultime 72 ore sono stati effettuati 82'026 tamponi: il tasso di positività è del 21,3%
SVIZZERA
1 min
La seconda ondata probabilmente non porterà con sé una crisi del lavoro
Secondo Adecco, potrebbe addirittura portare delle nuove opportunità: «Dimostra che l'home office funziona»
SVIZZERA
37 min
C'è sete d'informazione, ma gli introiti dei media sono in calo
Con la pandemia crescono i fruitori, che sono però raramente disposti a pagare per i contenuti
SVIZZERA
1 ora
Orologeria di lusso, alla fine la gente preferisce il negozio
Lo sostiene uno studio di Deloitte: «Un'esperienza che resta essenziale e che resterà anche in futuro»
SVIZZERA
2 ore
Secondo lockdown, questa è la settimana della verità
Gli ospedali si stanno rapidamente riempiendo di pazienti Covid e gli epidemiologici ritengono inevitabile un blocco.
CITTÀ DEL VATICANO
6 ore
Vent'anni al servizio del Papa tra disciplina, turni e rinunce
Vent'anni a proteggere il Santo Padre nel periodo più tragico della Chiesa. Ritratto di una professione fuori dal comune
SVIZZERA
13 ore
«Ci prepariamo a dover trasferire i pazienti»
Da domani l'Hôpital du Valais alza l'allerta al livello più alto, che implica il bisogno di aiuto esterno
FRIBURGO
13 ore
Si schianta sulla chiesa con il parapendio
La Rega ha trasportato il 27enne, vittima dell'incidente, in ospedale
SVIZZERA
14 ore
Terremoto di magnitudo 4,4 in Svizzera
L'epicentro è stato localizzato nel Canton Glarona
ARGOVIA
15 ore
L'assembramento per l'anniversario del centro commerciale fa discutere
In rete circolano le immagini di un evento tenuto sabato allo Shoppi Tivoli di Spreitenbach: «Irresponsabili».
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile