Immobili
Veicoli
Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA / CANTONE
04.05.20 - 15:270

Carobbio ringrazia per la "finestra di crisi" ticinese (finita ieri)

La consigliera agli Stati ticinese spinge per ulteriori aiuti rivolti alle economie domestiche più fragili.

E loda le autorità che «non si sono lasciate condizionare da alcuni ambienti che spingevano per un allentamento più rapido»

BERNA - Un gesto di solidarietà nei confronti del Ticino da parte di uno Stato federale. Così ha definito oggi la consigliera agli Stati Marina Carobbio - durante la sessione straordinaria del parlamento - la decisione del Consiglio federale di concedere una finestra di crisi più ampia per far fronte all'epidemia.

Per la ticinese è importante (quando il governo decide facendo capo al diritto d'urgenza) lasciare la possibilità ai cantoni di adottare provvedimenti più restrittivi in materia di politica sanitaria se la situazione lo richiede.

Carobbio ha mostrato comprensione per le misure talvolta difficili e delicate che l'esecutivo ha preso per far fronte alla crisi, lodandolo anche per non essersi lasciato condizionare da alcuni ambienti che spingevano per un allentamento più rapido dei provvedimenti restrittivi. Perché «la protezione della salute dev'essere prioritaria».

Giudicando positivamente le decisioni del governo per proteggere i salari e i posti di lavoro - estendendo per esempio il lavoro ridotto a categorie poco protette come le agenzie interinali -, Carobbio auspica che parlamento e Consiglio federale vogliano agire anche a livello di affitti e strutture per l'accoglienza dei bambini, come anche a protezione del potere d'acquisto delle famiglie alle prese con costi sanitari in crescita.

Per Marina Carobbio è urgente lanciare un programma contro la povertà che minaccia le economie domestiche più fragili, per dare maggiore concretezza a una parola tanto utilizzata in questo frangente, ossia "solidarietà".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
NIDVALDO
45 min
In contromano per 12 chilometri sulla A2, seguendo il navigatore
La polizia ha fermato la conducente di un veicolo con targa italiana
SVIZZERA
1 ora
«Il periodo del certificato Covid sembra arrivare alla fine»
Le decisioni prese mercoledì potrebbero essere modificate, in caso di un'evoluzione positiva della situazione pandemica
SVIZZERA
1 ora
Le vittime di aggressioni sessuali criticano l'operato della polizia
Chiunque segnali una violenza di questa natura deve essere interrogata
SVIZZERA
10 ore
Omicron ha ribaltato la graduatoria fra i cantoni
Appenzello virtuoso, Ginevra un flop. I cantoni della Svizzera orientale ora sono i meno toccati dal coronavirus.
SVIZZERA
11 ore
«Relazioni stabili con l'Ue, ma nessun accordo quadro 2.0»
L'intervento del presidente Ignazio Cassis al raduno dell'UDC zurighese all'Albisgüetli.
BERNA
17 ore
Un "virus" che dalla Svizzera si è diffuso in Cina
Fino al 1. maggio al Museo Alpino Svizzero di Berna saranno esposte fotografie in netto contrasto fra loro.
GRIGIONI
18 ore
Il WEF avrà luogo a fine maggio
Gli organizzatori hanno confermato che l'evento, procrastinato a causa di Omicron, si terrà nella località grigionese.
SVIZZERA
19 ore
Campagna vaccinale: nuove raccomandazioni
Le autorità sanitarie hanno aggiornato le raccomandazioni nell'ambito della campagna vaccinale.
SVIZZERA
19 ore
Omicron non cede: i nuovi casi sono 37'992
Sono 138 le persone ospedalizzate nelle ultime 24 ore. Il bollettino dell'Ufsp.
SAN GALLO
20 ore
Rubano un'auto, provocano un incidente e fuggono
Due dei tre presunti protagonisti dello scontro di Oberuzwil sono già stati arrestati dalla polizia.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile