Keystone
BERNA
28.03.20 - 09:270
Aggiornamento : 11:47

Berset: «Stiamo correndo una maratona, non i 100 metri»

«Gli esperti sostengono che il virus rimarrà. Dobbiamo ascoltarli. Occorre sviluppare un vaccino».

«Ciò che conta non sono i provvedimenti imposti dall'alto, ma il comportamento delle persone».

BERNA - «È sbagliato credere che questa ondata epidemica ci colpirà, passerà e scomparirà». A sostenerlo, parlando del coronavirus, è il ministro della sanità Alain Berset. «Stiamo correndo una maratona, non i 100 metri», ha aggiunto in un'intervista al quotidiano La Liberté.

«Gli esperti sostengono che il virus rimarrà. Dobbiamo ascoltarli. Occorre sviluppare un vaccino», ha aggiunto, sottolineando che ciò richiederà tempo.

Nell'attesa del vaccino, ha proseguito Berset, sapremo comunque come affrontare questo virus, come proteggerci. Intanto le misure semplici già applicate, come il lavaggio delle mani o il distanziamento sociale, sono efficaci.

Ieri, l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha annunciato circa 1400 nuovi casi positivi, portando il totale a oltre 12'000 dall'inizio dell'epidemia. Secondo la classifica della American Johns-Hopkins University, la Svizzera è al nono rango tra i Paesi più colpiti al mondo. Circa 200 persone sono morte nella Confederazione.

Se la situazione dovesse peggiorare, sarebbe possibile confinare a casa la popolazione, come in Francia o in Italia, sostiene Berset. «È una misura molto dura», ma «la Svizzera non l'ha mai esclusa». In ogni caso, per il consigliere federale è importante che la popolazione aderisca alle misure adottate e le segua nel tempo: «ciò che conta non sono i provvedimenti imposti dall'alto, ma il comportamento delle persone».

La decisione del Consiglio federale di non introdurre il confinamento è stata intanto criticata da Loïc Hervé, un senatore dell'Alta Savoia dell'Unione dei democratici e indipendenti (centro destra) che ha contattato la Segreteria di Stato francese per gli affari europei.

«Ho l'impressione che ciò che facciamo in Francia sia inutile se la Svizzera non applica le stesse misure», ha affermato sulle colonne di Le Temps ricordando come Ginevra sia praticamente «un'enclave in Francia». Ogni giorno decine di migliaia di frontalieri si recano nella città sul Lemano a lavorare. Occorre quindi una politica coerente, sostiene Hervé.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVITTO
1 ora
18enne muore dopo un bagno nel lago
Tragedia davanti al lido di Pfäffikon: il giovane non ce l'ha fatta nonostante gli immediati soccorsi
FOTO
ARGOVIA
3 ore
Bimbo di 14 mesi muore investito dalla madre
La tragedia ha avuto luogo ieri pomeriggio a Rümikon.
VAUD
3 ore
64enne morto dopo la caduta con una mountain bike elettrica
La tragedia è avvenuta ieri pomeriggio in territorio di Pully
ARGOVIA
3 ore
Confonde freno e gas: l'auto finisce contro una vetrina
Nessun ferito ma danni materiali notevoli, ieri a Dottikon
FOTO
SVIZZERA
4 ore
È stata una notte di fulmini (almeno 25mila) e grandine
Record di precipitazioni a Interlaken: in mezz'ora sono caduti 42,1 millimetri di pioggia
GRIGIONI
5 ore
Trovata senza vita la donna scomparsa a Churwalden
Il cadavere è stato localizzato venerdì mattina alle 10
FOTO
ZURIGO
5 ore
Edificio in fiamme, forse è stata colpa di un fulmine
Incendio ieri sera a Wädenswil, i danni materiali ammontano a più di 100mila franchi
CINA
5 ore
L'ingorgo al porto cinese fa sentire i suoi effetti anche in Svizzera
Aldi e Migros riscontrano ritardi nella consegna di alcuni articoli. Coop assicura invece di aver fatto i compiti.
SVIZZERA
15 ore
Il telelavoro rende obsoleto l'abbonamento per i mezzi pubblici
Per molti impiegati il rientro in ufficio sarà parziale. Varrà ancora la pena acquistare un titolo mensile o annuale?
SVIZZERA
17 ore
I giovani non si vaccinano: «È colpa dell'Ufficio federale della sanità»
Critiche piovono all'indirizzo dell'UFSP da parte di alcuni esperti: «La comunicazione versi i giovani va migliorata»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile