Keystone
SVIZZERA
14.01.20 - 11:160

Iva illegale sul canone, ok a un rimborso di 50 franchi

L'idea del Governo di restituire un forfait alle famiglie piace alla Commissione delle telecomunicazioni del Consiglio degli Stati

di Redazione
ats

BERNA - L'idea del Consiglio federale di restituire 50 franchi alle famiglie quale compensazione per l'Iva prelevata illegalmente sul canone radio-tivù dal 2010 al 2015 piace alla Commissione delle telecomunicazioni del Consiglio degli Stati. Quest'ultima reputa tale soluzione pragmatica e poco burocratica. La commissione chiede però una soluzione a livello di legge anche per le imprese.

La commissione, precisa una nota odierna dei servizi parlamentari, è entrata in materia all'unanimità sul disegno di legge del governo. Il rimborso avverrà mediante un accredito unico sul conteggio fatturato dalla società di riscossione Serafe SA.

Il rimborso forfettario permette di evitare oneri amministrativi sproporzionati e sgrava anche i contribuenti, che non dovranno più presentare una domanda individuale, si legge nel comunicato.

I primi pagamenti saranno effettuati nel 2021, secondo l'esecutivo. Nel suo messaggio, il governo ha stimato in 3,7 milioni il numero degli aventi diritto. Calcolando un tasso d'interesse del 5% e di una riserva di 3 milioni di franchi, il Consiglio federale prevede di restituire un importo massimo di 185 milioni.

La commissione si è invece mostrata divisa per quanto attiene alla restituzione delle somme versate in più dalle imprese. Il Consiglio federale non prevede infatti alcun rimborso forfettario. La ragione? La maggior parte delle società ha già potuto dedurre l'imposta precedente e non ha subito perdite economiche. Le altre potranno comunque ancora far valere singolarmente le proprie pretese nei confronti dell'Ufficio federale delle comunicazioni.

La commissione, tenuto conto dell'impossibilità di mettersi d'accordo, chiede all'amministrazione di elaborare per la prossima seduta proposte che prevedano anche per le imprese un disciplinamento a livello di legge.
 
 

TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
54 min
Qui i principali focolai del virus mutato
Variante britannica o sudafricana. Si moltiplicano le segnalazioni in Svizzera.
GRIGIONI
2 ore
«Caviale e champagne sono a pagamento, la zuppa di aragosta è gratuita»
Ecco cosa significa stare in quarantena in un albergo a cinque stelle: una testimonianza da St.Moritz
SVIZZERA
3 ore
Hotelplan: 75 agenzie restano chiuse
Il provvedimento vale sino alla fine di febbraio a causa dell'obbligo di telelavoro
VALLESE
4 ore
Un altro morto sotto una valanga
Un 29enne è morto in Vallese: con altre due persone si trovava nella regione del Col des Gentianes
BERNA
6 ore
Chi riconosce questo tatuaggio?
Una donna senza vita è stata trovata nelle acque del lago di Thun. Si sospetta l'omicidio
VALLESE
7 ore
Dieci sciatori sotto una valanga: un morto
È successo stamani nel comprensorio di Verbier. Le persone travolte si trovavano fuori pista
SVIZZERA
8 ore
La scuola reclute a distanza è partita col piede sbagliato
Molti non sono riusciti a connettersi al sistema per colpa di un problema tecnico.
BERNA
8 ore
Sugli sci in barba alle disposizioni
Code e assembramenti si sono verificati in molti comprensori sciistici questo fine settimana.
GRIGIONI
10 ore
La variante sudafricana è sbarcata a St. Moritz, test a tappeto per tutti
Individuati una dozzina di casi in due hotel. Scuole chiuse a tempo indeterminato.
SVIZZERA
10 ore
Con l'app in quarantena prima degli altri
Uno studio dell'Università di Zurigo ha confermato l'efficacia dell'app SwissCovid.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile