Keystone
Johannes Hahn
SVIZZERA
19.12.19 - 20:540
Aggiornamento : 21:57

Il commissario UE Hahn stempera i toni per l'accordo con la Svizzera

In particolare per quanto riguarda i bilaterali: «Si potrà procedere anche senza l'accordo quadro»

di Redazione
Ats

BERNA  - L'Unione europea sembra ammorbidire i toni riguardo alle relazioni con la Svizzera, in particolare per quanto concerne gli accordi bilaterali: il commissario europeo all'Allargamento, Johannes Hahn, ha affermato stasera ai microfoni della radio svizzerotedesca SRF che un aggiornamento delle intese già esistenti dovrebbe essere possibile senza che l'accordo quadro tra Berna e Bruxelles venga concretizzato.

Finora la Commissione europea ha sempre sostenuto che in futuro non vi sarebbero stati aggiornamenti degli accordi già in vigore tra Svizzera e Ue senza la conclusione dell'intesa istituzionale. Ora, interpellato dall'emittente radiofonica per il programma d'informazione "Echo der Zeit", Hahn ha ammorbidito considerevolmente i toni.

Tra i dossier che dovranno essere rinfrescati vi è ad esempio quello della nuova regolamentazione europea riguardante l'aumento della sicurezza dei pazienti, che entrerà in vigore il prossimo 25 maggio. Il Parlamento ha adattato la legislazione svizzera con una procedura rapida, ma questa modifica potrà essere effettiva solo se l'Ue accetterà di aggiornare l'accordo sul reciproco riconoscimento in materia di valutazione della conformità (MRA).

Bruxelles sta finalizzando le direttive: una volta concluso questo passo potrà discuterne con la Svizzera, ha indicato Hahn. Non si tratterebbe di negoziati, ma l'Ue mostrerebbe ai "suoi amici svizzeri" le possibilità. "Se va bene per loro, allora dovrebbe andare bene anche per noi", ha affermato Il commissario europeo.

Oggi l'MRA garantisce ai produttori elvetici di dispositivi medici un accesso equo al mercato dell'Ue. Senza un aggiornamento, l'esportazione di dispositivi medici quali bende, apparecchiature diagnostiche o impianti sarebbe possibile solo tramite un rappresentante autorizzato.

Toni più morbidi anche per quanto riguarda il programma quadro di ricerca "Horizon Europe": Hahn ha affermato che nulla è ancora stato deciso ma se il regolamento dei paesi terzi, che si applica anche alla Svizzera, rimanesse in vigore nella sua forma attuale, l'Ue potrebbe limitare l'accesso della Svizzera al suo programma di ricerca, ma non sarebbe costretta.

Il commissario ha aggiunto che dal punto di vista di Bruxelles, i partner dell'Ue potranno in futuro partecipare ai programmi di ricerca comunitari perchè l'Unione europea stessa ne trae profitto: ciò, ha sottolineato, non ha nulla a che vedere con l'accordo quadro.

Tuttavia, paesi come Svizzera, Israele e, in futuro, anche Gran Bretagna, beneficerebbero in modo sproporzionato dei fondi per la ricerca, ha detto Hahn. L'approccio nei negoziati futuri sarà quindi quello per cui un paese i cui ricercatori ricevono fondi dall'Ue deve contribuire nella stessa misura alle casse comunitarie. Finora, ha aggiunto il commissario, i ricercatori elvetici che partecipano a "Horizon 2020" hanno ricevuto più finanziamenti di quanto la Svizzera abbia pagato. La Confederazione dovrà quindi in futuro stanziare più denaro a questo scopo di quanto fatto finora.

Per quanto riguarda l'accordo quadro, Hahn si è mostrato più morbido: non c'è sollecitazione e non c'è bisogno di "sviluppare una pressione temporale" a questo proposito, ha detto. La Commissione Ue accetta che la Svizzera voglia attendere il voto sulla libera circolazione delle persone nel maggio 2020.

Toccherà alla Confederazione far sapere quando sarà pronta ad affrontare nuovamente il dossier. Tuttavia, non ci saranno nuovi negoziati: l'Ue ha già tracciato i suoi confini e le pietre miliari posizionate non possono più essere spostate. La palla è ora nel campo degli "amici svizzeri", ha aggiunto Hahn.

Ancora lo scorso giugno la Commissione Ue aveva esercitato pressioni sulla Svizzera e, a causa della "mancanza di progressi" nell'accordo quadro istituzionale, aveva lasciato che l'equivalenza borsistica scadesse il primo di luglio.

Ieri Johannes Hahn ha incontrato a Zurigo il consigliere federale Ignazio Cassis, che - stando a un comunicato del Dipartimento degli affari esteri (DFAE) - lo ha informato sullo stato dei lavori relativi all'accordo quadro. I due politici hanno inoltre convenuto di "incontrarsi al più presto per uno scambio più approfondito".

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Orso 1 anno fa su tio
secondo me vedi solo i svantaggi e non i vantaggi. davvero se io fossi l'UE andrei giu pesante con la svizzera... forse allora capirete cosa perdiamo. chiederei a queste persone di studiare il dossier, vedere cosa riceviamo e cosa diamo e poi decidere. Mica vedere solo stranieri , frontalieri e fondo di coesione. I cari amici di destra, dovrebbero dire qualche volta anche cosa stiamo ricevendo dalla UE. Ma fino ad oggi non l'ho mai sentito
Thor61 1 anno fa su tio
@Orso Forse leggi un altro "Dossier", le nazioni PAGANO prima e non ottengono nulla, solo sulla carta è tutto "Bello" ma è nei fatti che l'UE fa SCHIFO!!! Poi spiegare/ capire perchè tutti i funzionari dell'UE sono esenti da controlli, loro non rubano MAI??? Eppure la stampa spesso dice il contrario!!! Io se rubo finisco in galera, loro NO! Chiedi ai Greci quanto l'UE li ha "Aiutati"! L'ideologia è una bella cosa, purchè poi non si passi da questa al FANATISMO!!! Saluti
streciadalbüter 1 anno fa su tio
Tutte ragioni per mandare a quel paese gli accordi con l`unione ueropea.Rimaniamo soprattutto liberi e svizzeri.La liberta`é un bene impagabile e non una questione di soldi.
Thor61 1 anno fa su tio
@streciadalbüter Concordo!! È la stessa UE a dire che non sono fondamentali, quindi non si firma NULLA e tutti vissero felici e contenti!!! PS L'UE ha mentito prima o mente adesso, prima diceva che gli accordi erano INTOCCABILI e ora dicono che non sono fondamentali, a me rimane comunque un sospetto, chissà come mai si sono "Ammorbiditi", grosse supposte in arrivo??? Saluti ;o)))
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
NEUCHÂTEL
20 min
Manifestanti anti-misure in corteo a Neuchâtel
È già il secondo corteo quest'anno e c'erano circa 800 manifestanti
LUCERNA
1 ora
Il software per le tasse è un gran pasticcio, il Cantone si scusa in video
A Lucerna tanti problemi per il nuovo programma, soprattutto fra i senior: «Ci dispiace che si siano sentiti insultati»
GRIGIONI
3 ore
Terrazze chiuse? I gestori grigionesi si concedono una piccola proroga
Avrebbero dovuto smantellarle oggi, ma approfitteranno dell'ultimo weekend della stagione.
FOTO
SAN GALLO
4 ore
Una Ferrari distrutta dalle fiamme
Nessun ferito, ma danni per oltre centomila franchi. È il bilancio dell'incendio sull'A13
SVIZZERA
4 ore
Jacqueline rimanda le prove di primavera (ma in Ticino un po' meno)
Al Nord delle Alpi il vento freddo riporta il termometro attorno allo 0, a Sud invece sarà solo un attimo più frescolino
ZURIGO
4 ore
Investito dal tram: morto un 82enne
L'incidente si è verificato oggi a Zurigo alla fermata Talwiesenstrasse
SVIZZERA
5 ore
«Bar e ristoranti vanno riaperti il 22 marzo»
È quanto chiede la Commissione dell'economia e dei tributi del Consiglio nazionale
FRIBURGO / BERNA
7 ore
Con l'auto rubata contro un camion
Si è concluso così un inseguimento che ha avuto luogo nella notte sull'A12 tra Bulle e Berna
SVIZZERA / AUSTRIA
8 ore
Attentato di Vienna: i due islamisti svizzeri sarebbero stati complici della mattanza
Tre mesi prima dell'attacco avrebbero viaggiato in auto da Winterthur alla capitale austriaca e soggiornato da Kujtim F.
SVIZZERA
10 ore
La Svizzera una dittatura? Un'accusa «pericolosa»
In un'intervista, Parmelin e Keller-Sutter respingono le recenti affermazioni dell'UDC
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile