Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
08.10.19 - 11:030

Iniziativa sull'asilo: 100'000 firme entro aprile 2021

La Cancelleria federale ha approvato il testo presentato dall'UDC che intende aggiungere un nuovo articolo costituzionale 121b

BERNA - L'iniziativa popolare "Aiuto sul posto nel settore dell'asilo", che chiede un collocamento dei richiedenti asilo in aree protette nel loro Paese d'origine oppure nelle vicinanze, dovrà essere sostenuta da almeno 100'000 firme entro l'8 aprile 2021.

La Cancelleria federale ha approvato il testo nelle tre lingue, presentato lo scorso 17 settembre. Lo indica l'attuale edizione del Foglio federale.

L'iniziativa è stata presentata dal consigliere nazionale Luzi Stamm (UDC/AG). Fra i promotori ci sono altri deputati dello stesso partito: Lukas Reimann (SG), Andrea Geissbühler (BE), Barbara Keller-Inhelder (SG) e Therese Schläpfer (ZH).

Il testo intende aggiungere un nuovo articolo costituzionale 121b, secondo cui in futuro i richiedenti asilo saranno assistiti in patria, o comunque il più vicino possibile alla zona di crisi. A tal fine saranno istituiti dei centri di assistenza, sostenuti dalla Svizzera insieme ad altri Paesi. L'aggiunta alla Costituzione prevede inoltre che i richiedenti non possano scegliere né il luogo in cui recarsi né il Paese di destinazione. Il denaro per l'asilo andrebbe utilizzato in linea di principio all'estero, con l'argomentazione che molte più persone possono essere aiutate localmente piuttosto che in Svizzera.

Chi non può essere espulso verso Stati terzi deve rimanere nella Confederazione in luoghi controllabili delle autorità fino al termine della procedura d'asilo. Finché non sono in grado di finanziarsi da soli, devono ricevere unicamente prestazioni in natura come vitto e alloggio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
40 min
«In arrivo un'ondata di fallimenti»
È cupa la previsione di Heinz Karrer, Presidente di economiesuisse
GLARONA
46 min
La terra trema ripetutamente nelle Alpi glaronesi
La scossa più forte è stata avvertita nella giornata di martedì
GINEVRA
55 min
«Covid-19 come la peste, non finirà mai»
«La medicina ha fatto una figuraccia; sbagliato dare agli scienziati un credito illimitato».
VAUD
9 ore
Con l'app di tracciamento l'attenzione sulla Svizzera è alta
Il sistema decentralizzato DP-3T attira l'attenzione di molti paesi per la protezione della privacy
SVIZZERA
11 ore
Telelavoro: detective a caccia di dipendenti indisciplinati
Non mancano le aziende che chiedono ad agenzie investigative di sorvegliare i propri collaboratori
SVIZZERA
16 ore
"Mister Covid-19" esce di scena: «È un buon momento per partire»
Dopo alcuni mesi di "lavoro straordinario", Daniel Koch va in pensione «con sentimenti positivi».
ZURIGO
17 ore
Aeroporti e compagnie aeree pronti alla grande ripresa dei viaggi
Swiss ed Edelweiss intendono ricominciare a proporre numerosi collegamenti nelle prossime settimane
SVIZZERA
18 ore
Helvetas: donazioni da record nel 2019, ma occhio al Covid
Grazie ai donatori, l'anno scorso Helvetas ha potuto aiutare 3,8 milioni di persone
GINEVRA
18 ore
EasyJet: «I dipendenti sono sotto shock»
I sindacati deplorano l'annuncio, definito «brutale», della soppressione degli impieghi
SVIZZERA
18 ore
Pernottamenti in calo, il KOF prevede un'ondata di fallimenti
Al momento 200'000 dipendenti si trovano in situazione di lavoro ridotto, e si temono licenziamenti sul lungo periodo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile