Keystone
SVIZZERA
11.09.19 - 19:230

«Niente canone per le imprese»

Il Consiglio nazionale ha accolto oggi un'iniziativa parlamentare di Gregor Rutz contro la doppia imposizione: «I proprietari e i dipendenti delle aziende pagano già come persone fisiche.

BERNA - Le aziende non dovrebbero pagare la tassa di ricezione, e ciò per evitare una doppia imposizione. È quanto chiede un'iniziativa parlamentare di Gregor Rutz (UDC/ZH), accolta oggi dal Consiglio nazionale per 106 voti a 68. Sul tema dovrà ancora esprimersi il Consiglio degli Stati.

I proprietari e i dipendenti delle aziende pagano già il canone come persone fisiche, ciò che costituisce una doppia imposizione, ha sottolineato Rutz.

La popolazione si è già espressa due volte sull'argomento, ha risposto Matthias Aebischer (PS/BE), denunciando un atto di forza da parte della maggioranza "borghese". Tre quarti delle imprese sono già esentate dal canone, quindi l'iniziativa andrebbe solo a vantaggio delle grandi società, ha argomentato Aebischer.

Tuttavia, la questione del canone per le aziende era già emersa durante il dibattito sull'iniziativa popolare "No billag", ha rammentato Frédéric Borloz (PLR/VD) a nome della commissione. Da qui il bisogno di riprendere in mano il problema per evitare fastidiosi doppioni.

Commenti
 
albertolupo 1 mese fa su tio
La ditta dove lavoro io lo paga e non è una grande impresa... ma poi cosa c’entra? Se tutti i dipendenti già lo pagano per conto loro il canone, la doppia imposizione c’è ...e non è che si stia poi tutti in ufficio a guardare la tele o ad ascoltare la radio...
Bayron 1 mese fa su tio
I frontalieri non la pagano!!!
pontsort 1 mese fa su tio
Sarebbe così semplice integrarlo nel budget della confederazione. Forse troppo per quello che non lo vogliono fare
MrBlack 1 mese fa su tio
Quindi o il canone rimane comunque a 365.— annui come detto durante la votazione (e la SSR risparmia di più) o si rivoterà sul canone avendo dato informazioni di voto false. Oppure tanto per cambiare ci hanno fregati? Affaire à suivre...
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
2 ore

Sfuriata di un agente in borghese sull'A1: al poliziotto hanno bucato le gomme

Scatta la condanna social contro l'ufficiale dopo il video del diverbio. L'esperto di diritto: «Gli utenti possono incorrere in denunce»

SVIZZERA
3 ore

Il sesso "veloce" piace agli svizzeri (e alle svizzere)

Chi utilizza social come Tinder o Badoo è pronto ad andare fino in fondo, già dal primo incontro. Lo rivela un sondaggio

BASILEA CAMPAGNA
8 ore

«Quella bandiera deve rimanere al suo posto»

Il vessillo rossocrociato è appeso illegalmente a una roccia dello Schleifenberg da anni. Ora la sua posizione è stata regolarizzata dal Municipio di Liestal: «Non è in conflitto con la legge»

LUCERNA
11 ore

«Violenza per educare le donne», i sermoni in moschea verranno registrati

L'associazione "Dar Assalam" seguirà la raccomandazione. Quattro persone formate avranno inoltre il compito di assistere alle prediche e intervenire in caso di necessità

SVIZZERA
12 ore

Credit Suisse: più consulenti al servizio degli ultra-ricchi

Il nuovo responsabile del comparto gestione patrimoniale internazionale vuole ampliare le attività con i clienti definiti strategici

SVIZZERA
12 ore

Swiss, il mayday sembra essere già rientrato

12 aerei sono tornati in volo, gli altri dovrebbero essere presto operativi. Da domani i collegamenti aerei torneranno in gran parte regolari, assicura la compagnia aerea

SVIZZERA
13 ore

UBS, Axel Weber critica la Bce: «Draghi ha legato le mani a Lagarde»

Nel mirino di uno dei manager più pagati della storia svizzera è la decisione di allentare ulteriormente la politica monetaria

TURGOVIA
15 ore

Plastica nella salsa di pomodoro

Una mamma intenta a preparare un piatto di pasta al suo bambino ha avuto una brutta sorpresa

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile