Keystone
SVIZZERA
06.09.19 - 16:120

«L'accordo quadro con l'Ue è la questione più urgente»

Così si è espresso il presidente di Economiesuisse Heinz Karrer alla Giornata dell'economia che si è tenuta oggi a Zurigo. Maurer: «Non accontentiamoci di soluzioni immediate»

ZURIGO - Per il presidente di Economisuisse Heinz Karrer, la firma dell'accordo quadro con l'Unione europea è la questione più urgente da risolvere in questo momento. Alla Giornata dell'economia che si è tenuta a Zurigo, il presidente della Confederazione Ueli Maurer ha invitato a non accontentarsi delle soluzioni immediate.

La Svizzera vive da decenni in condizioni di prosperità. Ciò rende le cose troppo facili ed impedisce al Paese di risolvere i problemi più importanti, ha dichiarato il consigliere federale UDC all'incontro organizzato a Zurigo-Oerlikon dall'organizzazione degli imprenditori.

Per il capo del Dipartimento federale delle finanze, i politici non hanno lavorato con la dovuta accuratezza negli ultimi quattro anni. Gli obiettivi vengono spesso fissati a intervalli di mezza giornata. E invece di cercare una buona soluzione, «tutti partono in quarta». «Ne soffriamo un po' tutti, sia a sinistra che a destra», ha detto Maurer.

Fra le questioni importanti rimaste troppo a lungo senza una soluzione, il presidente della Confederazione ha citato la previdenza per la vecchiaia e la sanità. La montagna di problemi irrisolti sta crescendo. «Non possiamo continuare a vivere a spese dei nostri figli troppo a lungo», ha aggiunto Ueli Maurer.

Quattro anni difficili - Anche per il presidente di Economiesuisse Heinz Karrer, la legislatura che sta per concludersi è stata caratterizzata da un «immobilismo economico». «Troppo spesso la politica si è accontentata di amministrare lo status quo», ha detto Karrer.

Nel frattempo, il Paese ha fatto passi indietro in termini di competitività. In un'analisi della Banca mondiale, la Svizzera figura ora soltanto al 38esimo posto. Karrer ha inoltre criticato il fatto che la politica abbia deciso di «saltare sul carro del protezionismo senza che ci fosse una necessità oggettiva».

Il presidente della Federazione svizzera delle imprese ritiene ad esempio infondata la paura che la Cina possa assumere il controllo di aziende e infrastrutture rilevanti per la sicurezza. Invece di affidarsi al protezionismo, la Svizzera deve mantenere la sua apertura e la sua rete di relazioni internazionali: solo così il Paese rimarrà competitivo.

Per l'economia una rapida intesa con l'UE sull'accordo quadro è l'argomento più urgente che il Parlamento sarà chiamato ad affrontare nei prossimi anni, ha sottolineato Karrer. Le intese di accesso ai mercati esistenti rappresentano un vantaggio economico tra i 20 e i 30 miliardi di franchi all'anno. Solo l'accordo quadro permette di sviluppare e garantire una via bilaterale che ha dato finora i suoi frutti.

Un altro argomento in questo momento prioritario è la politica climatica. L'economia - ha detto Karrer - sostiene una politica climatica orientata al raggiungimento dell'obiettivo fissato a Parigi. Occorre tuttavia evitare delle restrizioni esagerate e unilaterali. Fissare un obiettivo di riduzione delle emissioni limitato alla sola Svizzera non è una misura efficace, secondo il presidente di Economiesuisse.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VIDEO
BERNA
4 min
Pirata della strada sull'A1, sfiorato il frontale
Scena da brivido immortalata dalla dashcam di un automobilista che ha evitato per un soffio lo scontro con un SUV con rimorchio per cavalli
ARGOVIA
1 ora
Accoltellato sotto casa: in manette un parente
Il delitto risale a maggio. Da mesi la polizia era sulle tracce dell'omicida
ZURIGO
1 ora
Colpo di scena da Sunrise: annullato l'incontro per acquistare UPC
Si sarebbe dovuta tenere domani l'assemblea generale per acquisire UPC. Ma gli azionisti hanno fatto saltare il tutto
SVIZZERA
2 ore
Eccessi di velocità, vietati ma (a volte) tollerati
Un terzo della popolazione svizzera tollera gli eccessi di velocità sulle strade extraurbane, secondo uno studio dell'Upi
ZURIGO
3 ore
UBS: utile netto in calo, ma meglio del previsto
In particolare emerge una buona tenuta della gestione patrimoniale, anche se tale attività non è riuscita a compensare gli effetti negativi dei tassi bassi e delle incertezze geopolitiche
ZURIGO
3 ore
Accattoni allo svincolo e la polizia dà l'allarme
Fingono una panne e poi chiedono i soldi a chi si ferma, la Cantonale: «Illegale, oltre che molto pericoloso»
SVIZZERA
18 ore
Quando i manifesti vengono vandalizzati dalle mucche
Da stanotte i cartelloni dei politici hanno cominciato a sparire per lasciare il posto ad altri prodotti. I danneggiamenti hanno interessato tutti i partiti
GRIGIONI
19 ore
Aggrediti alla festa della birra, feriti gravemente due ragazzi
Finita la festa uno dei due ventenni ha chiesto ad altre persone presenti in un piazzale una sigaretta, gesto che ha apparentemente portato alla colluttazione
BERNA
20 ore
Capitale blindata per la partita con il Feyenoord
La polizia cantonale bernese ha organizzato imponenti misure di sicurezza in vista dell'impegno di Europa League di giovedì dello Young Boys
SVIZZERA
20 ore
Boom di morbillo, oltre 200 casi nel 2019
La cifra riguarda il periodo fra gennaio e fine settembre. Lo scorso anno i casi furono 34
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile