Ti Press
SVIZZERA
04.09.19 - 17:410

Record di candidati al Consiglio nazionale

Al momento sono 4660, in crescita del 22,8% rispetto a quatto anni fa. La cifra complessiva non tiene conto di quattro cantoni dove i partiti non sono tenuti a presentare liste

BERNA - Record di candidati alle elezioni per il rinnovo del Consiglio nazionale di ottobre: dopo la verifica delle liste presentate in 22 cantoni, il numero complessivo degli aspiranti ad un seggio è salito a 4660, in crescita del 22,8% rispetto a quatto anni fa. In forte progressione le candidate donne.

La cifra complessiva non tiene conto di quattro cantoni dove i partiti non sono tenuti a presentare liste: ad Appenzello Interno, Appenzello Esterno, Uri e Glarona - cantoni con un solo seggio al Nazionale - tutti gli aventi diritto al voto sono in teoria eleggibili e le candidature possono essere presentate attraverso i media fino al giorno del voto.

In Argovia si registra l'incremento più spettacolare con 496 candidati, 208 in più (+72%) rispetto al 2015. In crescita anche il numero complessivo delle liste, passato da 422 a 511 (+21%).

Soltanto tre cantoni non hanno visto aumentare il numero dei candidati o delle liste: a Ginevra le candidature sono scese di 2 unità a 176, a Neuchâtel i candidati sono 47 (-7). A Zurigo sono state presentate 32 liste, 3 in meno rispetto al 2015. Il numero di candidati per i 35 seggi che il più grande cantone della Svizzera dispone in Consiglio nazionale è comunque salito a 966 (+93).

A livello di verifica delle liste, il caso più spettacolare si è verificato nel canton Zugo, dove una lista di 3 candidati con l'acronimo PARAT ("Partei für Rationale Politik, Allgemeine Menschenrechte und Teilhabe") è stata invalidata perché fra le 100 firme da sottoporre alla Cancelleria cantonale figuravano diversi nomi di persone decedute o inesistenti.

Esclusi dalla corsa per un seggio nella Camera del popolo anche 2 candidati del canton Lucerna e una donna a Basilea Città. La città-cantone registra comunque, con il 46%, il tasso più alto di candidature femminili. Seguono nell'ordine Basilea Campagna (44% di donne), Turgovia (43,7%), Zurigo e Ginevra (entrambi 43%), Lucerna (42,9%) e Berna (42,1%).

Il numero di candidate in corsa per queste elezioni fa presagire un aumento delle donne in Consiglio nazionale, che attualmente rappresentano circa un terzo del totale. Tanto più che - come ha mostrato una recente analisi della Neue Zürcher Zeitung - in molti casi le candidate donne si trovano meglio piazzate sulle varie liste rispetto a quattro anni fa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BASILEA CAMPAGNA
7 ore
Studentessa covid-positiva, 109 persone messe in quarantena
È successo ad Arlesheim, a casa tutta la classe e anche i partecipanti a una festa del locale centro giovani
SVIZZERA
9 ore
Il clima ha avvicinato i giovani alla politica?
La questione climatica è diventata un tema di grande importanza per i giovani, nonostante la politica sia poco seguita
ZURIGO
9 ore
Condannato per l'omicidio della moglie, in seconda istanza il tribunale lo assolve
La donna uccisa nel 2009 a colpi di pistola aveva una relazione extraconiugale, per il giudice però mancano le prove
SVIZZERA
11 ore
Christine Lévy sarà (anche) “Miss. Corona”
La nuova direttrice dell'UFSP da ottobre guiderà ad interim la Task Force per il coronavirus
SVIZZERA
12 ore
Pochi medici di famiglia fino al 2030, poi c'è ottimismo
Lo sostiene l'Associazione Medici di famiglia e dell'infanzia Svizzera (mfe)
SVIZZERA
13 ore
«Ora tocca a voi!»
La campagna dell'Ufficio federale della sanità pubblica è indirizzata a tutti ma in particolare ai giovani
SVIZZERA
13 ore
Per Migros sarà un anno da record
Più attenzione ai piccoli negozi con la pandemia: «Se la gente lavora di più a casa, farà acquisti dietro l'angolo»
ZURIGO
14 ore
Tre Pink Panther in gabbia
Condanne tra cinque e sette anni e mezzo di prigione per tre presunti membri della banda balcanica di rapinatori.
ZURIGO
15 ore
Non metti tua figlia in quarantena? Arriva la polizia
Gli agenti hanno suonato il campanello alle 21.25 e hanno consegnato al padre la lettera del medico cantonale
SVIZZERA
17 ore
Gli Stati danno ragione a Marina Carobbio: «Servono più medici»
Con una maggioranza risicata la Camera alta ha accolto una mozione della senatrice socialista.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile