Ti Press
SVIZZERA
04.09.19 - 17:410

Record di candidati al Consiglio nazionale

Al momento sono 4660, in crescita del 22,8% rispetto a quatto anni fa. La cifra complessiva non tiene conto di quattro cantoni dove i partiti non sono tenuti a presentare liste

BERNA - Record di candidati alle elezioni per il rinnovo del Consiglio nazionale di ottobre: dopo la verifica delle liste presentate in 22 cantoni, il numero complessivo degli aspiranti ad un seggio è salito a 4660, in crescita del 22,8% rispetto a quatto anni fa. In forte progressione le candidate donne.

La cifra complessiva non tiene conto di quattro cantoni dove i partiti non sono tenuti a presentare liste: ad Appenzello Interno, Appenzello Esterno, Uri e Glarona - cantoni con un solo seggio al Nazionale - tutti gli aventi diritto al voto sono in teoria eleggibili e le candidature possono essere presentate attraverso i media fino al giorno del voto.

In Argovia si registra l'incremento più spettacolare con 496 candidati, 208 in più (+72%) rispetto al 2015. In crescita anche il numero complessivo delle liste, passato da 422 a 511 (+21%).

Soltanto tre cantoni non hanno visto aumentare il numero dei candidati o delle liste: a Ginevra le candidature sono scese di 2 unità a 176, a Neuchâtel i candidati sono 47 (-7). A Zurigo sono state presentate 32 liste, 3 in meno rispetto al 2015. Il numero di candidati per i 35 seggi che il più grande cantone della Svizzera dispone in Consiglio nazionale è comunque salito a 966 (+93).

A livello di verifica delle liste, il caso più spettacolare si è verificato nel canton Zugo, dove una lista di 3 candidati con l'acronimo PARAT ("Partei für Rationale Politik, Allgemeine Menschenrechte und Teilhabe") è stata invalidata perché fra le 100 firme da sottoporre alla Cancelleria cantonale figuravano diversi nomi di persone decedute o inesistenti.

Esclusi dalla corsa per un seggio nella Camera del popolo anche 2 candidati del canton Lucerna e una donna a Basilea Città. La città-cantone registra comunque, con il 46%, il tasso più alto di candidature femminili. Seguono nell'ordine Basilea Campagna (44% di donne), Turgovia (43,7%), Zurigo e Ginevra (entrambi 43%), Lucerna (42,9%) e Berna (42,1%).

Il numero di candidate in corsa per queste elezioni fa presagire un aumento delle donne in Consiglio nazionale, che attualmente rappresentano circa un terzo del totale. Tanto più che - come ha mostrato una recente analisi della Neue Zürcher Zeitung - in molti casi le candidate donne si trovano meglio piazzate sulle varie liste rispetto a quattro anni fa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
SAN GALLO
9 min
Ne hanno fatto esplodere un altro
Preso di mira la notte scorsa un bancomat a Sevelen. I danni ammontano a circa 100mila franchi
SVIZZERA
27 min
Svizzeri in vacanza? Sicurezza e prossimità
Il TCS ha elencato una serie di consigli per le vacanze all’estero
ZURIGO
45 min
«Mentre camminavo la scarpa ha iniziato a squagliarsi da sola»
L'incredibile vicenda accaduta a una zurighese. La colpa sarebbe del dispositivo antitaccheggio nella suola, per gli esperti però è un enigma
SVIZZERA
55 min
Preferenza indigena e obbligo d'annuncio: «Raccontiamola giusta»
Lorenzo Quadri interpella il Consiglio federale chiedendo di fare luce sulla reale efficacia della misura implementata nel 2018
GINEVRA
1 ora
È il grande giorno del Léman Express
La rete - sulla quale circoleranno 240 treni al giorno - viene inaugurata oggi. Fra tre giorni sarà aperta al pubblico
SVIZZERA
2 ore
La ripresa congiunturale? Solo nel 2021
Gli esperti della SECO pronosticano che il PIL continuerà a crescere anche l'anno prossimo (+1,7%) e quello seguente (+1,2%)
SVIZZERA
3 ore
Clorotalonil, scatta il divieto in tutto il Paese
L'UFAG ha revocato l'autorizzazione ai prodotti fitosanitari contenenti il fungicida. L'utilizzo sarà vietato dal prossimo 1° gennaio
BERNA
4 ore
Preventivo, dissimulazione del viso e disoccupati anziani
Riprendono con questi temi i lavori al Consiglio nazionale dopo il rinnovo del Consiglio federale di ieri
SVIZZERA
5 ore
«I genitori devono capire che la violenza non funziona»
Per molti lo schiaffo è ancora considerato come un gesto innocuo. Gli esperti mettono in guardia. Le storie dei lettori
ARGOVIA
15 ore
Freddy Nock condannato a due anni e mezzo di prigione
Il funambolo 55enne è stato riconosciuto colpevole di tentato omicidio intenzionale nei confronti di sua moglie
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile