Keystone
BERNA
02.09.19 - 14:260

Le FFS devono concentrarsi di più sulla manutenzione

È quanto sostiene la Commissione dei trasporti del Consiglio nazionale. Inoltre dovrebbero tenere più in considerazione le opinioni del personale

BERNA - Le FSS dovrebbero concentrasi maggiormente sulla gestione ordinaria e la manutenzione, invece che sul continuo ampliamento dell'infrastruttura. È quanto ha raccomandato oggi la Commissione dei trasporti del Consiglio nazionale ai vertici dell'azienda, in seguito ai problemi tecnici emersi con le porte automatiche di taluni convogli, problemi costati la vita a un capotreno ad inizio agosto.

La commissione si attende, ha dichiarato oggi davanti ai media la sua presidente, Edith Graf-Litscher (PS/TG), che il management mantenga le promesse fatte e s'impegni affinché ciò non accada più.

Ci attendiamo inoltre, ha sostenuto la consigliera nazionale turgoviese, che le opinioni del personale, che lavora molto bene, vengano prese sul serio dai vertici, e che i problemi denunciati dai collaboratori non vengano semplicemente dimenticati in un cassetto.

Secondo la commissione, che ha sentito il CEO Andreas Meyer e il direttore dei Viaggiatori Toni Häne, vista la già importante estensione della rete, i vertici dovrebbero concentrasi maggiormente sulla gestione quotidiana e la manutenzione, invece di voler lanciare sempre nuovi progetti. Si tratta di ambiti che non devono essere trascurati e il cui finanziamento andrebbe rafforzato.

Alla domanda se ciò che è accaduto ha scosso la fiducia della politica nei vertici delle ferrovie, la deputata socialista ha sottolineato che la commissione non è un organo di sorveglianza, ma che spetta al Consiglio di amministrazione esprimersi eventualmente su questo aspetto. Noi ci attendiamo che il management faccia bene il proprio lavoro e rispetti le promesse fatte, ha aggiunto.

In ogni caso, sull'incidente bisognerà attendere un rapporto al riguardo, in base al quale potranno essere espressi giudizi con maggiore cognizione di causa. Graf-Litscher ha anche criticato la strategia di comunicazione delle FFS, che sul problema della porte avrebbe dovuto esprimersi subito senza tergiversare, facendo così opera di maggiore trasparenza.

Controlli a tappeto - In seguito alla tragedia avvenuta alla stazione argoviese di Baden nella notte fra sabato 3 e domenica 4 agosto, dove un controllore 54enne è rimasto incastrato nella porta di un InterRegio in partenza a causa di una mancanza tecnica, venendo trascinato e morendo per le ferite riportate, le FFS hanno istituito una task force e deciso misure immediate. I controlli approfonditi sono stati eseguiti tra il 12 e il 28 agosto e vanno a unirsi alle verifiche di routine effettuate ogni 7-10 giorni.

Dai controlli sulle carrozze CU IV, sono state individuate 69 porte con rilevanti carenze per la sicurezza nell'ambito della loro funzione antipizzicamento pensata per impedire di restare incastrati fra le porte. In sette casi, il meccanismo non ha funzionato. Tutti i difetti più importanti sono stati subito eliminati o le porte sono state chiuse a chiave.

Le FFS stanno ora introducendo misure di miglioramento aggiuntive in modo continuo. Per coordinarne l'attuazione, la task force rimane all'opera. Entro fine ottobre, verranno sottoposte a ispezioni speciali anche 90 carrozze del modello Bt4 IC e 232 carrozze EuroCity, che dispongono di sistemi di porte simili, seppur più moderni. Il resto dei convogli è invece attrezzato con porte nuove, dotate di elementi di sicurezza supplementari.

Entro la fine di ottobre verrà migliorato il sistema di allarme della chiusura porte, che dà la corretta indicazione della posizione di esse a chi si trova nella cabina di guida. Infine, nei prossimi quattro anni la protezione antipizzicamento del modello CU IV verrà ammodernata.
 
 

Commenti
 
GIGETTO 1 mese fa su tio
Non è vero fanno già molto le FFS
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
2 ore

Sfuriata di un agente in borghese sull'A1: al poliziotto hanno bucato le gomme

Scatta la condanna social contro l'ufficiale dopo il video del diverbio. L'esperto di diritto: «Gli utenti possono incorrere in denunce»

SVIZZERA
3 ore

Il sesso "veloce" piace agli svizzeri (e alle svizzere)

Chi utilizza social come Tinder o Badoo è pronto ad andare fino in fondo, già dal primo incontro. Lo rivela un sondaggio

BASILEA CAMPAGNA
7 ore

«Quella bandiera deve rimanere al suo posto»

Il vessillo rossocrociato è appeso illegalmente a una roccia dello Schleifenberg da anni. Ora la sua posizione è stata regolarizzata dal Municipio di Liestal: «Non è in conflitto con la legge»

LUCERNA
11 ore

«Violenza per educare le donne», i sermoni in moschea verranno registrati

L'associazione "Dar Assalam" seguirà la raccomandazione. Quattro persone formate avranno inoltre il compito di assistere alle prediche e intervenire in caso di necessità

SVIZZERA
11 ore

Credit Suisse: più consulenti al servizio degli ultra-ricchi

Il nuovo responsabile del comparto gestione patrimoniale internazionale vuole ampliare le attività con i clienti definiti strategici

SVIZZERA
12 ore

Swiss, il mayday sembra essere già rientrato

12 aerei sono tornati in volo, gli altri dovrebbero essere presto operativi. Da domani i collegamenti aerei torneranno in gran parte regolari, assicura la compagnia aerea

SVIZZERA
12 ore

UBS, Axel Weber critica la Bce: «Draghi ha legato le mani a Lagarde»

Nel mirino di uno dei manager più pagati della storia svizzera è la decisione di allentare ulteriormente la politica monetaria

TURGOVIA
14 ore

Plastica nella salsa di pomodoro

Una mamma intenta a preparare un piatto di pasta al suo bambino ha avuto una brutta sorpresa

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile