Tipress
SVIZZERA
05.07.19 - 17:500

Studi sulla canapa, bisogna informare i datori di lavoro e le scuole

Ne è convinta la Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio nazionale (CSSS-N), che su questo punto si discosta dal Consiglio federale

BERNA - Datori di lavoro e scuole devono essere informati a proposito della partecipazione di loro dipendenti e allievi a una sperimentazione sul consumo di canapa. Ne è convinta la Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio nazionale (CSSS-N), che su questo punto si discosta dal Consiglio federale.

La modifica della legge sugli stupefacenti, scrivono oggi in un comunicato i servizi parlamentari, intende creare la premessa per studi scientifici limitati sotto il profilo territoriale, temporale e materiale sul consumo di canapa. Tali ricerche dovranno fornire risultati sull'influenza esercitata dalle nuove normative in materia.

Nelle grandi linee, la commissione aderisce al disegno governativo. La cerchia dei partecipanti deve quindi essere limitata ai maggiorenni e durante le sperimentazioni queste persone vanno seguite da vicino, sorvegliandone costantemente l'evoluzione dello stato di salute.

Tuttavia, ritiene che datori di lavoro e scuole vadano informati. Una minoranza della CSSS-N non concorda, temendo che in tal modo si limiti troppo il gruppo degli interessati ad aderire. I risultati degli studi sarebbero così poco significativi.

Altre minoranze vorrebbero dal canto loro alzare l'asticella per l'autorizzazione delle sperimentazioni o imporre ai partecipanti di consegnare la patente di guida.

Per la commissione, la massima priorità deve essere accordata alla protezione dei giovani. Perciò ha incaricato l'Amministrazione di stilare un rapporto su questo aspetto nell'ambito del consumo di canapa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Lo sciopero della fame prosegue, ma la situazione non si sblocca
Guillermo Fernandez si trova da settimane (senza mangiare) davanti a Palazzo federale.
BERNA
7 ore
Keller-Sutter: «Il 2G è il prossimo possibile passo»
Un obbligo vaccinale, anche solo per determinate categorie, non viene invece preso in considerazione.
SVIZZERA
9 ore
Cosa abbiamo chiesto a Google nel 2021?
Il colosso del Web ha pubblicato le classifiche dei termini più ricercati dell'anno in Svizzera.
GINEVRA
10 ore
Il cane poliziotto salva un anziano nel bosco
L'uomo è stato rinvenuto in stato di ipotermia, ma cosciente.
ZURIGO 
11 ore
Il Presidente di Credit Suisse ha violato l'obbligo di quarantena
Doveva restare a casa, invece è volato con un jet privato nella penisola iberica.
BERNA
12 ore
Morto per aver usato il telefonino durante il volo
Il SISI ha chiarito le circostanze che hanno portato allo schianto un esperto pilota di alianti, nel 2016.
SVIZZERA
12 ore
Morto l'ex presidente di Novartis e UBS Alex Krauer
Era stato pure uno degli artefici della fusione tra Ciba-Geigy e Sandoz.
SVIZZERA
15 ore
Il ministro meno amato? «Preferisco restare fedele alle mie idee»
Dopo il discorso tenuto per l'elezione alla presidenza della Confederazione, Cassis ha incontrato i media.
ZURIGO
15 ore
Shopping da record a Natale, nonostante il Covid
Gli svizzeri spenderanno oltre 300 franchi a testa per i regali.
VAUD
15 ore
Si ubriaca con le allieve e ci dorme assieme. Addio insegnamento
Per l'Alta Corte il funzionario pubblico «non è più degno di rimanere in carica».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile