KEYSTONE/KPINL KPAPA KPPA (JEAN-CHRISTOPHE BOTT)
I festeggiamenti per il 40° anniversario del Cantone.
BERNA
26.06.19 - 14:230

Festa giurassiana, l’assenza forzata non va giù al Governo

La delegazione del Consiglio di Stato bernese non ha potuto partecipare domenica perché le autorità non potevano garantire la loro sicurezza

BERNA - Il Consiglio di Stato bernese ha «condannato» oggi il fatto che una sua delegazione non abbia potuto partecipare domenica alle festività per il 40esimo anniversario della creazione del canton Giura. L'esecutivo si «aspetta dalle autorità giurassiane che si oppongano d'ora in poi fermamente a qualsiasi minaccia e azione contro le autorità bernesi».

«Ne va del rispetto dello Stato di diritto», afferma il Consiglio di Stato in una nota diramata oggi dopo una seduta in cui ha discusso degli «avvenimenti che hanno impedito alla sua delegazione di recarsi a Saignelégier», luogo dei festeggiamenti, come hanno potuto fare le delegazioni di tutti gli altri cantoni.

La delegazione diretta dai consiglieri di Stato Alain Schnegg e Philippe Müller aveva dovuto annullare domenica all'ultimo momento la partecipazione dopo essere stata informata dal governo e dalla polizia del Giura che non erano in grado di garantire la sua sicurezza. In precedenza era stata criticata soprattutto la presenza di Schnegg, esponente UDC del Giura bernese, che si è particolarmente impegnato per il mantenimento di Moutier nel canton Berna. La sua presenza era stata considerata una provocazione.

A proposito di Moutier, il governo bernese afferma che le autorità della cittadina «potrebbero, a loro volta, contribuire a pacificare la situazione impegnandosi a riconciliare i due campi (...) piuttosto che a gettare olio sul fuoco».

Pur giudicando «comprensibile la delusione» di chi si aspettava «una soluzione rapida della Questione giurassiana» dopo la votazione del 18 giugno 2017 sull'appartenenza cantonale di Moutier, il Consiglio di Stato rileva che «da anni il cantone di Berna ha fatto tutto il possibile per favorire un regolamento democratico» della questione stessa, «rispettando il diritto all'autodeterminazione e dando prova di tolleranza e apertura verso le rivendicazioni separatiste».

L'esecutivo aggiunge che «non gli si può rimproverare nemmeno il fatto che il risultato serrato» di quel voto «sia contestato in giustizia, come prevede il diritto svizzero». Il governo bernese «condanna dunque le dichiarazioni oltranziste di taluni membri» delle autorità di Moutier, che non fanno che «avvelenare la situazione».

Il 18 giugno 2017 i cittadini di Moutier avevano deciso, con una maggioranza del 51,7%, di lasciare il canton Berna per unirsi al Giura. La votazione è stata però annullata dalla prefetta del Giura bernese Stéphanie Niederhauser per asserite irregolarità, ritenendo in particolare che prima della votazione ci sia stata una propaganda inammissibile da parte delle autorità filoseparatiste di Moutier. Contro la decisione sono stati inoltrati cinque ricorsi al Tribunale amministrativo bernese.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
4 ore
Auto contro un Piranha dell'esercito
I dieci militari sono rimasti illesi, mentre l'85 a bordo del veicolo è stata trasportata in ospedale in gravi condizioni
SVIZZERA
7 ore
L'invecchiamento rallenta il benessere
Quando la generazione del baby boom andrà in pensione, gli over 65 passeranno dal 30% del 2017 al 48% del 2045
BERNA
8 ore
«L'economia svizzera rallenterà»
Ne hanno preso atto i partiti di governo (Udc, Plr, Ppd e Ps) in un incontro tenutosi oggi nella capitale
BASILEA
9 ore
Roche rileva l'americana Promedior per 390 milioni di dollari in contanti
Sono previsti anche pagamenti fino a un miliardo di dollari che dipenderanno dai progressi nello sviluppo e nell'approvazione di nuovi farmaci
SVIZZERA
10 ore
Nessun "effetto Greta", gli svizzeri volano in vacanza
Kuoni, Hotelplan, ITS Coop Travel e Knecht Reisen confermano il trend. E sono ancora molto poche le compensazioni di CO2 tramite Myclimate
VIDEO
BERNA
10 ore
Il video della tempesta di neve che ha bloccato 200 persone
Venti a 180 chilometri orari. Il racconto di chi si è trovato nella tormenta
SVIZZERA
12 ore
Ex allenatore di Swiss-Ski diventa CEO di un aeroporto
Martin Rufener torna nel mondo dell'aviazione
FOTO
LUCERNA
13 ore
La tettoia finisce sui binari e il treno la centra
L'incidente si è verificato questa mattina a Escholzmatt. La causa potrebbe essere il forte vento che soffiava sulla regione
BERNA
14 ore
In 200 bloccati dalla tempesta di neve
Hanno trascorso la notte in un ristorante di montagna.
GRIGIONI
14 ore
Colpito da un cassero, gravi ferite per un operaio
Il 31enne è rimasto schiacciato sotto un peso di 250 chilogrammi
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile