Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
13.06.19 - 11:520

Meno assistenza sociale ai migranti, lo chiede Lorenzo Quadri

Il consigliere nazionale leghista ha inoltrato una mozione al Consiglio federale per «diminuire l’attrattività della Svizzera per islamisti, jihadisti, radicalizzatori e figure analoghe»

BERNA - «L’accesso dei migranti all’aiuto sociale venga reso più difficile». È quanto chiede Lorenzo Quadri in una mozione presentata al Consiglio federale (e firmata anche da Roberta Pantani), affinché formuli delle proposte di modifiche legislative. L’obiettivo dichiarato è di «diminuire l’attrattività del nostro Paese per islamisti, jihadisti, radicalizzatori e figure analoghe».

Alla base della mozione ci sono i dati pubblicati ieri dall’Alta scuola zurighese di scienze applicate (ZHAW). Si tratta dei dati aggiornati ed ampliati di uno studio realizzato nel 2015 su "I retroscena della radicalizzazione jihadista in Svizzera", basato sulle informazioni fornite dal SIC, il servizio di intelligence della Confederazione.

Lo studio, tra le altre cose, evidenzia come in Svizzera la radicalizzazione jihadista colpisce soprattutto giovani con un basso livello di istruzione e una bassa integrazione lavorativa e il 40% circa dei 130 radicalizzati jihadisti censiti sul nostro territorio riceve prestazioni dell'assistenza sociale.

«Il dato conferma - scrive il consigliere nazionale leghista - che tra i troppi migranti economici che giungono nel nostro Paese si nascondono jihadisti, oltre che delinquenti comuni».

La Svizzera non deve diventare «il Paese del Bengodi per estremisti islamici» secondo Quadri, per cui «il concetto di non discriminazione non può continuare a fungere da paravento per non agire».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
4 ore
Covid-19 in Svizzera, un decesso e altri 20 casi
Per il terzo giorno consecutivo, si segnala che il numero di contagi è tornato sopra le dieci unità
BASILEA
5 ore
Art Basel salta, per quest'anno
La più importante fiera d'arte al mondo era stata dapprima rimandata a settembre. Invece non si terrà
ARGOVIA
5 ore
Arrestato un "bombarolo" dilettante
In manette un 42enne che ha fabbricato e fatto esplodere un ordigno nella campagna argoviese
SVIZZERA
7 ore
«Ogni anno perdiamo migliaia di soldati»
Non c'è una guerra in corso. Ma un'emorragia di reclute, che preoccupa non poco Berna
LUCERNA
8 ore
Maestro mezzo nudo e con la lingua di fuori invia selfie agli studenti
Polemica in una scuola media per scatti ritenuti inappropriati. Insegnante allontanato.
SVIZZERA
20 ore
Crediti e ipoteche a PostFinance: la decisione non piace a tutti
Il mondo bancario è diviso, mentre l'Unione svizzera arti e mestieri e i sindacati sono decisamente contrari.
SVIZZERA
21 ore
A novembre la SSR lancerà una piattaforma streaming
Si chiamerà Play Suisse e ospiterà produzioni svizzere doppiate o sottotitolate in tutte le lingue nazionali
SVIZZERA
21 ore
La Svizzera si tinge di blu
Con gli ulteriori allentamenti previsti per mezzanotte, il Paese entra in una nuova fase della lotta contro il Covid-19.
BERNA
1 gior
Canapa CBD: 33 milioni restituiti ai produttori
Il denaro era stato versato in tasse sul tabacco, riscosse però non legalmente
ZURIGO
1 gior
Flixbus: caos sui viaggi tra città svizzere
La società si difende dalle accuse di cabotaggio affermando che si è trattato di un "errore tecnico".
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile