Keystone
SVIZZERA
19.05.19 - 12:000

«Il capo dell'esercito? Potrebbe anche essere una donna»

Lo sostiene Viola Amherd che si dichiara aperta all'idea: «Il sesso in queste cose non c'entra, dev'essere semplicemente la migliore»

BERNA - La ministra della difesa Viola Amherd, prima donna ad occupar questa carica, è "aperta" all'idea di una candidatura femminile alla testa dell'esercito svizzero. «Se nomino una donna, non sarà a causa del suo sesso, ma perché è la migliore».

In un'intervista al domenicale "Le Matin Dimanche" Amherd rileva che c'è una «chiara mancanza di donne tra i quadri dell'esercito». La sfida è quindi quella di «suscitare vocazioni». Quanto all'estensione della leva obbligatoria alle donne, «dobbiamo essere aperti a questo problema», osserva la consigliera federale.

«Non voglio escludere nessuna opzione», perché «dobbiamo trovare soluzioni per far fronte alla carenza di effettivi nell'esercito». Ma «prima di rendere l'esercito obbligatorio per le donne, bisognerà fare grandi passi avanti nella parità salariale», afferma Viola Amherd a meno di un mese dallo sciopero delle donne del 14 giugno.

Lei stessa non parteciperà alla protesta, visto che quel giorno è in programma una riunione del governo. «Se quel giorno mancano tre donne, è come lasciare che siano quattro uomini a decidere tutto... È troppo pericoloso».

Philippe Rebord, 61 anni, attuale capo dell'esercito, ha di recente annunciato le dimissioni per la fine dell'anno a causa di problemi di salute. Per trovare un successore il Consiglio federale ha istituito una commissione di selezione.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ARGOVIA
6 ore

Il gioco finisce in tragedia: gravissimo un bimbo di 4 anni

Due bambini hanno inavvertitamente tolto il freno a mano di un'auto. Questa si è mossa e ha travolto uno dei due. Shock nel quartiere: «È una cosa terribile»

GRIGIONI
9 ore

Weekend di controlli, undici automobilisti rimangono a piedi

La polizia cantonale grigionese ha organizzato un'ampia operazione in diverse zone del cantone

BASILEA CITTÀ
11 ore

I neo-nazisti sono tornati e fanno paura

Quattro militanti del gruppo di estrema destra basilese "White Resistance" sono finiti in manette per minacce di violenza contro gli stranieri. Il caso è stato seguito pure dalle autorità federali

ZURIGO
12 ore

Coppia gay aggredita da tre adolescenti dopo lo Zürich Pride

«Com’è possibile che accadono cose simili in una delle città più sicure al mondo?», si chiede il 29enne che ha postato uno sfogo sulla sua bacheca Facebook

SONDAGGIO
SVIZZERA
14 ore

Quasi tutti i genitori vorrebbero lavorare part-time

Un sondaggio Swiss Life mostra che c’è voglia di dedicare più tempo alla famiglia, ma che i salari non lo permettono

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report