Keystone
SVIZZERA
19.05.19 - 12:000

«Il capo dell'esercito? Potrebbe anche essere una donna»

Lo sostiene Viola Amherd che si dichiara aperta all'idea: «Il sesso in queste cose non c'entra, dev'essere semplicemente la migliore»

BERNA - La ministra della difesa Viola Amherd, prima donna ad occupar questa carica, è "aperta" all'idea di una candidatura femminile alla testa dell'esercito svizzero. «Se nomino una donna, non sarà a causa del suo sesso, ma perché è la migliore».

In un'intervista al domenicale "Le Matin Dimanche" Amherd rileva che c'è una «chiara mancanza di donne tra i quadri dell'esercito». La sfida è quindi quella di «suscitare vocazioni». Quanto all'estensione della leva obbligatoria alle donne, «dobbiamo essere aperti a questo problema», osserva la consigliera federale.

«Non voglio escludere nessuna opzione», perché «dobbiamo trovare soluzioni per far fronte alla carenza di effettivi nell'esercito». Ma «prima di rendere l'esercito obbligatorio per le donne, bisognerà fare grandi passi avanti nella parità salariale», afferma Viola Amherd a meno di un mese dallo sciopero delle donne del 14 giugno.

Lei stessa non parteciperà alla protesta, visto che quel giorno è in programma una riunione del governo. «Se quel giorno mancano tre donne, è come lasciare che siano quattro uomini a decidere tutto... È troppo pericoloso».

Philippe Rebord, 61 anni, attuale capo dell'esercito, ha di recente annunciato le dimissioni per la fine dell'anno a causa di problemi di salute. Per trovare un successore il Consiglio federale ha istituito una commissione di selezione.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
1 ora

Quella fattoria è fuori dal mondo, anche per la Posta

Nell'estate 2016, il gigante giallo aveva informato un contadino che non gli avrebbe più consegnato pacchi e lettere al domicilio. L'uomo ha fatto ricorso, invano.

SVIZZERA
3 ore

Le banconote svizzere non piacciono ai falsari

Il 2018 si è rivelato un anno record, con sole 1200 banconote false rilevate in totale, dal valore nominale di 208'140 franchi. Nel 2001 il valore si attestava a oltre 65 milioni di franchi

ZURIGO
3 ore

Siringhe insanguinate per strada: «A Zurigo non è inusuale»

La polizia cittadina non risulta sorpresa da un ritrovamento vicino a una scuola. Se ne trovano sempre di più. Il consiglio? Buttarle

SVIZZERA
6 ore

Black Friday: un giorno di vacanza per fare shopping

Per la caccia all’affare molti prevedono di spendere tra i 100 e i 300 franchi. Solo il 25% degli acquisti viene fatto online

BERNA
15 ore

«Siamo ad un passo dall’acquisizione di UPC»

La prossima settimana gli azionisti di Sunrise decideranno in merito all'acquisto di UPC. Il CEO di Sunrise Olaf Swantee parla del suo stati d'animo e delle contromosse dei suoi avversari

BERNA
19 ore

Da Berna a Palermo con treno e traghetto: «L'aereo non è un'opzione»

Una scelta singolare quella del Municipio della capitale - a maggioranza rosso-verde - che settimana prossima si recherà per una visita di lavoro in Sicilia

GINEVRA
21 ore

Decapitata la sicurezza a Cointrin

Il capo e il suo vice sono stati licenziati con effetto immediato poiché coinvolti in un procedimento penale per corruzione

SVIZZERA
22 ore

Domino's Pizza si ritira dalla Svizzera

Il gruppo è presente nella Confederazione dal 2000; dal settembre 2012 Domino's Pizza Schweiz è filiale della britannica Domino's Pizza Group

ZURIGO / IRLANDA
1 gior

Dublino vuole riavere le ceneri di James Joyce

I resti del famoso scrittore sono custoditi nel cimitero di Fluntern a Zurigo. Ma ora due consiglieri comunali irlandesi hanno presentato una mozione per il loro trasferimento

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile