TiPress - foto d'archivio
SVIZZERA
16.05.19 - 16:280

Rapporti con l'UE: le indennità ai disoccupati preoccupano l'UDC

Stando al Consiglio federale la Svizzrea non è obbligata, ma si può tuttavia presumere che l'UE e i suoi Stati membri esigano da Berna il recepimento del regolamento rivisto

BERNA - La Svizzera avrebbe molto da perdere se l'UE modificasse le regole riguardanti le indennità dei disoccupati frontalieri. Ne è convinto il gruppo UDC che ha inoltrato una mozione sul tema. Dal canto suo, il Consiglio federale non può far nulla a questo stadio, visto che i Paesi europei non sono riusciti a trovare un'intesa sulla riforma. L'ultima parola spetta comunque al Parlamento e, se del caso, al popolo, spiega il Governo.

L'Unione democratica di centro ha depositato diversi interventi parlamentari, al quale oggi l'esecutivo ha dato risposta. Stando al Consiglio federale, spetterà alle future presidenze dell'UE proseguire i lavori di revisione del regolamento relativo al coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale.

Non esiste al momento ancora una versione definitiva della riforma, ma tutti i testi proposti dalle istanze europee prevedono che le indennità di disoccupazione verrebbero versate dall'ultimo Stato d'impiego dei frontalieri e non da quello di residenza. Stando alle stime della Segreteria di Stato dell'economia, questo cambiamento costerà diverse centinaia di milioni di franchi alla Svizzera.

Prematuro - Tramite la mozione, il gruppo UDC vorrebbe obbligare il Governo ad indicare sin da oggi a Bruxelles che Berna non adotterà il cambiamento di responsabilità. Per l'esecutivo, invece, in assenza della versione definitiva del testo, non è possibile conferire un mandato di negoziazione alla delegazione svizzera presso il comitato misto dell'Accordo di libera circolazione delle persone.

Stando al Consiglio federale, «la Svizzera non è di fatto tenuta a recepire una nuova regolamentazione. Si può tuttavia presumere che l'UE e i suoi Stati membri esigano da Berna il recepimento del regolamento rivisto». L'esecutivo precisa che «esaminerà la questione dell'eventuale recepimento a tempo debito. Considerando la portata e le ripercussioni che implica, l'accettazione del recepimento sarà probabilmente di competenza dell'Assemblea federale (con un'eventuale possibilità di referendum)».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
47 min

Le prostitute recensite non ci stanno: «Anche alcuni clienti sono disgustosi»

Non piacciono a tutte i forum dove si valutano le prestazioni. Ma c'è chi apprezza: «Una buona recensione significa un buon lavoro»

SVIZZERA
1 ora

L'industria dei videogiochi svizzera è in crescita

La Swiss Game Developers Association spera che il governo svizzero voglia sfruttare il potenziale di questo settore nella prossima legislatura

LUCERNA
10 ore

L'aggressore 23enne affronta la Polizia. La vittima: «Non vedo più da un occhio»

Il 21 settembre aveva letteralmente spaccato la faccia a un 33enne incontrato in stazione. La polizia, quindi, aveva diffuso le immagini della video sorveglianza

VALLESE
11 ore

Chamoson, l'auto trovata nel Rodano è quella della tragedia

I cadaveri dei due dispersi non sono stati per contro ritrovati nell'abitacolo

SVIZZERA / SPAGNA
14 ore

Gli indipendentisti catalani in Svizzera: «Viste da qui, queste sentenze sono inconcepibili»

Per la sezione elvetica dell'Assemblea Nacional Catalana, le condanne di oggi sono «uno scandalo nell'Europa democratica»

GINEVRA
14 ore

A processo il vicepresidente di Exit Romandia: «Ha aiutato un'86enne a morire»

I fatti risalgono all'aprile del 2017: la donna, in buona salute, aveva chiesto di poter lasciare questo mondo insieme al marito gravemente malato

FOTO
ZURIGO
16 ore

Ruba l'auto, forza il posto di blocco e investe una poliziotta

Un'agente di 39 anni è rimasta ferita gravemente. Il conducente, un cittadino svizzero, è stato fermato e arrestato

FOTO
BASILEA CITTÀ
17 ore

Bus frena bruscamente per evitare una bicicletta, sette feriti

Diversi passeggeri sono caduti a terra a causa della frenata d'emergenza del mezzo. Il ciclista non si è fermato sul luogo dell'incidente. La polizia cerca testimoni

LOSANNA
17 ore

Il Politecnico di Losanna rinuncia al concorso di Elon Musk

I ricercatori intendono concentrarsi sull'aspetto ecologico di questo tipo di trasporto del futuro

VIDEO
ZURIGO
18 ore

Un'enorme pozza di sangue sul tram, è mistero sulle cause

La vicenda è avvenuta attorno alla mezzanotte di domenica sul tram numero 2 della città di Zurigo. La compagnia di trasporti: «Oltre 2000 orme insanguinate». La polizia: «Stiamo indagando»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile