Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
01.04.19 - 07:520
Aggiornamento : 09:23

Guy Parmelin contro l'eccesso normativo

Dicendo di non voler essere un ministro interventista ha annunciato per il 1° gennaio 2020 «una prima serie di semplificazioni»

BERNA - Tre mesi dopo aver assunto le redini del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR), il consigliere federale Guy Parmelin stila un primo bilancio. Dicendo di non voler essere un ministro interventista ha annunciato per il 1° gennaio 2020 «una prima serie di semplificazioni» per affrontare il problema dell'eccesso normativo.

«Tutti si lamentano del sovraccarico delle regolamentazioni», ha dichiarato in un'intervista ai giornali 24 heures e Tribune de Genève. Parmelin riconosce tuttavia che risolvere il problema è «un processo piuttosto complicato»: «Dal momento in cui si effettuano pagamenti diretti per delle prestazioni, è normale che ci siano dei controlli».

Per quanto riguarda la formazione e la ricerca, il consigliere federale UDC dice di voler «ottimizzare i finanziamenti»: ogni franco investito deve esserlo «nel modo più efficiente». Parmelin chiede anche più trasparenza: «Bisogna mostrare meglio ciò che si fa con questi soldi».

In merito alla mobilitazione dei giovani per il clima, il consigliere federale ritiene che sia «legittimo» esprimere la propria preoccupazione e interesse per la politica. Ma ricorda che votare è anche «un modo semplice per far passare le proprie idee». A tal proposito ha deplorato la scarsa partecipazione alle recenti elezioni cantonali di Zurigo, dove solo il 32% degli aventi diritto si è recato alle urne.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
BASILEA CITTÀ
1 ora
«Smettere di combattere? Per me non è un'opzione»
Arnaud, un 18enne basilese, sta affrontando con grande coraggio la recidiva di un tumore al cervello. E nonostante le radiazioni non rinuncia ad andare a scuola
SVIZZERA
3 ore
Greta contro il WEF (su Twitter): «Non l'ho mai detto»
La giovane attivista contro il canale social ufficiale del Forum economico mondiale
GRIGIONI
10 ore
Sommaruga parla del clima, ma Trump è poco convinto
La presidente della Confederazione annuncia di voler affrontare la questione del riscaldamento globale. E l’espressione del presidente USA cambia
SVIZZERA
13 ore
«Due jumbo jet per confondere gli attentatori»
Per quale motivo il presidente americano Trump è arrivato a Zurigo con due Boeing 747-200B identici? La parola all’esperto di aviazione
GRIGIONI
13 ore
Trump: «Abbiamo fiducia al 100% nella Svizzera»
L'odierno incontro tra il presidente USA e la delegazione elvetica è durato una cinquantina di minuti. Sommaruga: «Abbiamo avuto una discussione molto aperta»
FOTO
SVIZZERA
15 ore
Babbo Natale (o Gesù Bambino) più indaffarato che mai
Letterine e disegni, ma anche ciucci e lavoretti. Tra novembre e Natale il numero di invii ha superato per la prima volta quota 30'000
GRIGIONI
17 ore
«La nostra casa è in fiamme. Agite per i vostri figli»
Greta Thunberg ha lanciato l'ennesimo monito sul cambiamento climatico dal palco del WEF
FOTO E VIDEO
BERNA
18 ore
Rogo alla Vigilia di Natale: «Difetto tecnico o candela accesa?»
Le cause dell'incendio che a dicembre ha devastato la chiesa di Herzogenbuchsee non sono ancora state chiarite. I danni ammontano a diversi milioni di franchi
SVIZZERA
21 ore
«L'America sta vincendo di nuovo, come mai prima»
Donald Trump, intervenuto al WEF di Davos, ha sottolineato come fra i meriti della sua amministrazione ci sia il più basso tasso di disoccupazione di sempre
SVIZZERA
21 ore
Sommaruga: «Il mondo sta bruciando»
Sono state queste le prime parole della Presidente della Confederazione nel suo discorso di apertura della 50esima edizione del WEF
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile