Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
28.03.19 - 11:170

Guardie di confine, Romano chiede di pensare al futuro

Al Consiglio federale il deputato ticinese chiede di elaborare un rapporto che presenti i progetti in corso e gli scenari a medio termine in materia di controllo delle frontiere nazionali

BERNA - L'evoluzione del contesto geopolitico internazionale, gli sviluppi dell'acquis di Schengen, le riforme legislative interne e i progetti di riforma correnti interni all'Amministrazione federale delle dogane modificheranno in maniera significativa il futuro del controllo delle frontiere nazionali. Ne è convinto Marco Romano, che ha chiesto al Consiglio federale di elaborare un rapporto che presenti i progetti in corso e gli scenari a medio termine in materia di controllo delle frontiere nazionali, anche in relazione a eventuali adattamenti legislativi necessari.

Nell’Amministrazione federale delle Dogane è in corso una riforma epocale: Guardie di Confine e Dogana commerciale saranno “fusionate”. Il postulato di Romano chiede «maggiore trasparenza e attenzione alla realtà di chi lavora al fronte», affinché «venga mantenuta l’attuale decentralizzazione e i confini vengano controllati non solo in ottica amministrativa ma sempre anche di sicurezza interna».

Un rapporto che riassuma e presenti i vari scenari nonché i progetti in corso «permetterebbe a tutti gli attori coinvolti di costruire le basi e le dinamiche necessarie a uno sviluppo positivo». Per il deputato ticinese «va approfondita l'organizzazione decentralizzata e la disponibilità di sufficiente personale armato».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
6 min
La variante inglese mette "in quarantena" Arosa
Fino al 6 febbraio il collegamento con gli impianti sciistici di Lenzerheide verrà sospeso.
SVIZZERA
18 min
Gestione della pandemia nel mondo: la Svizzera è a metà classifica
Secondo uno studio basato su sei criteri è la Nuova Zelanda ad aver gestito meglio l'emergenza covid. Ultimo il Brasile
BERNA 
1 ora
Gas serra ridotti del 90% entro il 2050
È la strategia climatica adottata ieri dal Consiglio federale.
VIDEO
SVIZZERA
2 ore
«Condotta di volo ad alto rischio dietro lo schianto dello Ju-52»
Lo indica il rapporto finale sull'incidente, costato la vita a venti persone nel 2018, pubblicato oggi dal SISI.
FOTO
SAN GALLO
2 ore
Donna morta su un bus
Una 69enne si è sentita male ieri mattina nei pressi di San Gallo. Inutili i tentativi di salvarle la vita.
ZURIGO
12 ore
La 31enne già vaccinata, ed è subito polemica
La donna ha esibito il certificato di vaccinazione sui social. Ma ci sono over 80 ancora in attesa.
GRIGIONI
13 ore
Nuova variante identificata a scuola: pronti i test a tappeto
L'istituto sarà chiuso fino al 6 febbraio, mascherina obbligatoria nel comune
SVIZZERA
14 ore
Ritardi anche per Moderna
Lo ha confermato l'UFSP, che non ha però specificato l'effetto dei ritardi sulle forniture elvetiche
SVIZZERA
16 ore
Il Governo raccoglie ampi consensi dopo gli adeguamenti odierni
Partiti e associazioni hanno accolto favorevolmente i provvedimenti.
SVIZZERA
16 ore
«Ecco cosa cambia per i test»
Il Consiglio federale e l'Ufsp hanno cambiato strategia per quanto riguarda l'esecuzione di tamponi.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile