Keystone
LUCERNA
18.03.19 - 11:110

Sorridono (a sorpresa) i conti cantonali

Il 2018 si è rivelato molto migliore di quanto atteso per le finanze lucernesi: il consuntivo ha chiuso con un avanzo di 68 milioni di franchi al posto di una perdita di 51

LUCERNA - Il 2018 si è rivelato molto migliore di quanto atteso per le finanze cantonali lucernesi: i conti si sono infatti chiusi con un avanzo di 68 milioni di franchi, contro l'ammanco di 51 milioni che era stato messo in preventivo.

Il cantone ha beneficiato dell'aumento degli introiti fiscali, della disciplina sul fronte delle spese, come pure di contributi più sostanziosi da parte della Banca nazionale svizzera, hanno indicato oggi i servizi del "ministro delle finanze" Marcel Schwerzmann.

L'esperienza di Lucerna viene seguita con molta attenzione in Svizzera poiché il cantone si è in passato distinto con un'aggressiva politica di riduzione delle imposte, per far fronte alla concorrenza da parte di altri cantoni della Svizzera centrale. Questo secondo i critici ha portato a risparmi eccessivi nei settori dell'istruzione, della sanità, della società e della cultura. Stando a Schwerzmann (senza partito) la politica fiscale è stata invece un successo.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Comprato per 8,90 franchi, venduto per 37'500 franchi
C'è sempre tantissimo interesse per la novità messa in circolazione dalla Posta Svizzera, ma qualcuno storce il naso
SVIZZERA
13 ore
Il vaccino sarà più caro
Le casse malati dovranno pagare 25 franchi a dose contro i 5 attuali. Per gli assicurati sarà comunque ancora gratuito.
SVIZZERA
13 ore
Un altro effetto del coronavirus: la rabbia
La pandemia ha reso molte persone più aggressive. A farne le spese è spesso chi lavora in campo medico o nei trasporti.
SVIZZERA
14 ore
Subaffitti: impedire gli abusi
Posti in consultazione tre progetti che riguardano le locazioni. Le reazioni di proprietari e inquilini però divergono.
SVIZZERA
16 ore
Attivista no vax rifiuta di pagare le tasse
Dopo il sì alla Legge Covid, Daniel Trappitsch non intende versare altri contributi.
ARGOVIA
18 ore
Hanno dovuto scegliere chi ricoverare
Il primo caso alla clinica Hirslanden di Aarau, dove metà del reparto è occupato da pazienti Covid.
ARGOVIA
19 ore
Incendio in un appartamento, morta una donna
Il rogo è divampato ieri sera in una casa plurifamiliare a Döttingen. Ancora ignote le cause.
SVIZZERA
21 ore
Più divieti per i non vaccinati: «È un'opzione»
Le parole di Lukas Engelberger. E su un eventuale obbligo vaccinale: «Pericoloso per il rapporto tra Stato e cittadini»
SVIZZERA
21 ore
«Misure incoerenti. Svizzeri discriminati rispetto ai frontalieri»
Viaggi, vaccini e terze dosi. Lorenzo Quadri interpella il Consiglio federale sulle decisioni annunciate venerdì
SVIZZERA
22 ore
La presidenza ci mostrerà un nuovo Ignazio Cassis?
Ne è convinto l'amico Fulvio Pelli in attesa della data storica (per il Ticino) dell'8 dicembre
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile