Keystone / Tipress
SVIZZERA
15.02.19 - 16:110

Premi delle casse malati: «Le deduzioni fiscali vanno raddoppiate»

La Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Nazionale ha approvato un'iniziativa parlamentare di Marco Chiesa

BERNA - Visto il forte aumento dei premi malattia negli ultimi anni, nell'ambito dell'imposta federale diretta le deduzioni fiscali per questi costi dovrebbero raddoppiare rispetto ai valori attuali. Lo chiede un'iniziativa parlamentare del consigliere nazionale Marco Chiesa (UDC/TI), approvata dalla Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio nazionale (CSSS-N) per 15 voti a 7.

Il dossier dovrà ora essere trattato dall'omologa commissione degli Stati prima di un eventuale progetto legislativo. In caso affermativo, la CSSS-N potrà elaborare un progetto concreto.

Visto il notevole aumento dei costi della cassa malati, indica una nota odierna dei servizi parlamentari, la commissione giudica necessario attenuare attraverso la fiscalità il crescente onere per il ceto medio, e soprattutto per le famiglie con bambini, rivedendo i tetti massimi deducibili.

Una minoranza è invece critica, perché crede che un aumento delle deduzioni fiscali provocherebbe una sostanziale diminuzione del gettito fiscale per la Confederazione e favorirebbe in modo sproporzionato le persone con redditi elevati.

Nella motivazione della sua iniziativa, il deputato democentrista ticinese fa notare, sulla base di uno studio della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera italiana (SUPSI), che i premi dell'assicuratore malattia in Ticino - l'evoluzione è analoga per la Svizzera tutta, fa notare Chiesa - sono cresciuti dal 2001 al 2016 del 63,7%, passando da 188 a 308 franchi mensili. In termini annuali, ciò significa che il costo è passato da 2256 a 3696 franchi per persona singola.

Per quanto concerne l'imposta federale diretta, la legge prevede una deduzione massima per oneri assicurativi e interessi da capitale a risparmio di 3500 franchi per i coniugi e di 1700 franchi per gli altri contribuenti. In presenza di un figlio o una persona bisognosa a carico, l'importo massimo deducibile è aumentato di 700 franchi. Nel 2001, questi importi erano pari invece a 2300 franchi per i coniugi e a 1200 franchi per gli altri contribuenti. Da questi dati si evince che "l'incremento dell'importo massimo della deduzione è stato quindi inferiore all'aumento effettivo dei premi".

Per tale motivo, il Consiglio federale dovrebbe rivedere verso l'alto i tetti massimi deducibili: la deduzione massima dovrebbe essere raddoppiata, ovvero portata a 7000 franchi per i coniugi e a 3500 franchi per le persone sole e a 1000 franchi per ogni figlio o persona bisognosa per cui il contribuente può far valere la deduzione prevista.

Commenti
 
aquila bianca 9 mesi fa su tio
Chi lavora per il governo, ha questa possibilità, fanno un calcolo sul reddito, e prelevano mensilmente un dodicesimo delle imposte dal salario. Sembra quasi di non pagarle, talmente é utile….. ;o) Un piccolo contributo per il conguaglio, ed é fatta….. :xD Buona giornata Thor :)))
Tato50 9 mesi fa su tio
@aquila bianca Ciao acquilotta; quello che hai scritto tu vale per il pagamento delle imposte ma non ha nessun nesso con quello che vuole Chiesa. Qui si parla di deduzioni per la Cassa Malati che ci fregano fissando un massimo. Ti faccio il mio esempio per il 2017 : Somma totale pagata in due comprese franchigie, partecipazione spese e spese non riconosciute per un totale di Fr. 24'172.- Modulo 6 lettera C; deduzione amessa 13'138.- Somma "ciolata" e pagata in più 11'034 che oltre ad averle pagate incidono anche sul reddito per la tassazione. Chiesa vuole eliminare questa porcata anche se ce ne sarebbero altre come le spese di viaggio che hanno ridotto a quando la benzina costava 80 cts al litro. ;-((( Qui te lo mettono nel retro con delicatezza che quasi non te ne accorgi ;-))
Lore62 9 mesi fa su tio
@aquila bianca In Svezia tutte le tasse sono già trattenute direttamente dal salario, saranno elevate, ma hanno parecchi servizi "GRATUITI"! Per esempio nella sanità c’è un massimo di 120 euro di spesa all’anno, superato il quale non si paga più nulla. Per i farmaci tutti pagano fino ad un tetto massimo di 250 euro all’anno, invece per i bambini è tutto gratis fino a diciotto anni, dentista compreso!
aquila bianca 9 mesi fa su tio
@Lore62 Ciao Lore, grazie per la tua info, se fosse così anche da noi, eviteremmo i morosi ed avremmo dei servizi uguali per tutti. Pura utopia da noi, troppi pro-sacocia… Buona domenica ciaooooooooooooo ;-)))
aquila bianca 9 mesi fa su tio
@Tato50 Ciao Tat*, in effetti ho cannato…… :))) Grazie per la tua correzione. Buona domenica ciaooooooooooooooooo ;-**
Tato50 9 mesi fa su tio
@aquila bianca Ciao "aquilotta", tranquilla, sapessi le volte che ho cannato io ;-)))) Ciaoooo, buona domenica anche a te ;-))
Pepperos 9 mesi fa su tio
In ogni caso la società é Terra aspra in Suisse! Non da i suoi frutti.
Trasp 9 mesi fa su tio
Altro caso di come si complica la burocrazia statale per creare lavoro inutile, e quindi dobbiamo pagare più contributi. Sarebbe così semplice, a tutti viene prelevata il contributo della cassa malati direttamente dallo stipendio, e chi ha diritto di aiuto sociali si rivolge agli aiuti sociali (vedi per l'assistenza, ecc). Gli aiuti sociali sono una cosa e la sanità un'altra.
Thor61 9 mesi fa su tio
@Trasp Potrebbero fare lo stesso anche per le tasse, farebbero prima e meno rotture di scatole per tutti. ;o)))
casi89 9 mesi fa su tio
e ora che un politico si muova.ma spero che si riccorda anche doppo le elezioni.comunque bravo.
tip75 9 mesi fa su tio
beh ma un agevolazione ovviamente fa diminuire il gettito ma vogliamo parlare di quanto e’ diminuito il potere d acquisto del cittadino in 10 anni????
Tato50 9 mesi fa su tio
@tip75 C'è qualcuno che si preoccupa solo per i redditi alti; gli altri possono crepare che non gli frega nulla (a parte quando siamo in clima di votazioni) ;-((((
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
2 min
Un guasto blocca l'Eurocity: evacuati 600 passeggeri
Il treno proveniente da Milano si è fermato poco prima delle 19.00 nei pressi di Sihlbrugg paralizzando per diverse ore la tratta ferroviaria tra Zugo e Thalwil
GRIGIONI
8 ore
Dramma sulle piste, grave una bimba: «Bisogna adeguare sempre la velocità»
L'incidente avvenuto sabato ad Arosa riapre il dibattito sui baby-sciatori travolti dagli adulti, l'esperto: «Divieti e limiti non servono»
BASILEA CITTÀ
9 ore
L'identikit del serial-killer svizzero: uomo, adulto, incensurato e sposato
Lo hanno stilato degli esperti basilesi che hanno preso in considerazione 33 assassini plurimi, e i risultati sono davvero sorprendenti
URI
13 ore
Colpo di sonno sull’A2, si ribalta con il furgoncino
Illeso il conducente ma i danni sono notevoli: circa 20mila franchi
SVIZZERA
14 ore
L'onda verde non travolge gli Stati
I ballottaggi di oggi - con la sola eccezione del Ticino - si sono svolti all'insegna della stabilità
SVIZZERA
19 ore
L'ex ceo della Posta Susanne Ruoff è passata ad Ascom
Sarà membro esterno di un gruppo di lavoro incaricato di accelerare la trasformazione del gruppo tecnologico zughese
GRIGIONI
19 ore
Nei Grigioni toccato il record: 71 cm a Müstair
Bisogna andare indietro fino al novembre del 1959 quando la nevicata di novembre si fermò a 65 centimetri
GRIGIONI
22 ore
Scontro sugli sci, grave una bambina di cinque anni
L'incidente è avvenuto sulle piste di Arosa e ha coinvolto anche un 57enne
SVIZZERA
22 ore
«Voglio restare agli affari esteri altri 10 anni»
Un cambio di dipartimento non è nei pensieri di Ignazio Cassis, ma nemmeno (a suo dire) in seno all'esecutivo federale. Ma il fatto di essere ticinese lo sfavorisce
SVIZZERA
1 gior
Raiffeisen, nuove strutture per voltare pagina
Le singole banche potranno fare sentire maggiormente la loro voce presso la sede centrale. Ogni banca disporrà di un voto nelle future assemblee generali
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile