Keystone
GRIGIONI
25.01.19 - 15:050

WEF, una prima soddisfacente per Parmelin

Il ministro democentrista si è espresso anche sull'accordo quadro: «Non ci lasceremo mettere sotto pressione»

DAVOS - Presente per la prima volta al Forum economico mondiale (WEF) di Davos (GR) in qualità di ministro dell'economia, Guy Parmelin ha stilato un bilancio complessivamente positivo dei suoi incontri e colloqui.

L'appuntamento grigionese ha in particolare permesso di presentare il punto di vista elvetico ai rappresentanti dell'Unione europea (UE) in merito all'accordo quadro istituzionale, ha affermato il consigliere federale in una conferenza stampa a margine del WEF.

Davanti ai media, Parmelin ha precisato di aver spiegato agli esponenti europei che la Svizzera effettuerà prima una consultazione e poi si rivolgerà nuovamente a Bruxelles. Per chiarire la posizione elvetica in merito ai nodi controversi, è fondamentale prendersi il tempo necessario, ha ribadito.

«Non ci lasceremo mettere sotto pressione», ha aggiunto il ministro democentrista. Nel complesso, il WEF è stato estremamente interessante, ha concluso, dicendosi orgoglioso che la Svizzera ospiti un evento di tale portata.

Commenti
 
occhiaperti 10 mesi fa su tio
Messagio chiaro, speriamo che tiene parola! Bisogna avere coraggio. Con l'EU di fattom gli interessi non sono solo di'una parte! Non sottomettersi e fare valere nostra costituzione. La SVIZZERA è la prima a rispettare la costituzione d'un'altra nazione e ciò chiede reciprocità!!
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
39 min
Caricatura sugli zingari, il Tribunale conferma: «È discriminazione»
I giudici hanno convalidato la condanna affibbiata ai due co-presidenti dei Giovani UDC Nils Fiechter e Adrian Spahr per una vignetta razzista pubblicata sui social
SVIZZERA
1 ora
Annullato il divieto di ingresso per un presunto jihadista
Per il Tribunale amministrativo federale è stato violato il diritto dell'interessato a consultare il dossier. Inoltre il presupposto del divieto è stato considerato insufficiente
SVIZZERA
1 ora
Perché due banane al muro arrivano a costare 120.000 franchi?
L’esposizione di Cattelan all’ Art Basel di Miami fa discutere. E dalla Svizzera arriva una critica illustre: «I prezzi nel mercato dell’arte sono folli».
SVIZZERA
1 ora
Festa federale di lotta, il primo bilancio sorride
Conti chiusi con un utile di 850mila franchi. Il festival ha attirato 420.000 spettatori
ZUGO / STATI UNITI
3 ore
La crema svizzera che rende il volto di Trump arancione
Il cosmetico, un cosiddetto concealer, è prodotto dalla Bronx Colors di Hünenberg
BERNA
3 ore
Non si hanno tracce di un giovane turista messicano
Il 22enne si sarebbe dovuto recare da Berna a Zermatt
SVIZZERA
4 ore
Roche: anche la quinta generazione al comando
Sette rappresentanti sono stati inclusi nel principale gruppo di azionisti, che controlla il 45,01% del colosso farmaceutico basilese
SAN GALLO
5 ore
Di nuovo apprendista a 46 anni: «In cantiere non ce la facevo più»
La storia di Sandro che ha trovato una seconda vita (e carriera) in un'azienda di autotrasporti, busta paga? 4'000 franchi. L'esperto: «È il futuro»
SVIZZERA
6 ore
Cuba: turisti bernesi puntuali in aeroporto, il volo era già partito
A questi appassionati di salsa non è mai arrivata l'email che la compagnia Edelweiss ha correttamente inviato ai suoi viaggiatori
SVIZZERA
7 ore
Swiss Re vende la sua filiale britannica
ReAssure è stata acquistata per 3,25 miliardi di sterline (circa 4,2 miliardi di franchi) alla compagnia londinese Phoenix Group
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile