Keystone
GINEVRA
29.10.18 - 18:270

Barazzone ad Abu Dhabi, il Municipio non sapeva

Il viaggio negli Emirati Arabi Uniti non avrebbe comportato alcuna spesa per la città

GINEVRA - Il Municipio di Ginevra ha preso posizione oggi sul viaggio che Guillaume Barazzone, membro dell'esecutivo cittadino oltre che consigliere nazionale PPD, ha fatto l'anno scorso ad Abu Dhabi, capitale degli Emirati Arabi Uniti. Esso ha precisato che non ne era stato messo al corrente e che il viaggio non ha comportato alcuna spesa per la Città.

Il Municipio precisa di aver ascoltato, in una riunione straordinaria, le informazioni fornite dallo stesso Barazzone. Questi ha sostenuto che il viaggio, strettamente privato, non aveva alcun legame diretto o indiretto con la sua funzione politica.

Questa "messa a punto" fa seguito all'annuncio, la settimana scorsa, che il Ministero pubblico di Ginevra ha avviato un procedimento per accettazione di vantaggi, formalmente diretto contro ignoti, e che Barazzone è stato chiamato «a fornire informazioni» sul soggiorno mediorientale e sul suo finanziamento.

Il breve viaggio negli Emirati Arabi Uniti, che si è svolto dal 23 al 26 novembre 2017, è stato interamente pagato - secondo Barazzone - da un avvocato spagnolo, suo caro amico, che risiede in quel paese. In quella occasione il municipale ginevrino e consigliere nazionale PPD ha assistito anche al Gran Premio di Formula Uno. A dargli il benvenuto è stato, in particolare, il vicepresidente e primo ministro degli Emirati, sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktum.

Il viaggio di Barazzone che suscita la curiosità della magistratura ginevrina fa inevitabilmente pensare a quello del consigliere di Stato PLR Pierre Maudet, già candidato al Consiglio federale, a sua volta perseguito penalmente per accettazione di vantaggi. Maudet si era recato con la famiglia e l'allora suo capo di gabinetto Patrick Baud-Lavigne nel novembre 2015 ad Abu Dhabi, invitato dal principe ereditario degli Emirati, lo sceicco Mohamed Bin Zayed bin Al-Nahyan.

Commenti
 
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Il Salone di Ginevra non si ferma
I giornalisti avranno accesso alle sale dalle 14 di lunedì 2 marzo. L'ingresso al pubblico al Palexpo sarà dal 5 al 15
SVIZZERA
2 ore
Richiedenti l'asilo, sospesi i trasferimenti in Italia
La decisione è stata presa dal ministro dell'Interno italiano
BERNA
3 ore
Il dilemma dei residenti di Mitholz
I 170 residenti di Mitholz sono chiamati a prendere una decisione difficile.
SVIZZERA
4 ore
Coronavirus: «Possiamo fare mille test al giorno»
È quanto ha detto oggi il ministro della sanità Alain Berset, parlando inoltre di «collaborazione transfrontaliera»
SVIZZERA
4 ore
Casi sospetti a Neuchâtel: anche tre bambini
Avevano viaggiato nell'area di Milano
SVIZZERA
5 ore
Coronavirus: Novartis blocca il prezzo di 20 generici
Si tratta di farmaci antivirali e antibiotici prodotti da Sandoz
LUCERNA
6 ore
Il carnevale lucernese ha fatto il pieno... e una quarantina di arresti
È il bilancio fornito dalle autorità locali al termine dei festeggiamenti che hanno animato la città e il cantone
SVIZZERA
7 ore
Coronavirus, le aziende vietano la stretta di mano
La diffusione mondiale del virus spinge ad adottare misure di sicurezza
FOTO
SVIZZERA / SPAGNA
9 ore
Bloccati in hotel con due italiani positivi al coronavirus
Famiglia svizzera in quarantena insieme a tutti gli altri ospiti. Infettati un medico lombardo e sua moglie
SAN GALLO
9 ore
Un carro di carnevale forse un po' troppo razzista
Quello di un ex-deputato Udc presentato al carnevale di Wangs: «Per me negro non è mica una parolaccia»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile