Keystone
SVIZZERA
25.10.18 - 10:320

«Autodeterminazione pericolosa per i diritti umani»

È quanto affermano oggi, in una nota congiunta, la Commissione federale della migrazione e quella contro il razzismo

BENRA - Un "sì" all'iniziativa per l'autodeterminazione ("Il diritto svizzero anziché giudici stranieri") il prossimo 25 di novembre, indebolirebbe la protezione dei diritti umani in Svizzera. È quanto affermano oggi, in una nota congiunta, la Commissione federale della migrazione e quella contro il razzismo, che invitano a respingere il testo in consultazione.

I diritti umani - come il diritto alla vita, alla libertà, alla sfera privata, alla libertà di credo e di coscienza, di opinione e di riunione e alla protezione contro la discriminazione - sono sanciti come diritti fondamentali nella Costituzione federale, che può tuttavia essere modificata in qualsiasi momento con la maggioranza del Popolo e dei Cantoni. Il Parlamento, inoltre, può anche introdurre leggi che violano i diritti umani.

Qualora l'iniziativa dell'UDC dovesse essere accolta, la Svizzera verrebbe privata della possibilità di presentare ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo (Corte EDU).

La Convenzione europea sui diritti dell'uomo (CEDU) è garante di questi diritti fondamentali e quindi anche della pace e della sicurezza in Europa. Per assicurare il rispetto degli standard minimi relativi ai diritti umani in tutta Europa, il Consiglio d'Europa - di cui fa parte anche la Svizzera, oltre ad altri 46 Paesi - ha creato la CEDU. In questo organo internazionale operano anche giudici svizzeri in difesa dei diritti umani.

L'iniziativa per l'autodeterminazione costringerebbe la Svizzera a ignorare la CEDU (e le sentenze della Corte) o addirittura a ritirarsi dal Consiglio d'Europa. Oltre alla Bielorussia, la Svizzera sarebbe l'unico Stato europeo a privare i suoi cittadini della protezione della CEDU.

Secondo l'iniziativa la Svizzera dovrebbe rinegoziare e, se necessario, denunciare i trattati internazionali in contrasto con la Costituzione. In tal modo si metterebbe a repentaglio la stabilità e l'affidabilità della Confederazione e si comprometterebbe il sistema internazionale da cui la Svizzera dipende, specie come piccolo Stato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
In Svizzera 182 nuovi contagi
Nessun decesso, e sette ospedalizzazioni. I dati aggiornati dall'Ufsp
SVIZZERA
2 ore
Quel ritorno a scuola, all'ombra della seconda ondata
Lunedì in diversi cantoni le scuole riapriranno i battenti, ecco quali misure adotteranno
FOTO
SVIZZERA
3 ore
Centauri in sfilata "occupano" il passo del Gottardo
Oltre 200 motociclisti si sono riuniti per manifestare contro due iniziative socialiste anti-rumore
GERMANIA
4 ore
I segni (forse) indelebili che il Covid-19 lascia sul cuore
Li hanno riscontrati dei ricercatori tedeschi, anche su pazienti giovani e che erano stati malati in modo lieve
SVIZZERA
5 ore
Martullo-Blocher: «Con la crisi del Covid-19, mai come ora, prima i nostri»
La consigliera UDC sul piede di guerra, in vista della chiamata alle urne per l'Iniziativa sulla limitazione
BERNA
6 ore
Telecamere nascoste per stanare il ladro di monete
Le ha installate Migros in una filiale bernese. Ma ora la giustizia ha scagionato il collaboratore accusato di furto
SVIZZERA
15 ore
Giovani, chiedetevi: «Devo veramente andare a quella festa?»
È l’appello del capo delle emergenze dell’Oms, Mike Ryan
SVIZZERA
19 ore
«Automobile al sole: una trappola mortale». Parola del TCS
Qualche consiglio utile per evitare brutte sorprese in questi giorni di canicola
OBVALDO
20 ore
Titlis: boom di turisti elvetici, ma non è sufficiente
Gli impianti di risalita sono presi d'assalto, ma manca comunque circa il 70% dei visitatori
SVIZZERA / LIBANO
20 ore
Nessun aiuto svizzero al Governo libanese
Gli aiuti andranno direttamente alla popolazione, tramite la Croce Rossa
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile