Keystone
GINEVRA
24.09.18 - 14:470

«Gli assicuratori sono seduti sull'oro»

Il consigliere di Stato ginevrino Mauro Poggia polemizza sull'ennesimo aumento dei premi: «Dispongono di 8.4 miliardi di riserve a fronte dei 3.8 richiesti dalla legge. Così si impoverisce la gente»

GINEVRA - All'annuncio odierno sui premi dell'assicurazione malattia di base per il 2019, il consigliere di Stato ginevrino Mauro Poggia reagisce sottolineando che gli assicuratori hanno accumulato riserve troppo grandi.

«Si impoverisce la gente, mentre si è seduti su una montagna d'oro», afferma l'esponente del Mouvement Citoyens Genevois, responsabile della polizia.

Gli assicuratori attualmente dispongono di 8,4 miliardi di franchi di riserve, a fronte dei 3,8 miliardi richiesti dalla legge, ha spiegato Poggia all'agenzia di notizie Keystone-ATS.

Riguardo all'aumento dei premi per Ginevra, il consigliere di Stato afferma che è inferiore a quanto temesse il Cantone: «Prevedevamo un +1,7% per il 2019», invece la crescita corrisponde grossomodo a quella dei costi della salute.

Per limitare questi ultimi, a suo parere, si potrebbe costringere a ricorrere maggiormente alle cure ambulatoriali, che attualmente sono prese a carico dalle casse malattia assicurazioni e sono meno costose delle stazionarie.

«I Cantoni sono disposti a parteciparvi, ma bisognerebbe che in cambio possano avere il potere di regolare l'insediamento di un nuovo studio medico sul loro territorio», afferma Mauro Poggia. Per il consigliere di Stato c'è infatti una relazione evidente tra l'offerta medica nei centri urbani e i costi della sanità.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
La "soglia dei mille" sta per saltare?
Secondo indiscrezioni, il limite agli assembramenti non verrà rinnovato a settembre
SVIZZERA
3 ore
Lauber, schiaffo all'immunità dal Consiglio degli Stati
La decisione è stata presa in modo chiaro: per 10 voti contro 1
BASILEA CITTÀ
4 ore
Sentenza della 76enne che ha ucciso Ilias: sarà internata
La Corte ha riconosciuto colpevole di assassinio la donna che ha accoltellato il piccolo di 7 anni
SAN GALLO
5 ore
Condannata la direttrice delle medie che rese possibile l'alcol-party di diploma
La donna è stata ritenuta responsabile dal giudice, fatta chiarezza sul come e il perché successe il fattaccio
SVIZZERA
5 ore
Una tavola rotonda per rilanciare l'export svizzero
Lo scambio di vedute tra i partecipanti sulle conseguenze della pandemia è stato «proficuo»
SONDAGGIO
SVIZZERA
7 ore
Una persona su quattro non vuole farsi vaccinare
Secondo un sondaggio, soltanto una minoranza dei lavoratori non intende proteggersi contro il coronavirus
SVIZZERA
8 ore
I danni delle catastrofi sono in aumento nella prima metà del 2020
Lo studio non tiene conto dei danni legati alla pandemia di coronavirus.
SVIZZERA
9 ore
Altri 187 casi, 11 ricoveri e un decesso
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 36'895. I decessi sono 1'713.
SVIZZERA
9 ore
«10mila immigrati all'anno, dicevano. Ne arrivano 75mila»
L'UDC ha lanciato la campagna per il sì all'Iniziativa per la limitazione.
SVIZZERA
9 ore
Immatricolazioni in lieve calo a luglio
In controtendenza i veicoli ibridi ed elettrici
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile