Keystone
SVIZZERA
17.09.18 - 14:010

La Legge sulle armi al Nazionale, la riforma fiscale agli Stati

n seguito il Nazionale affronterà, sempre a livello di divergenze, la revisione totale della Legge sulla protezione dei dati

BERNA - Ricominciano oggi i dibatti alle Camere federali. Al Consiglio nazionale (14.30-19.00), dopo la tradizionale ora delle domande i deputati affronteranno a livello di divergenze la revisione della legge sulle armi volta a limitare la proliferazione di quelle automatiche.

Il Parlamento è chiamato ad adeguare la legislazione in ossequio agli ultimi sviluppi del trattato di Schengen. La Camera dei Cantoni, rispetto alla soluzione adottata la scorsa sessione estiva dal Nazionale, ha inserito alcuni inasprimenti eurocompatibili per non far fallire il progetto. Il Nazionale dovrà quindi tentare di trovare un compromesso per quanto riguarda i caricatori e la tracciabilità degli elementi essenziali di un'arma.

Circa i caricatori, gli Stati hanno deciso che solo chi è autorizzato ad acquistare un'arma può anche procurarsi un caricatore di grande capacità. La direttiva Ue vuole che questo settore venga codificato. Attualmente i caricatori sono in vendita libera e il Nazionale vorrebbe lo status quo.

Circa la marcatura, i "senatori" hanno preferito il modello del Consiglio federale al posto della soluzione escogitata dal Nazionale. La direttiva Ue esige che le parti essenziali di un'arma da spalla, ossia l'alloggiamento della culatta, la culatta stessa e la canna, siano contrassegnate, e non solo una parte essenziale come deciso dalla Camera del popolo.

In seguito il Nazionale affronterà, sempre a livello di divergenze, la revisione totale della Legge sulla protezione dei dati.

Progetto fiscale in dirittura d'arrivo

Il Consiglio degli Stati (15.15-20.00) dovrà trattare a livello di divergenze il progetto di Riforma fiscale e finanziamento dell'AVS (RFFA). Per rendere più appetibile alla sinistra il "Progetto fiscale 17" e per assicurarsi il sostegno popolare in caso di votazione, il parlamento ha elaborato una compensazione sociale: ogni franco di tassazione perso sarà "compensato" con un franco di finanziamento all'AVS (e per questo motivo la designazione del progetto è stata cambiata in "Riforma fiscale e finanziamento dell'AVS").

La parte fiscale della riforma prevede così l'abolizione degli statuti speciali per le società holding e quelle di gestione invisi all'Unione europea e all'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. Questi saranno compensati con altri strumenti fiscali volti a preservare la concorrenzialità della Svizzera a livello internazionale, limitando le perdite fiscali per Confederazione, Cantoni e Comuni. Le divergenze riguardano il principio degli apporti di capitale introdotti nel 2011.

Il progetto di riforma fiscale dovrebbe essere definitivamente adottato dal parlamento entro la fine della corrente sessione. Una volta concluso l'esame parlamentare, le misure più urgenti potrebbero entrare in vigore rapidamente, le altre il primo gennaio 2020. Se ci sarà referendum, la votazione dovrebbe tenersi in febbraio o maggio 2019.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
In Svizzera 182 nuovi contagi
Nessun decesso, e sette ospedalizzazioni. I dati aggiornati dall'Ufsp
SVIZZERA
2 ore
Quel ritorno a scuola, all'ombra della seconda ondata
Lunedì in diversi cantoni le scuole riapriranno i battenti, ecco quali misure adotteranno
FOTO
SVIZZERA
3 ore
Centauri in sfilata "occupano" il passo del Gottardo
Oltre 200 motociclisti si sono riuniti per manifestare contro due iniziative socialiste anti-rumore
GERMANIA
4 ore
I segni (forse) indelebili che il Covid-19 lascia sul cuore
Li hanno riscontrati dei ricercatori tedeschi, anche su pazienti giovani e che erano stati malati in modo lieve
SVIZZERA
5 ore
Martullo-Blocher: «Con la crisi del Covid-19, mai come ora, prima i nostri»
La consigliera UDC sul piede di guerra, in vista della chiamata alle urne per l'Iniziativa sulla limitazione
BERNA
6 ore
Telecamere nascoste per stanare il ladro di monete
Le ha installate Migros in una filiale bernese. Ma ora la giustizia ha scagionato il collaboratore accusato di furto
SVIZZERA
15 ore
Giovani, chiedetevi: «Devo veramente andare a quella festa?»
È l’appello del capo delle emergenze dell’Oms, Mike Ryan
SVIZZERA
19 ore
«Automobile al sole: una trappola mortale». Parola del TCS
Qualche consiglio utile per evitare brutte sorprese in questi giorni di canicola
OBVALDO
20 ore
Titlis: boom di turisti elvetici, ma non è sufficiente
Gli impianti di risalita sono presi d'assalto, ma manca comunque circa il 70% dei visitatori
SVIZZERA / LIBANO
20 ore
Nessun aiuto svizzero al Governo libanese
Gli aiuti andranno direttamente alla popolazione, tramite la Croce Rossa
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile