Keystone
GINEVRA
06.09.18 - 15:130

Il PLR condanna l'errore di Pierre Maudet

Il partito esprime un «sostegno critico, attento e senza compromessi» al consigliere di Stato ed esige una «totale trasparenza» da parte sua.

GINEVRA - La sezione cantonale ginevrina del PLR condanna «totalmente e senza riserve» il «grave errore» commesso dal suo consigliere di Stato Pierre Maudet. Questa presa di posizione giunge l'indomani del parziale "mea culpa" del magistrato ginevrino riguardo al suo controverso viaggio ad Abu Dhabi nel 2015, non pagato di tasca propria.

«Ci siamo sentiti urtati, poiché c'è una menzogna legata ai valori che difendiamo», ha indicato a Keystone-ATS il presidente del PLR ginevrino Alexandre de Senarclen. Il comitato direttivo si è riunito in seduta straordinaria oggi, giorno del Digiuno a Ginevra. Ha ascoltato Maudet durante un'ora e ne ha in seguito discusso durante un'altra ora, ha precisato de Senarclens.

A questo stadio dell'inchiesta, il partito esprime un «sostegno critico, attento e senza compromessi a Maudet» ed esige una «totale trasparenza» da parte sua. Il PLR del canton Ginevra non era stato informato delle circostanze del controverso viaggio prima della parziale ammissione dello stesso Pierre Maudet ieri sera sul canale televisivo regionale Léman Bleu.

Lettera aperta

Il presidente della sezione cantonale ha tuttavia ricordato il bilancio di undici anni d'esecutivo da parte di Maudet, dapprima nel Municipio della Città di Ginevra e poi in Consiglio di Stato. «Questo errore non deve far dimenticare la sua lunga carriera al servizio di Ginevra e dei suoi cittadini», ha rilevato il PLR.

Il partito prende inoltre atto delle disposizioni prese ieri dal Consiglio di Stato ginevrino per assicurare il buon andamento delle istituzioni. Il governo ha annunciato di aver tolto alcune prerogative a Pierre Maudet, ma quest'ultimo per il momento mantiene l'essenziale delle sue competenze.

Alcune ore dopo aver ammesso di «aver nascosto una parte della verità» su Léman Bleu il consigliere di Stato ginevrino ha inoltre pubblicato una lettera di scuse ai Ginevrini.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
CITTÀ DEL VATICANO
1 ora
Vent'anni al servizio del Papa tra disciplina, turni e rinunce
Vent'anni a proteggere il Santo Padre nel periodo più tragico della Chiesa. Ritratto di una professione fuori dal comune
SVIZZERA
8 ore
«Ci prepariamo a dover trasferire i pazienti»
Da domani l'Hôpital du Valais alza l'allerta al livello più alto, che implica il bisogno di aiuto esterno
FRIBURGO
9 ore
Si schianta sulla chiesa con il parapendio
La Rega ha trasportato il 27enne, vittima dell'incidente, in ospedale
SVIZZERA
10 ore
Terremoto di magnitudo 4,4 in Svizzera
L'epicentro è stato localizzato nel Canton Glarona
ARGOVIA
11 ore
L'assembramento per l'anniversario del centro commerciale fa discutere
In rete circolano le immagini di un evento tenuto sabato allo Shoppi Tivoli di Spreitenbach: «Irresponsabili».
URI
16 ore
Frana sul Susten, il passo è bloccato fino a nuovo avviso
C'è ancora rischio di nuovi smottamenti. Al momento del crollo in loco c'era una comitiva di escursionisti
NIDVALDO
19 ore
Abbandona l'auto (distrutta) in mezzo all'autostrada e fugge
Aveva avuto un incidente e ha deciso di allontanarsi. Diverse ore dopo si è però presentato in polizia.
SVIZZERA
20 ore
Affitti commerciali: non tutti hanno sofferto
Un terzo dei commerci in locazione ha conosciuto difficoltà a causa del semiconfinamento.
SVITTO
21 ore
Casa anziani lancia un appello per personale immediato
La casa di riposo Rubiswil è alla ricerca d'infermieri e «mani in grado di aiutare»
BERNA
21 ore
Coronavirus: Consiglio federale col freno a mano tirato «per paura di critiche»
Secondo il SonntagsBlick, il governo tentennerebbe per timore dell'accusa di voler istituire una "Corona-Diktatur".
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile