Keystone
GINEVRA
06.09.18 - 15:130

Il PLR condanna l'errore di Pierre Maudet

Il partito esprime un «sostegno critico, attento e senza compromessi» al consigliere di Stato ed esige una «totale trasparenza» da parte sua.

GINEVRA - La sezione cantonale ginevrina del PLR condanna «totalmente e senza riserve» il «grave errore» commesso dal suo consigliere di Stato Pierre Maudet. Questa presa di posizione giunge l'indomani del parziale "mea culpa" del magistrato ginevrino riguardo al suo controverso viaggio ad Abu Dhabi nel 2015, non pagato di tasca propria.

«Ci siamo sentiti urtati, poiché c'è una menzogna legata ai valori che difendiamo», ha indicato a Keystone-ATS il presidente del PLR ginevrino Alexandre de Senarclen. Il comitato direttivo si è riunito in seduta straordinaria oggi, giorno del Digiuno a Ginevra. Ha ascoltato Maudet durante un'ora e ne ha in seguito discusso durante un'altra ora, ha precisato de Senarclens.

A questo stadio dell'inchiesta, il partito esprime un «sostegno critico, attento e senza compromessi a Maudet» ed esige una «totale trasparenza» da parte sua. Il PLR del canton Ginevra non era stato informato delle circostanze del controverso viaggio prima della parziale ammissione dello stesso Pierre Maudet ieri sera sul canale televisivo regionale Léman Bleu.

Lettera aperta

Il presidente della sezione cantonale ha tuttavia ricordato il bilancio di undici anni d'esecutivo da parte di Maudet, dapprima nel Municipio della Città di Ginevra e poi in Consiglio di Stato. «Questo errore non deve far dimenticare la sua lunga carriera al servizio di Ginevra e dei suoi cittadini», ha rilevato il PLR.

Il partito prende inoltre atto delle disposizioni prese ieri dal Consiglio di Stato ginevrino per assicurare il buon andamento delle istituzioni. Il governo ha annunciato di aver tolto alcune prerogative a Pierre Maudet, ma quest'ultimo per il momento mantiene l'essenziale delle sue competenze.

Alcune ore dopo aver ammesso di «aver nascosto una parte della verità» su Léman Bleu il consigliere di Stato ginevrino ha inoltre pubblicato una lettera di scuse ai Ginevrini.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA / REGNO UNITO
1 ora
Dipendente si ferisce, multa a Nestlé
Sanzione da 600mila sterline contro la multinazionale
SVIZZERA
2 ore
Il vaccino anti-Covid guadagna consensi
In ottobre la percentuale dei favorevoli era al 16%, ora è salita al 41%.
SVIZZERA
2 ore
Vaccinati i primi consiglieri federali
Nell'ambito di un'azione privata, oggi il preparato è stato somministrato ad alcuni membri del Governo
SVIZZERA
2 ore
Un test negativo per entrare in Svizzera?
È la proposta avanzata dalla Commissione della sanità e socialità del Consiglio nazionale
SVIZZERA
3 ore
Se c'è in gioco la variante, in quarantena anche il contatto del contatto
È quanto raccomanda l'Ufficio federale della sanità pubblica per contrastare la diffusione del virus mutato
SVIZZERA/GERMANIA
4 ore
Il tampone obbligatorio ai frontalieri potrebbe avere un «forte impatto negativo»
La commissione dell'Alto Reno chiede un regime eccezionale rispetto alle misure introdotte da Berlino
SVIZZERA
5 ore
«Misure anti-coronavirus efficaci»
È il parere della task force scientifica in merito agli approcci cantonali durante l'autunno 2020
SVIZZERA
6 ore
Niente svendita all'estero degli immobili delle imprese in difficoltà
È l'obiettivo che si propone un'iniziativa della Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale
SVIZZERA
6 ore
In Svizzera altri 2'396 casi di coronavirus
Le autorità sanitarie federali segnalano anche 66 nuovi decessi e 139 ospedalizzazioni
SVIZZERA
6 ore
La BNS vuole assicurarsi il marchio "e-franco"
Si tratta di una possibile versione digitale del franco
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile