Tipress
SVIZZERA
05.09.18 - 11:030

Protezione dell'ambiente: proposta da 148 milioni

Il Consiglio federale ha licenziato oggi un messaggio per il quadriennio 2019-2022

BERNA - La Confederazione dovrebbe stanziare 147,83 milioni di franchi per la protezione dell'ambiente all'estero, nel rispetto dei suoi impegni internazionali, per il quadriennio 2019-2022. È quanto prevede un messaggio licenziato oggi dal Consiglio federale.

L'importo del credito quadro è identico a quello del periodo 2015-2018 e leggermente inferiore a quello dei quattro anni precedenti (che era pari a 148,93 milioni di franchi). Il parlamento dovrebbe pronunciarsi entro la fine dell'anno, si legge in un comunicato pubblicato dal governo.

Il denaro è destinato a quattro fondi. La maggior parte, pari a circa 118,34 milioni di franchi, sarà destinata al Fondo globale per l'ambiente. Dal 1991, quest'ultimo - un partenariato tra 183 Paesi, organizzazioni internazionali, settore privato e società civile - ha versato ai Paesi in via di sviluppo 16,2 miliardi di dollari statunitensi (15,7 miliardi di franchi al cambio attuale) per la protezione del clima, della biodiversità, delle acque internazionali come pure per la conservazione dei suoli e la gestione dei prodotti chimici e dei rifiuti.

Al Fondo multilaterale per l'ozono (destinato alla lotta contro le sostanze che riducono lo strato di questo gas nell'atmosfera) dovrebbero andare 13,54 milioni di franchi e a due fondi climatici altri complessivi 13,15 milioni. Il messaggio del governo prevede anche 2,8 milioni di franchi per permettere all'amministrazione federale di monitorare tutti questi finanziamenti.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
I camerieri possono essere obbligati a presentare il certificato Covid
La misura deve essere proporzionata e valutata caso per caso
ZURIGO
2 ore
Nessun controllo dei certificati, piscina chiusa dalla polizia
All'ingresso della struttura coperta erano affissi dei cartelli indicanti che non vi sarebbe stato alcun controllo.
BERNA
5 ore
Berna ne ha abbastanza dei No-Vax
La Città federale ha deciso di vietare qualsiasi manifestazione contro le misure anti-Covid-19.
SVIZZERA
6 ore
«No alle pellicce ottenute con la sofferenza degli animali»
Il Parlamento ha ricevuto una petizione che chiede di vietare l'importazione di prodotti ottenuti in modo crudele.
ZURIGO
6 ore
«Vittima di una violenza brutale»
La polizia zurighese fornisce nuovi informazioni sul delitto: «La persona fermata è un 20enne e ha confessato».
BERNA
7 ore
La curva dei contagi continua a calare
Nelle ultime 72 ore 102 perone hanno necessitato di un ricovero in ospedale.
FOTO
SVIZZERA
10 ore
Università al via, tra Covid Pass e polemiche
Alcune centinaia di studenti si sono riuniti davanti a diversi atenei per protestare contro l'uso del certificato.
CONFINE
12 ore
Vaccinati o no? Al via i controlli al confine
Chi valica la frontiera in entrata, da oggi dovrà essere in possesso di "pass", e compilare un modulo
SVIZZERA
13 ore
«I vaccinati dovrebbero togliere la mascherina»
Secondo il primario Andreas Widmer ora c'è il rischio che gli ospedali si riempiano a causa dei malati di influenza.
SVIZZERA
13 ore
Un "Rendez-Vous" su Bundesplatz
Dal 16 ottobre al 20 novembre la facciata tornerà a illuminarsi per combattere il cambiamento climatico.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile