Keystone
SVIZZERA
04.05.18 - 15:590

Berset per la Giornata dell'Europa: «Pace e sicurezza nell'interesse della Svizzera»

L'adesione al Consiglio d'Europa «ha consentito a molti Paesi di modernizzare la propria tutela giurisdizionale e la protezione delle libertà»

BERNA - «La pace e la sicurezza in Europa sono nell'interesse della Svizzera». Lo afferma il presidente della Confederazione Alain Berset in occasione della Giornata dell'Europa, che si celebra domani.

Era il 1949 quando venne fondato il Consiglio d'Europa, con l'intento di ricostruire un continente devastato dalla guerra e favorire il suo progresso economico e sociale. Diventato nel frattempo una delle principali istituzione paneuropee, esso si occupa di promuovere i diritti dell'uomo, lo Stato di diritto e la democrazia, ricorda Berset nel suo messaggio.

Quasi tutti gli Stati del continente hanno nel frattempo aderito a questa organizzazione che ha sede a Strasburgo; la Svizzera ne fa parte dal 1963. L'adesione al Consiglio d'Europa «ha consentito a molti Paesi di modernizzare la propria tutela giurisdizionale e la protezione delle libertà», dice il consigliere federale, che rileva anche l'importanza della Convenzione europea dei diritti dell'uomo (CEDU).

Si tratta di «uno strumento essenziale che consente a ogni singolo individuo, una volta esauriti tutti i rimedi giuridici nel proprio Paese, di rivolgersi alla Corte europea dei diritti dell'uomo». Dalla proibizione della tortura alla libertà di espressione, la CEDU è una «colonna portante dell'ordinamento giuridico europeo» e la Svizzera, quale Paese attento alle minoranze, «accorda ad essa un'importanza particolare».

Nonostante i successi raggiunti dal Consiglio d'Europa in quasi 70 anni di operato, «il suo futuro si presenta incerto», dice ancora Berset, secondo cui in questo momento «fanno scalpore» le accuse di corruzione dell'Assemblea parlamentare. Inoltre, negli ultimi anni la polarizzazione politica è aumentata. «È preoccupante constatare che alcuni Stati hanno la tendenza ad attuare solo in modo selettivo le raccomandazioni del Consiglio d'Europa e le sentenze della Corte di Strasburgo o a utilizzare il versamento del proprio contributo come strumento di pressione politica».

È nell'interesse della Svizzera - dichiara ancora il presidente della Confederazione - che il Consiglio d'Europa funzioni bene. Per Paesi aperti, democratici e impegnati economicamente in tutto il mondo come il nostro, il rispetto del diritto internazionale è fondamentale. Esso protegge gli Stati più piccoli obbligando quelli più grandi a rispettare le regole definite di comune accordo.

Per questo motivo, il Consiglio federale sostiene le riforme in corso e respinge l'iniziativa popolare «Il diritto svizzero anziché giudici stranieri», che «indebolirebbe non solo la posizione della Svizzera in seno al Consiglio d'Europa, ma anche l'impegno del nostro Paese a livello internazionale a favore dello Stato di diritto e della certezza del diritto».

Il 5 maggio - conclude Berset - è una giornata da celebrare «nel segno della riconoscenza ed è anche un invito, rivolto a tutti noi, a proteggere il modello di successo europeo».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
54 min
«Se loro sbagliano, la gente perde fiducia»
Knill: «In una pandemia, questo è particolarmente pericoloso perché può avere un impatto diretto sui contagi»
SVIZZERA
5 ore
Swiss parla il Ceo: «La ripresa è più dura del previsto»
Il 2020 per la compagnia elvetica «sarà una grande sfida», per ora le prenotazioni sono il 20% del normale
LIBANO / SVIZZERA
5 ore
«Sembra che da qui sia passata la guerra»
La 26enne svizzera Souraya Khaled vive vicino al porto di Beirut. Ecco come ha vissuto l'esplosione.
SVIZZERA
6 ore
Mancano macchinisti, le FFS sopprimono alcuni treni
La crisi del coronavirus ha ulteriormente messo in difficoltà le Ferrovie federali.
SVIZZERA
7 ore
«Il virus sta aumentando». Spagna nella lista nera. A rischio le donne incinte
Dalla decisione sono al momento escluse le Isole Baleari e le Isole Canarie
SVIZZERA
8 ore
Chi torna dalla Spagna dovrà mettersi in quarantena
Chiunque rientrerà dal Paese iberico dovrà annunciarsi alle autorità cantonali.
SVIZZERA
8 ore
Altri 181 casi e un ricovero, ma nessun decesso
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 35'927. I decessi sono 1'706.
SVIZZERA
9 ore
«Molti hanno problemi respiratori anche dopo essere stati dimessi»
L'ospedale di Friburgo ha analizzato i dati dei pazienti ospedalizzati con un'infezione da Sars-CoV2 tra marzo e aprile.
SVIZZERA
10 ore
Migliorano le stime del PIL svizzero
Il KOF prevede ora una flessione leggermente meno marcata di quanto precedentemente ipotizzato.
SVIZZERA
11 ore
«La crisi ha mostrato l'importanza della libera circolazione»
Per l'Usam un sì all'iniziativa "per un'immigrazione moderata" affosserebbe le PMI elvetiche.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile