Keystone
GINEVRA
15.04.18 - 17:350
Aggiornamento : 18:47

Pierre Maudet eletto al primo turno

Per conoscere il resto del compagine governativa occorrerà attendere il 6 maggio

GINEVRA - Pierre Maudet è l'unico consigliere di Stato ginevrino ad essere stato rieletto al primo turno oggi. Per conoscere il resto del compagine governativa occorrerà attendere il 6 maggio. Il PPD uscente, Luc Barthassat, si è piazzato solo nono e il suo seggio sembra in pericolo.

Per Maudet il risultato odierno è una conferma della politica condotta in questi anni. Il responsabile del Dipartimento della sicurezza e dell'economia ritiene che la sua candidatura al Consiglio federale lo abbia aiutato perché, ha detto, «i ginevrini si sono resi conto che posso difendere i loro interessi».

La secondo posto si è piazzato il consigliere di stato Mauro Poggia, del Mouvement citoyens genevois (MCG), seguito dal responsabile delle finanze, il PPD Serge Dal Busco, e dal verde uscente Antonio Hodgers.

La responsabile dell'istruzione pubblica, la socialista Anne Emery Torracinta, criticata da diverse parti durante la campagna, ha terminato in quinta posizione. «Sono molto sollevata», ha dichiarato.

Il consigliere di Stato uscente Luc Barthassat (PPD) è il grande perdente di queste elezioni: si piazza solo al nono posto, superato da due candidate socialiste e una PLR.

Per Barthassat, il settore dei trasporti, che dirige dal 2013, è molto sensibile ed è una delle cause del brutto risultato odierno. Cinque anni fa, la Verde Michèle Künzler, che lo aveva preceduto alla testa dello stesso dipartimento, si era ritirata sopo il primo turno perché aveva ottenuto soltanto il 17esimo posto.

Per il secondo turno, PLR e PPD sperano di conservare i loro 4 seggi nell'esecutivo. A sinistra non sono ancora state prese decisioni e non si sa ancora quanti candidati si presenteranno. La rappresentante di Ensemble à gauche, Jocelyne Haller, arrivata 14esima potrebbe figurare sulla lista dell'Alternativa di sinistra ma "ci vuole una base politica chiara e un programma con contenuti".

Il Mouvement citoyens genevois è soddisfatto del secondo posto ottenuto da Mauro Poggia, mentre l'UDC ritiene che non vi siano ragioni di ritirare il suo candidato, il consigliere nazionale, Yves Nidegger, dalla corsa.

MCG e UDC indebolite -  Il Mouvement citoyens genevois (MCG), che nel 2013 era il secondo partito nel legislativo ginevrino, è uscito oggi dimezzato dalle urne e ha trascinato verso il basso anche l'UDC. Tutti gli altri partiti guadagnano, in particolare il PLR che rafforza la sua prima posizione passando da 24 a 29 seggi e riesce a far eleggere al primo turno l'uscente Pierre Maudet.

Genève en Marche, il nuovo partito dell'ex leader dell'MCG, Eric Stauffer, non ha raggiunto il quorum del 7% necessario per entrare nel parlamento cantonale, ma ha avuto un impatto tutt'altro che irrisorio: l'MCG, che aveva conquistato 20 seggi cinque anni fa, ora invece scende a 11. Anche l'UDC, apparentata all'MCG, perde tre seggi scendendo a quota 8.

Il segretario generale François Baertschi relativizza: "Genève en Marche ha creato una macchina per distruggere l'MCG, ma non ci è riuscito", ha detto. Deluso il presidente dell'UDC ginevrina, Marc Fuhrmann; a suo avviso "la presenza di tre formazioni sullo stesso segmento, MCG, Genève en Marche e UDC, ha complicato la scelta degli elettori".

Malgrado gli ingenti mezzi finanziari messi campo, Genève en Marche ha ottenuto solo il 4,25% dei voti. Il partito, creato appositamente in settembre per queste elezioni, verrà sciolto, ha annunciato all'ats Carlos Medeiros, uno dei vicepresidenti.

Il crollo dell'MCG ha fatto guadagnare voti sia al centro destra che alla sinistra: il PLR si rafforza passando da 24 a 29 seggi e il PPD guadagna un seggio e arriva a 12. La destra (PLR, PPD, UDC) totalizza così 49 seggi, contro 46 cinque anni fa. Il PS passa da 15 a 17, i Verdi da 10 a 15, Ensemble à Gauche perde un seggio e si ferma a 8. La sinistra dispone ora di 40 voti, sei in più rispetto al 2013.

 

Commenti
 
Gus 1 anno fa su tio
Grande Maudet e grande PLR!
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
1 ora
Operazioni di volo: «Le tasse sono troppo elevate»
L'Ufficio federale dell'aviazione civile ha imposto una loro riduzione a partire dal 1° aprile 2020
SVIZZERA
2 ore
Christian Levrat non si ricandiderà
«Sono stato presidente per dodici anni, con molto piacere ed energia, ma è una funzione logorante, sia sul piano politico che personale» ha dichiarato il presidente del PS
FRIBURGO
3 ore
Liberale, fidanzata e fan della fondue: ecco la consigliera agli Stati più giovane
Classe 1988, Johanna Gapany è stata eletta domenica al ballottaggio a Friburgo. Donne che si impegnano in politica, afferma, ce ne vorrebbero di più
ZURIGO
3 ore
5G: la maggioranza della popolazione vorrebbe fosse fermato
Secondo un sondaggio Tamedia, più della metà degli intervistati è contro una copertura a tappeto. A trarne vantaggio, sostengono, sarebbero le grandi aziende
VIDEO
ZURIGO
11 ore
Dopo la partita devasta il tram a calci
L'atto di vandalismo si è verificato ieri pomeriggio al termine dell'incontro di calcio tra Zurigo e Sion. Non è la prima volta che gli ultras tigurini si rendono protagonisti di scene simili
SCIAFFUSA
13 ore
Parte un colpo dall'arma d'ordinanza, due agenti in ospedale
Il poliziotto che ha sparato ha riportato ferite a una mano, mentre un collega potrebbe aver subito danni all'udito
GINEVRA
14 ore
Prevenzione contro la radicalizzazione: «Bilancio positivo»
Il programma socioeducativo lanciato nel giugno del 2016 ha gestito 126 casi, la maggior parte dei quali legati all'islamismo. Apotheloz: «Lo Stato Islamico sembra morto, ma dobbiamo rimanere attenti»
FRIBURGO
17 ore
Caos ballottaggio: «Inutile la riconta dei voti»
La cancelleria cantonale ritiene non vi siano motivi validi per un riconteggio: «Il problema è stato unicamente di trasmissione». Ma il PPD, che ha perso il proprio seggio agli Stati, pensa al ricorso
LUCERNA
20 ore
Furto milionario in gioielleria, sei persone arrestate
Il colpo è avvenuto il 26 ottobre presso la gioielleria Gübelin in pieno centro. Parte del bottino è stata recuperata
BERNA
21 ore
L'Udc rivendica «il diritto di scherzare» sui gay
Includere l'omofobia nella legge anti-razzismo? Un comitato referendario, riunito oggi nella capitale, ha illustrato i motivi del "no"
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile