Keystone
SVIZZERA
13.02.18 - 09:050

Doris Leuthard: «Prematuro mettere alla gogna Susanne Ruoff»

Secondo la ministra dei trasporti, prima di lanciare accuse sulla direttrice della Posta dopo lo scandalo dei trucchi contabili di AutoPostale occorre scoprire cosa sia realmente successo

BERNA - La direttrice della Posta Susanne Ruoff gode sempre della fiducia del Consiglio federale nonostante lo scandalo dei trucchi contabili di AutoPostale. Secondo la ministra dei trasporti Doris Leuthard, occorre dapprima scoprire cosa sia realmente successo.

Se fossero stati commessi errori rilevanti dal punto di vista penale allora cadranno anche delle teste, ha dichiarato la consigliera federale alla trasmissione televisiva "Talk Täglich" dell'emittente regionale argoviese AZ-Medien.

Doris Leuthard mette in guardia da condanne premature. Dobbiamo in primis sapere quanto è realmente accaduto, chi ha ordinato i trucchi contabili, chi sapeva e, se del caso, chi è responsabile. In un secondo tempo, parleremo delle conseguenze, ha aggiunto la ministra dei trasporti.

L'argoviese, il cui dipartimento è responsabile anche della Posta, ha già chiesto che sia fatta piena luce sulla vicenda di AutoPostale.

Per il momento, vi sono molte supposizioni che non sono provate, ha sottolineato Doris Leuthard, secondo cui le speculazioni devono cessare. La consigliera federale ha anche osservato che la stessa informazione secondo la quale La Posta aveva fissato un obiettivo di redditività alla sua filiale è erronea. A suo avviso, tali direttive non sono mai state pronunciate per il trasporto regionale di persone.

Problemi contabili e irregolarità - La consigliera federale è stata informata in novembre dall'Ufficio federale dei trasporti (UFT) di un problema contabile e di irregolarità in seno AutoPostale SA. L'ampiezza delle operazioni contabili illecite non erano ancora note. "Sapevano soltanto che dovevamo intervenire", ha detto Doris Leuthard.

AutoPostale ha percepito illecitamente 78,3 milioni di franchi di sovvenzioni federali e cantonali tra il 2007 e il 2015, stando a un rapporto dell'UFT che ha rivelato le irregolarità. La somma potrebbe superare i 100 milioni quando tutte le questioni saranno delucidate.

L'UFT vuole presentare una denuncia penale presso il Ministero pubblico della Confederazione (MPC). Sarà formulata in maniera aperta e contro ignoti. Così tutti gli organi della Posta potranno essere presi di mira.

Commenti
 
MIM 3 mesi fa su tio
In altre parole, tradotto nel linguaggio comune: "Cose nostre all'interno del PPD"
Evry 3 mesi fa su tio
L'Iceberg si ingrandisce, sono state rilevate ulteriori malversazioni, ormai la denuncia penale è uscio della porta ! Certamente che per la Ruoff e Co. non saranno rose ! E per chi le ha confermato la fiducia un gran smacco. VERGOGNA!
Evry 3 mesi fa su tio
La Ruoff deve essere licenziata suiu due piedi !!!! VERGOGNA !!! Nell'EU sarebbe già stata destituita !!!!
pillola rossa 3 mesi fa su tio
Susannina figlia di un esperto in tassazioni... vuoi vedere che il papi esperto le ha spiegato sbagliato?!
vulpus 3 mesi fa su tio
Che anche a livello federale ci sia un caso alla Beltraconfuso?dalle dichiarazioni udite si direbbe che anche questa signora non sappia cosa fanno i suoi funzionari.Probabilmente è troppo concentrata a chiudere gli uffici postali , che a gestire la propsia azienda ,in tutti i settori.È ploco accettabile che ,sebbene a conoscenza dei fatti da alcuni anni, non abbia preso le misure necessarie.Questa signora ha già fatto troppi danni .È auspicabile che celermente abbia ad abbandonare l'amministrazione di questa azienda.
Thor61 3 mesi fa su tio
@vulpus La direttrice è solo una esecutrice di ordini, e gli ordini guarda caso sono della CF DL.
Evry 3 mesi fa su tio
@Thor61 Affermazione poco approfondita e fondata su conoscenze assai superficiali... non è del tutto cosi. I direttori sono stipendiati per mansioni chiaramente definite e non prevedono l'accettazione di malversazioni !
Thor61 3 mesi fa su tio
@Evry Se si fa il proprio lavoro correttamente! Ma se il "Capo" ti dice cosa DEVI fare essendo un dipendente (Seppur costosissimo) o lo fai o vai a casa, La direttrice a scelto di eseguire a suo rischio e alla fine l'hanno beccata con le mani nella marmellata. Anche la difesa della CF DL nei suoi confronti è parte del "Gioco" dato che è lei la dispensatrice di ordini.
Tags
leuthard
doris leuthard
doris
posta
autopostale
trasporti
uft
ruoff
consigliera
ministra trasporti
TOP NEWS Svizzera
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report