Ti Press
SVIZZERA
17.01.18 - 13:100

Azioni nominative e non al portatore per più trasparenza

È questa una delle principali misure decise dal Consiglio federale per attuare le raccomandazioni del Forum globale sulla trasparenza e sullo scambio di informazioni a fini fiscali (Forum globale)

BERNA - Convertire le azioni al portatore in azioni nominative. È questa una delle principali misure decise dal Consiglio federale per attuare le raccomandazioni del Forum globale sulla trasparenza e sullo scambio di informazioni a fini fiscali (Forum globale). Sono inoltre previste nuove sanzioni per azionisti e società in caso di non rispetto delle norme. Il progetto è in consultazione fino al 24 aprile.

Le disposizioni introdotte nel 2015 (legge GAFI) hanno portato a un sostanziale avvicinamento delle azioni al portatore e nominative, precisa un rapporto del governo. La relativa anonimità e le agevolazioni a livello di trasferimento sono state notevolmente ridimensionate, tanto che, secondo l'esecutivo, abolendo quelle al portatore non ci saranno modifiche sostanziali dei diritti e degli obblighi degli azionisti. La Svizzera si aggrega così ad altre importanti piazze finanziarie che hanno agito allo stesso modo, come Regno Unito, Singapore, Hong Kong, Austria, USA.

Fra le altre misure proposte dal Consiglio federale figurano sanzioni in caso di violazione, da parte degli azionisti o delle aziende, dell'obbligo di annunciare gli aventi economicamente diritto. Le società devono inoltre presentare elenchi degli azionisti e metterli a disposizione di autorità e intermediari finanziari se ciò serve all'adempimento dei loro compiti legali.

Il progetto del governo, che dovrebbe essere discusso dal parlamento il prossimo inverno, contiene infine disposizioni sulla confidenzialità delle domande di assistenza amministrativa.

Nella sua seduta odierna, il governo ha per altro deciso di non portare avanti il progetto d'introduzione di una legge federale sull'applicazione unilaterale dello standard OCSE sullo scambio di informazioni (LASSI). Sul tema era stata avviata una consultazione il 22 ottobre 2014. Da allora, con numerosi altri Paesi, sono state concluse convenzioni per evitare le doppie imposizioni e sono stati raggiunti accordi fiscali sullo scambio di informazioni conformi allo standard.

Oltretutto, rileva l'esecutivo, con l'applicazione dal primo gennaio scorso 2018 della Convenzione sull'assistenza amministrativa in materia fiscale è aumentato il numero di Stati partner con cui la Svizzera può scambiare informazioni su richiesta secondo lo standard dell'OCSE. L'applicazione unilaterale perseguita con la LASSI è quindi divenuta superflua, conclude il governo, assicurando tuttavia di voler pubblicare il rapporto sui risultati della procedura di consultazione in materia.

Il Forum globale opera affinché gli standard in materia di scambio di informazioni siano applicati in modo uniforme a livello internazionale. Regolarmente vengono realizzate valutazioni tra pari, sia a livello giuridico (fase 1) che di applicazione (fase 2) e formulate delle raccomandazioni agli Stati. La prossima valutazione della Svizzera inizierà nella seconda metà del 2018.

Commenti
 
Mag 1 anno fa su tio
Non proprio utile come cambiamento visto che attualmente tutte le SA devono avere un registro ufficiale interno, accessibile agli enti pubblici preposti, in cui sono elencati i nomi e gli indirizzi di tutti gli aventi diritto finanziari anche se rappresentati da fiduciari. Se il nome non compare su quel registro, non possono riscuotere i dividendi. Quindi la trasformazione di azioni a portatore in azioni nominali serve a ben poco sul piano fiscale; potrebbe essere più utile sul piano "investigativo privato" in quanto si renderebbero accessibili, a livello di specifica visura interna nel Registro di commercio, i nomi degli azionisti delle SA, ma in questo caso, non agli aventi diritto finanziari se rappresentati.
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Raiffeisen, nuove strutture per voltare pagina
Le singole banche potranno fare sentire maggiormente la loro voce presso la sede centrale. Ogni banca disporrà di un voto nelle future assemblee generali
VAUD
8 ore
In Romandia arriva il “tutor” e il web s’infiamma
La polizia ha annunciato la messa in servizio di un radar che controlla la velocità su una porzione della semi-autostrada tra Orbe e Vallorbe (VD)
SVIZZERA
11 ore
Se fai il macchinista ti diamo 10mila franchi in più
Per far fronte alla carenza di macchinisti, le FFS hanno lanciato una campagna di promozione. Che prevede ad esempio un ritocco verso l'alto della busta paga durante la formazione
FOTO E VIDEO
GINEVRA
13 ore
Attivisti per l'ambiente bloccano il terminal dei jet privati
«Vogliamo denunciare questo mezzo di trasporto assurdo», urlano a gran voce. «Un aereo privato emette CO2 per passeggero venti volte superiori a quelle di un normale aereo di linea»
SVIZZERA
15 ore
Presidenza del Nazionale, nel 2022 toccherà ai Verdi
È quanto hanno deciso ieri i capigruppo in Parlamento dei differenti partiti. Saranno i popolari-democratici a saltare il turno
ARGOVIA
16 ore
Tredici ladri arrestati, uno è scomparso nel Reno
Circa 130 agenti hanno collaborato al fermo di alcuni presunti scassinatori. A Frick gli occupanti di un'auto sono fuggiti tuffandosi nel Reno. Di uno di loro si sono perse le tracce
SVIZZERA
18 ore
Deceduto l'ex ambasciatore Benedict de Tscharner
Nato nel 1937, ha svolto una lunga carriera diplomatica che lo ha portato a Vienna e Bruxelles e infine a Parigi, dove ha rappresentato la Svizzera dal 1997 al 2002
SAN GALLO
1 gior
Auto contro un Piranha dell'esercito
I dieci militari sono rimasti illesi, mentre l'85 a bordo del veicolo è stata trasportata in ospedale in gravi condizioni
SVIZZERA
1 gior
L'invecchiamento rallenta il benessere
Quando la generazione del baby boom andrà in pensione, gli over 65 passeranno dal 30% del 2017 al 48% del 2045
BERNA
1 gior
«L'economia svizzera rallenterà»
Ne hanno preso atto i partiti di governo (Udc, Plr, Ppd e Ps) in un incontro tenutosi oggi nella capitale
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile