SVIZZERA
06.12.17 - 10:190

Scambio automatico anche con Nuova Zelanda e Arabia Saudita

Lo ha deciso oggi il Consiglio nazionale. Il dossier torna agli Stati per una questione procedurale, ma le divergenze sono di fatto appianate

BERNA - Lo scambio automatico di informazioni avrà luogo anche con Arabia Saudita e Nuova Zelanda. Lo ha deciso oggi il Consiglio nazionale. Il dossier torna agli Stati per una questione procedurale, ma le divergenze sono di fatto appianate.

La problematica legata ai dei due Paesi era inclusa nel quadro dei decreti federali che introducono lo scambio automatico di informazioni relativo a conti finanziari con 41 Stati partner a partire dal 2018/2019.

Il Nazionale aveva inizialmente rifiutato gli scambi con l'Arabia Saudita per questioni umanitarie e aveva rinviato al Consiglio federale l'accordo con la Nuova Zelanda, allo scopo di meglio proteggere i pensionati elvetici che vivono in questo Paese.

Gli Stati avevano però approvato entrambi i progetti. Nel primo caso perché il Paese arabo è un importante partner commerciale e, se fosse l'unico escluso dagli accordi, i rapporti si potrebbero deteriorare.

Nel secondo caso, invece, una questione pensionistica non giustifica la decisione di non autorizzare lo scambio automatico di informazioni. I dati saranno infatti forniti a fini fiscali e non per motivi legati alla sicurezza sociale e non si tratta di una problematica pertinente al tema trattato.

Ora le divergenze in questo senso sono state appianate. Se la questione saudita è stata risolta senza grandi dibattiti, per 117 voti contro 55 e 4 astenuti, quella sulla Nuova Zelanda ha fatto discutere. Una agguerrita minoranza, per la quale ha parlato Thomas Matter (UDC/ZH), ha cercato vanamente di convincere i deputati a mantenere la differenza. «Gli svizzeri discriminati in Nuova Zelanda, a causa del particolare sistema pensionistico, ve ne saranno grati. Il problema deve essere risolto», ha detto.

La maggioranza ha però deciso - con 115 voti a 68 - di eliminare la divergenza. "Non possiamo immischiarci nei sistemi pensionistici di altri Paesi", ha detto ad esempio Ada Marra (PS/VD) a nome della commissione, convincendo i colleghi della Camera.

Fra le altre divergenze appianate, vi è lo stralcio del passo secondo cui occorre ottenere livelli soddisfacenti in materia di impedimento della corruzione. Si tratta infatti di un punto puramente formale, poiché la lotta alla corruzione è già inclusa in altre parti del testo e non va ulteriormente specificata.

Approvata anche una mozione volta a migliorare l'effettiva protezione giuridica individuale, in modo da impedire uno scambio di informazioni nel singolo caso se è provata la plausibilità che sono stati violati beni giuridici fondamentali.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
10 ore
Dirigenti delle aziende cantonali: no al tetto da 1 milione di franchi all'anno
Il Gran Consiglio ha bocciato la richiesta del PS
GRIGIONI
14 ore
Coronavirus: guardia alta in vista della maratona di sci
Le istituzioni grigionesi sono pronte ad adottare le opportune misure in caso di diffusione della malattia nel cantone
BERNA
17 ore
Si rompe un cornicione di neve, muore un 25enne
Il giovane e un accompagnatore si trovavano nella Regione del Susten e si stavano preparando a scendere
SVIZZERA
20 ore
Nuovo boom dei giochi da tavolo
I millennials sono il motore di questa rinascita, e il gioco più venduto probabilmente lo avete anche voi
ZURIGO
21 ore
BNS, gli averi a vista salgono ancora
Si tratta del sesto incremento consecutivo
ZURIGO
21 ore
Dopo la panne, Swisscom gli offre 1'000 franchi di danni
I recenti guasti si sono conclusi con un indennizzo per un imprenditore. L'operatore: «Solo un gesto di cortesia»
FOTO
VALLESE
1 gior
Cinquant'anni fa la valanga su Reckingen, morirono 30 persone
La neve spazzò case e accantonamenti militari nel piccolo villaggio dell'Alto Vallese
BERNA
1 gior
Doping, c'è anche un medico svizzero nello scandalo Aderlass
L'uomo avrebbe fornito una sostanza proibita tra il 2012 e il 2013
SVIZZERA
1 gior
Come proteggersi dal coronavirus
Un reminder sulle precauzioni da prendere per evitare il contagio
BERNA
1 gior
Il Coronavirus avanza, le autorità svizzere guardano
Da Berna nessuna ulteriore misura. Silenzio in Ticino. Il virologo: «Sbagliate le previsioni tranquillizzanti»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile