Keystone
BERNA
22.11.17 - 16:210

Il Consiglio federale in breve

Download illegali, strade, esercito e vignetta autostradale tra le decisioni prese oggi

BERNA - In futuro, dovrebbe essere sempre possibile scaricare dal web musica, film o libri senza incorrere in sanzioni. Tuttavia, per proteggere maggiormente produttori e investitori, spetterà agli hosting provider fare in modo che vengano difesi gli autori, rimuovendo siti illegali e facendo in modo che non vengano ricaricati. È quanto prevede il messaggio approvato oggi dal Consiglio federale in merito alla revisione del diritto d'autore.

Nella sua seduta odierna il Governo inoltre ha:

FOSTRA: posto in vigore dal primo gennaio 2018 tutta una serie di leggi e ordinanze modificate connesse con l'approvazione popolare (lo scorso febbraio) del Fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato (FOSTRA). Il Nuovo decreto sulle strade nazionali entrerà invece in vigore a inizio 2020, come deciso dal parlamento.

ESERCITO: adottato la revisione di varie ordinanze riguardanti la futura organizzazione dell'esercito. In futuro sarà possibile chiamare in servizio i soldati mediante SMS o email. I cambiamenti prevedono anche due giorni di congedo a scelta, contributi finanziari per costi di formazione e un tribunale militare per ogni lingua.

BANCHE: deciso che le banche dovranno rispettare nuove prescrizioni in materia di fondi propri per limitare il rischio d'indebitamento. La revisione dell'ordinanza sui fondi propri licenziata dal Governo prevede in particolare l'introduzione di un leverage ratio (o leva finanziaria, ovvero il rapporto tra capitale netto e il totale dell'attività) e l'adozione di nuove norme in materia di ripartizione dei rischi.

CONTRASSEGNO AUTOSTRADALE: deciso che la falsificazione o la contraffazione di vignette autostradali dovrà essere perseguita dalla polizia cantonale e non più dal Ministero pubblico della Confederazione. Le relative disposizioni di legge entreranno in vigore il prossimo primo gennaio.

BENI A DUPLICE IMPIEGO: stabilito che le domande d'esportazione di beni per la sorveglianza di Internet e delle comunicazioni mobili devono poter essere respinte anche in futuro se c'è motivo di credere che il destinatario finale li impieghi a scopi repressivi. Lo prevede una revisione della pertinente legge inviata in consultazione fino al primo di marzo 2018.

ASSEGNI FAMILIARI: deciso che in futuro anche le madri disoccupate che beneficiano di un'indennità di maternità dovranno avere diritto agli assegni familiari. Lo prevede la revisione della relativa legge inviata in consultazione fino al 15 marzo prossimo.

DATI PERSONALE CONFEDERAZIONE: approvato la revisione totale dell'ordinanza sulla protezione dei dati personali del personale federale (OPDPers), che entrerà in vigore il 1° gennaio 2018 adeguandola agli ultimi sviluppi informatici.

PERSONALE FEDERALE BIS: approvato alcuni adeguamenti all'ordinanza sul personale federale (OPers) che entreranno in vigore a inizio gennaio 2018. La revisione riguarda l'evoluzione degli stipendi e prevede una diminuzione dal 10 al 5% del valore massimo del premio di prestazione per gli impiegati in avanzamento e un'indennità in funzione del mercato del lavoro limitata a 5 anni. Gli impiegati che vengono pensionati anticipatamente con una partecipazione finanziaria del datore di lavoro non potranno più beneficiare di un'indennità di partenza. Infine, la durata del congedo pagato per le cure urgenti di un membro della famiglia viene adeguata al diritto privato e portata quindi a tre giorni.

AGRICOLTURA: deciso di estendere per i prossimi quattro anni ai non membri di Produttori di latte svizzeri, GalloSuisse, Emmentaler Switzerland e Interprofession du Vacherin Fribourgeois, i contributi per il finanziamento delle loro misure di marketing per il periodo 2018-2021. I non membri dell'Unione svizzera dei contadini e dell'Interprofessione della Vite e del Vino svizzeri saranno vincolati per due anni (1° gennaio 2018 - 31 dicembre 2019). Tali provvedimenti sono dovuti alle difficoltà che sta vivendo l'agricoltura.

SWISSCOM: deciso che Swisscom deve contribuire alla digitalizzazione di tutte le regioni della Svizzera. È l'auspicio del governo, che nella sua seduta odierna ha definito gli obiettivi strategici della società anonima quotata in Borsa per il 2018-2021, rimasti pressoché invariati.

FONDI COMPENSAZIONE: deciso che dal primo gennaio 2019 i fondi di compensazione AVS, AI e IPG saranno amministrati da un nuovo ente di diritto pubblico denominato Compenswiss. Il Governo ha fissato al primo gennaio prossimo l'entrata in vigore per le disposizioni necessarie all'organizzazione dell'istituto.

ALLERTA MALTEMPO: approvato un rapporto in cui sostiene che al momento non sussistono le premesse per uniformare le allerte di maltempo di tutti gli operatori di servizi meteorologici, e ciò benché le attuali differenze possano complicare la loro comprensione e limitare la loro efficacia. Il Consiglio federale crede che una disposizione legale per la loro armonizzazione non sia proporzionata poiché, così facendo, si limiterebbero la libertà economica e la libertà dei media.

LIQUIDITÀ BANCHE: approvato una modifica dell'ordinanza sulla liquidità delle banche, che entrerà in vigore all'inizio del 2018. Tale modifica dovrebbe agevolare soprattutto gli istituti finanziari piccoli che ne beneficeranno nell'ambito delle quote di liquidità a breve termine (Liquidity Coverage Ratio, LCR). È stata invece rinviata l'introduzione della quota di finanziamento (Net Stable Funding Ratio, NSFR), a causa dei ritardi a livello internazionale su questo dossier. Il Governo si esprimerà nuovamente in merito alla fine del 2018.

PAESI IN VIA DI SVILUPPO: approvato un contributo di 46,5 milioni di franchi per migliorare le infrastrutture di molti Paesi in via di sviluppo subsahariani e asiatici per gli anni 2017-2021

TRAFFICO DI ORGANI: deciso che vuole aderire alla Convenzione del Consiglio d'Europa che mira a combattere in maniera più efficace il traffico di organi e punire anche gli svizzeri che commettono tali reati all'estero.

PIAZZE D'ARMI: adottato una revisione totale dell'ordinanza sulle piazze darmi e di tiro, che comporta in particolare l'adeguamento delle disposizioni sulle piazze di tiro cantonali e sulla designazione delle piazze d'armi. I Cantoni riceveranno 2,7 milioni supplementari dalla Confederazione (18,1 milioni in totale).

TERRORISMO: prorogato la legge federale che vieta i gruppi "Al-Qaïda" e "Stato islamico" nonché le organizzazioni associate, di durata limitata, fino alla fine del 2022. A quel momento dovrebbero essere entrate in vigore le nuove basi legali, che prevedono un inasprimento delle pene, volte a lottare contro il terrorismo che il Governo ha posto in consultazione nel giugno del 2017.

CONTINGENTI LAVORATORI: deciso di aumentare per il 2018 di 500 unità (a 8000) i permessi per lavoratori provenienti da Paesi extraeuropei. Si tratta di 3500 permessi di dimora (B) e 4500 permessi di soggiorno di breve durata (L). In merito ai tetti massimi riguardanti i fornitori di servizi provenienti dall'UE/AELS con una durata d'impiego di oltre 90 o 120 giorni all'anno, il Consiglio federale ha stabilito per l'anno prossimo 3000 permessi di soggiorno di breve durata (L) e 500 permessi di dimora (B).

OBESITÀ: approvato le nuove tariffe riguardanti le terapie dispensate ai bambini e agli adolescenti affetti da obesità. È dal 2013 che simili costi sono coperti dall'assicurazione malattia di base.

PRESTAZIONI STAZIONARIE: adottato la nuova struttura tariffale SwissDRG, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2018, che disciplina la remunerazione delle prestazioni stazionarie nel settore somatico-acuto degli ospedali e delle case per partorienti.

DOCUMENTI AMMINISTRATIVI: rimandato l'introduzione di un registro centrale dei documenti ufficiali dell'Amministrazione federale. La soluzione elaborata, denominata "Single Point of Orientation", non può essere introdotta perché non sono ancora soddisfatti i necessari presupposti tecnici.

TRANSITO DOGANALE: approvato il progetto di decisione del Comitato misto UE–AELS sulla modifica della convenzione del 20 maggio 1987 relativa ad un regime comune di transito, la cui entrata in vigore è prevista per il 1° gennaio 2018.

FOGLIO DI COMMERCIO: approvato la prima parte della revisione dell'ordinanza sul Foglio ufficiale svizzero di commercio (FUSC). La revisione, che prevede anche il passaggio alla pubblicazione esclusivamente in forma elettronica del FUSC, entrerà in vigore in maniera scaglionata.

MALI: deciso di allinearsi alle sanzioni adottate dall'Onu contro il Mali. Le misure, che toccano personalità che intralciano il processo di pace, entreranno in vigore stasera alle 18.00.
 
 

TOP NEWS Svizzera
VAUD
1 ora

Le vittime devono essere informate quando i colpevoli vengono scarcerati

Lo ha deciso il Tribunale federale, analizzando un caso di omicidio avvenuto nel 2008

SVIZZERA
4 ore

«Occorre più coraggio nella lotta contro gli hooligan»

La consigliera federale Karin Keller-Sutter invita comuni e cantoni a reprimere la violenza durante le partite: «Gli strumenti ci sono, bisogna solo usarli»

BASILEA CITTÀ
4 ore

Pensionate ignare candidate sulla lista di estrema destra

L'attivista nazionalista Eric Weber correrà al nazionale con due esordienti ottuagenarie, ma almeno una di loro non ne sapeva niente

SVIZZERA
5 ore

Traffico a lunga distanza: c'è l'accordo

La concessione rimane alle FFS, la BLS eserciterà le proprie linee sotto responsabilità propria e con materiale rotabile e personale propri

SVIZZERA
6 ore

Le donne tradiscono meno degli uomini

Lo indica un sondaggio sulle abitudini sessuali degli svizzeri. L’esperto spiega per quale motivo l’infedeltà è maschile

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile