keystone
BASILEA CITTÀ
28.10.17 - 18:460

Verdi: voto unanime contro l'iniziativa "No Billag"

Hanno inoltre adottato una risoluzione in favore di "media diversificati e di qualità"

RIEHEN - I delegati dei Verdi svizzeri, riuniti oggi in assemblea a Riehen (BS), hanno raccomandato all'unanimità, meno un'astensione, il rigetto dell'iniziativa "No Billag", in votazione il 4 marzo prossimo. Hanno inoltre adottato una risoluzione in favore di "media diversificati e di qualità".

La consigliera nazionale ginevrina Lisa Mazzone, ha sottolineato che la campagna contro "No Billag" è lungi dall'essere vinta. L'approvazione di questa iniziativa trasformerebbe il paesaggio mediatico svizzero in terreno di gioco di alcuni ricchi editori privati.

"L'informazione è un bene culturale prezioso. Permette il dibattito, la presa di coscienza e l'impegno. Essa si trasforma in cane da guardia davanti a derive o abusi", ha rilevato Mazzone nel suo discorso d'apertura.

Secondo i Verdi l'iniziativa popolare "Sì all’abolizione del canone radiotelevisivo (Abolizione del canone Billag)" se approvata "srotolerebbe il tappeto rosso ai diffusori internazionali che potrebbero così continuare a rosicchiare parti del mercato televisivo svizzero di cui possiedono già i due terzi".

Per la vicepresidente dei Verdi, in una democrazia sana "l'accesso a un'informazione diversificata e indipendente è essenziale" e inoltre "No Billag" sopprimerebbe la sorveglianza indipendente dei media audiovisivi.

Nella loro risoluzione in favore di "Media diversificati e di qualità per la democrazia in Svizzera", i Verdi auspicano un nuovo partenariato tra privati e servizio pubblico. Ritengono che in questo modo il sistema mediatico svizzero potrà affermarsi contro la concorrenza internazionale.

In questo contesto, la SSR dovrebbe mettere a disposizione dei media privati contenuti secondo chiare regole. I Verdi ritengono infine importante incoraggiare nuove iniziative mediatiche democratiche su Internet.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERIA
5 min

Gli automobilisti svizzeri sono molto restii a cambiare assicurazione

Anche se i prezzi sono in calo e potrebbero guadagnarci ogni anno. Un assicurato su due non l'ha mai cambiata in vita sua

SVIZZERA
1 ora

Il candidato più vecchio ha 88 anni, il più giovane... 17!

Sono il vodese Jacques Neirynck, già parlamentare dal 2007 al 2015 (PPD) e Sebastian Huber, in lizza per i Verdi liberali di Lucerna alle prossime elezioni federali

SVIZZERA
4 ore

Salt: nessuna fretta nella realizzazione della rete 5G

Il ceo: «Vogliamo aspettare fino a quando la domanda sul mercato sarà più forte»

ZURIGO
4 ore

Pestati brutalmente da cinque persone «perché siete gay»

L'aggressione è avvenuta nella notte tra venerdì e sabato nel quartiere di Niederdorf. La polizia cerca testimoni per rintracciare gli aggressori

SVIZZERA
7 ore

Uno su tre torna a letto con la ex

Le "rimpatriate" amorose vanno di moda tra gli svizzeri. Ma spesso non vanno a finire come si vorrebbe

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile