ZURIGO
21.06.17 - 11:260

«Serve una “task force” per proteggere i dati delle amministrazioni»

ZURIGO - Una "task force" che vigili sulla sicurezza dei dati degli enti cantonali: la chiede Bruno Baeriswyl, preposto alla protezione dei dati del canton Zurigo, per far fronte ai possibili attacchi di hacker.

I controlli effettuati presso l'amministrazione cantonale, come pure presso i comuni e gli ospedali, hanno mostrato che i dati gestiti da questi enti sono «meno protetti di quelli conservati dalle banche», ha dichiarato oggi il mister dati zurighese durante la presentazione del suo rapporto annuale di attività.

I rischi legati al cybercrimine sono invece in crescita. E per scoprire eventuali lacune bisogna intensificare i controlli. Il Canton Zurigo ha ingaggiato quest'anno venti specialisti incaricati di lottare contro la criminalità in rete. Gli interventi di tipo preventivo sono però spesso trascurati e gli effettivi attualmente disponibili non bastano per effettuare i controlli, ha affermato Baeriswyl.

 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VAUD
4 ore

Tenta di salvare il suo cane, ma muore affogato

Il corpo è stato ripescato dopo un'ora di ricerche. L'animale è stato tratto in salvo

ZURIGO
4 ore

Kühne: «Un bene spostarci in Svizzera, ma non so se lo rifaremmo»

Secondo il grande azionista e presidente onorario di Kühne+Nagel, il modello basato sulla libera circolazione potrebbe avere vita breve

SVIZZERA
6 ore

Asilo, i rifugiati arrivati nel 2015 costeranno un miliardo di franchi ai comuni

Per alcuni di essi questo comporta un aumento della spesa sociale e si rischia di dover aumentare le imposte

SONDAGGIO
SVIZZERA
7 ore

«I prodotti di Wish sono pericolosi»

Lo sostiene il Forum dei consumatori sulla base di test effettuati su diversi articoli. Si rileva anche la presenza di sostanze cancerogene

SVIZZERA
7 ore

Calmy-Rey: «Rinegoziare l'accordo quadro e aumentare la somma destinata all'Ue»

«La situazione di stallo può essere superata, ma occorre prendersi il tempo per trovare un consenso interno, questo è decisivo» ha dichiarato l'ex consigliera federale

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile