BERNA
17.02.17 - 09:310

La SSIC respinge la Strategia energetica 2050

BERNA - La Società Svizzera degli Impresari-Costruttori (SSIC) raccomanda all'elettorato di respingere la revisione della legge sull'energia (Strategia energetica 2050). Lo ha deciso il comitato centrale. La votazione federale si terrà il 21 maggio 2017.

In linea di principio, la Società Svizzera degli Impresari-Costruttori approva l'obiettivo volto ad aumentare l'efficienza energetica. A suo parere, però, la Strategia energetica 2050 lanciata dal Consiglio federale e dal Parlamento non va nella buona direzione. La SSIC deplora in particolare la massiccia estensione dei sistemi sovvenzionali, come la rimunerazione a copertura dei costi per l'immissione in rete di energia elettrica (RIC). Pertanto, continua la pressione sul prezzo dell'elettricità da parte della Confederazione. Tale evoluzione colpisce in particolare la forza idrica, di gran lunga la principale fonte di energia rinnovabile in Svizzera. Inoltre, ciò porterà ad un aumento massiccio dei costi per i contribuenti, che secondo le valutazioni potrebbero ammontare a circa 150 miliardi di franchi entro il 2050.

Gli obiettivi fissati nella Strategia per ridurre il consumo energetico entro il 2035 sono illusori e si appoggiano su previsioni speculative relative allo sviluppo tecnologico. L'estensione progettata di energie rinnovabili da circa 2,8 TWh attualmente a 11,4 TWh entro il 2035 non appare realista; anche se questo obiettivo dovesse essere raggiunto, ne risulterebbe importanti lacune nell'approvvigionamento, non appena sarebbero smantellate le centrali nucleari svizzere. Queste lacune dovrebbero essere compensate in gran parte con energie dell'estero provenienti da centrali a carbone, gas o nucleari. Di conseguenza, la Strategia energetica 2050 è diametralmente opposta all'obiettivo in vista di una produzione di energia se possibile priva di CO2.

TOP NEWS Svizzera
LUCERNA
8 ore
Esplosione in un appartamento, ferito gravemente un ragazzino
Sul posto si sono recati gli specialisti dell'Istituto forense di Zurigo
VAUD
10 ore
Extinction Rebellion, fermati e denunciati 90 attivisti
L'obiettivo del raduno di Losanna era attirare l'attenzione di popolazione e autorità sulla crisi climatica
GINEVRA
13 ore
Mayor e Queloz accolti con tutti gli onori
I vincitori del Nobel per la fisica 2019 sono stati accolti oggi dalle autorità ginevrine dopo aver passato dieci giorni in Svezia
VIDEO
TURGOVIA
13 ore
La polizia ha sfidato onde di 2 metri sul Lago di Costanza
Gli agenti turgoviesi hanno diffuso un video per testimoniare come il forte vento renda difficile la navigazione
FOTO
VAUD
17 ore
Extinction Rebellion blocca la rue Centrale a Losanna
Circa 500 persone stanno manifestando da questa mattina a favore di una maggiore attenzione sulla crisi climatica
SVIZZERA
18 ore
"Veiko" mostra i muscoli: venti fino a 160 km orari
Le raffiche calde e tempestose hanno spazzato la Svizzera la scorsa notte. E in montagna aumenta il pericolo valanghe
FOTO
APPENZELLO ESTERNO
21 ore
La stalla prende fuoco: 200 maiali uccisi dalle fiamme
Il rogo è scoppiato nella notte a Hundwil. Per spegnerlo sono intervenute circa 100 persone
SVIZZERA
21 ore
Denner, i piccoli negozi nelle zone rurali potrebbero chiudere
La catena sta valutando il ritiro dalle regioni più isolate: «Piccole filiali difficili da gestire»
FOTO E VIDEO
ZURIGO
1 gior
L'ultimo saluto a Kuhn: «Grazie per tutto, Köbi»
La Svizzera calcistica, ma non solo, ha reso omaggio a Zurigo all'ex selezionatore nella Nazionale. Magnin: «Era un uomo del popolo». Frei: «Una leggenda»
GINEVRA
1 gior
Arrestato il deputato Simon Brandt
L'accusa è "violazioni del segreto d'ufficio"
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile