ARGOVIA
10.08.15 - 16:360
Aggiornamento : 17:45

Federali: Tre blocchi si contendono il seggio supplementare in Consiglio nazionale

Anche la corsa per il Consiglio degli Stati si preannuncia combattuta

AARAU - Tre schieramenti si contendono nel canton Argovia il seggio supplementare che il cantone avrà a disposizione nella prossima legislatura al Consiglio nazionale. I tre blocchi sono nati dal congiungimento delle liste in campo "borghese", a sinistra e al centro.

UDC, PLR e PPD hanno hanno ritrovato un'alleanza che non si era concretizzata alle ultime elezioni federali. Ai tre principali partiti borghesi si è unita anche l'Unione democratica federale (UDF), secondo quanto ha reso noto oggi la Cancelleria cantonale.

A sinistra il PS ha congiunto la lista con i Verdi, come pure con il Partito pirata e con il "Gruppo per una politica integrale". Lo schieramento di centro comprende i Verdi liberali (PVL), i Borghesi democratici (PBD), gli Evangelici (PEV), oltre al "movimento social-liberale" e all'associazione Ecopop.

A causa dell'evoluzione demografica, Argovia avrà nella prossima legislatura 16 rappresentanti nella Camera del popolo, uno in più rispetto ad ora. Attualmente i seggi sono così ripartiti: 6 UDC, 2 PLR, 1 PPD, 1 PBD, 1 PVL, 1 Verde e 3 PS.

Per la conquista del seggio supplementare gli osservatori prevedono un testa a testa fra UDC e PPD. Oltre ad essere il partito di maggioranza relativa, l'UDC è il partito con i candidati di maggiore esperienza: gli uscenti Luzi Stamm e Ulrich Giezendanner sono a Berna da 24 anni, Maximilian Reimann da 28.

All'interno dello schieramento di sinistra, i Verdi dovranno trovare un successore per il sindaco di Baden Geri Müller, che in seguito allo scandalo dei "selfie a luci rosse" ha deciso di non ricandidarsi.

Corsa avvincente anche per gli Stati - La corsa si preannuncia avvincente anche per i due seggi del consiglio degli Stati, per il quale si sono annunciati otto candidati. Le due poltrone sono attualmente occupate da Christine Egerstegi-Obrist del PLR - che non si ripresenta - e da Pascale Bruderer Wyss del PS.

Il PLR punta a riconfermare il suo posto di senatore con il presidente del partito nazionale Philipp Müller, in corsa anche per riconfermare il seggio di consigliere nazionale. Il suo principale contendente dovrebbe essere il consigliere nazionale UDC Hansjörg Knecht. Visto il numero di candidature è tuttavia più che probabile che si dovrà andare al ballottaggio.

In lizza ci sono anche candidati di PPD, PVL, PBD, Verdi e PEV. Tutti sono in corsa anche per un seggio in Consiglio nazionale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
27 min
Clorotalonil, scatta il divieto in tutto il Paese
L'UFAG ha revocato l'autorizzazione ai prodotti fitosanitari contenenti il fungicida. L'utilizzo sarà vietato dal prossimo 1° gennaio
BERNA
1 ora
Preventivo, dissimulazione del viso e disoccupati anziani
Riprendono con questi temi i lavori al Consiglio nazionale dopo il rinnovo del Consiglio federale di ieri
SVIZZERA
2 ore
«I genitori devono capire che la violenza non funziona»
Per molti lo schiaffo è ancora considerato come un gesto innocuo. Gli esperti mettono in guardia. Le storie dei lettori
ARGOVIA
12 ore
Freddy Nock condannato a due anni e mezzo di prigione
Il funambolo 55enne è stato riconosciuto colpevole di tentato omicidio intenzionale nei confronti di sua moglie
TURGOVIA
14 ore
Ciclista 15enne investito e ucciso da un'auto
Alla guida dell'automobile c'era una donna di 27 anni
SVIZZERA
15 ore
Accordo quadro, Pfister attacca Cassis: «Mostri più polso»
Il presidente del PPD ne ha pure per il segretario di Stato Roberto Balzaretti: «Ha fatto pubblicità per l'accordo e lo ha presentato come se fosse la miglior possibilità. Va sostituito»
SVIZZERA
18 ore
I Verdi «erano e rimangono pronti»
La candidata Regula Rytz ha reagito con toni battaglieri alla sconfitta di questa mattina, tracciando la via per il prossimo quadriennio: «Servirà un segnale ancora più forte»
FOTO
LUCERNA
21 ore
Beccate tre "auto-igloo"
La visibilità dai vetri dei veicoli era chiaramente insufficiente per circolare: «Prendetevi il vostro tempo. La sicurezza è fondamentale»
STATI UNITI
21 ore
UBS accusata di truffa: a giudizio negli USA
Il Dipartimento di giustizia accusa la maggiore banca svizzera di aver causato agli investitori perdite "catastrofiche" con crediti ipotecari residenziali
SVIZZERA
22 ore
Nessuna sorpresa, Cassis rimane al suo posto
Il consigliere federale ticinese è stato rieletto con 145 voti. Alla presidente dei Verdi Regula Rytz non è riuscita la scalata al Governo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile