BERNA
09.07.13 - 14:240
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:04

Casse malattia: Comparis prevede aumento premi del 2%

BERNA - I premi delle casse malattia aumenteranno circa del 2% l'anno prossimo, contro l'1,5% di quest'anno, secondo un sondaggio di Comparis realizzato fra i principali assicuratori. La società di confronto online imputa l'incremento all'introduzione dei forfait per caso sanitario negli ospedali.

Il nuovo sistema ospedaliero, entrato in funzione nel 2012, avrebbe dovuto creare concorrenza, ma questa non si è verificata, ha comunicato oggi Comparis.ch. I costi non sono quindi diminuiti, ma nel primo trimestre 2013 sono addirittura aumentati.

Un altro fatto che ha determinato l'aumento dei premi è il prezzo dei nuovi medicamenti immessi sul mercato.

Per il calcolo dei premi, Comparis ha effettuato una ricerca presso le maggiori casse malattia, che assicurano circa il 70% della popolazione svizzera. Ha anche analizzato l'evoluzione dei costi di medici, ospedali e medicinali, oltre che delle nuove prestazioni obbligatorie.

L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) lo scorso settembre aveva previsto per quest'anno un incremento medio dell'1,5%, ovvero il secondo incremento più basso dall'introduzione dell'attuale sistema assicurativo nel 1996. Secondo le statistiche, il 2% è un incremento moderato, viste le impennate del 6,5% nel 2011 e dell'8,7% nel 2010.

H+ non è d'accordo

L'organizzazione degli ospedali svizzeri H+ non concorda con l'analisi effettuata da Comparis. "Il primo trimestre del 2013 non può essere paragonato a quello dell'anno precedente", ha dichiarato all'ats la portavoce Dorit Djelid. Visto che il forfait per caso è stato introdotto ad inizio 2012, la fatturazione è stata portata al terzo trimestre in diverse strutture ospedaliere.

Il nuovo sistema non può dunque essere considerato il principale responsabile dell'aumento dei premi, ha concluso la portavoce.



ATS
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
5 ore
«Non ci metteremo a contare le persone»
Da oggi sono consentiti gli assembramenti fino a trenta persone. Una nuova situazione per le autorità
ZURIGO
9 ore
Anche Zurigo protesta contro le misure anti-coronavirus
Gli agenti sono intervenuti, facendo leva sul dialogo, per evitare che si formasse un vero e proprio assembramento
SOLETTA / BASILEA CAMPAGNA
9 ore
Mandata dal padre nonostante i sospetti di abusi
Alle autorità di protezione la piccola, 8 anni, aveva detto che l'uomo le faceva «cose brutte». Invano.
ZURIGO
12 ore
Riferisce numerose irregolarità nell'ospedale, licenziato
Questa la sorte toccata a un "whistleblower", ossia un segnalatore di irregolarità sul posto di lavoro
SONDAGGIO
SVIZZERA
14 ore
A trenta all'ora anche sulle strade cantonali?
È quanto chiedono alcuni comuni basilesi per le vie di transito, dove attualmente si circola a 50 km/h
SVIZZERA
14 ore
Coronavirus: Credit Suisse ha concesso crediti per 2,8 miliardi
Anche la seconda banca elvetica è stata confrontata con dichiarazioni fraudolente.
BERNA
15 ore
Prestazioni mediche più care per recuperare le perdite del Covid-19
È la ricetta proposta da Alain Schnegg, direttore del Dipartimento della sanità bernese
SVIZZERA
16 ore
Coronavirus in Svizzera: 17 nuovi casi ma nessun decesso
Dall'inizio dell'emergenza, nel nostro paese 30'845 persone sono risultate positive al virus
BERNA
19 ore
Berna in aiuto agli apprendisti
Un nuovo regolamento intende contrastare le conseguenze del Covid-19. Si temono fino a 20mila posti in meno.
SVIZZERA / EUROPA
20 ore
Dove possiamo viaggiare? Il punto della situazione
Una panoramica generale dell'apertura delle frontiere europee
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile