SVIZZERA
19.11.10 - 15:020
Aggiornamento : 30.08.18 - 09:04

Nestlè, la filiale svizzera ha un nuovo direttore generale

L'italo-svizzero Eugenio Simioni prende il posto di Roland Decorvet

VEVEY - Cambio ai vertici di Nestlé Svizzera: da gennaio la direzione generale sarà affidata a Eugenio Simioni, 44enne di doppia cittadinanza elvetico-italiana, finora responsabile dei sistemi di controllo interni dell'azienda. L'attuale numero uno, Roland Decorvet, assumerà per contro la guida della regione Cina, informa oggi la società.

Simioni ha le sue radici a Ginevra, dove ha frequentato dapprima le scuole e poi la facoltà di economia dell'università. È entrato alla Nestlé nel 1989, dove ha svolto diverse funzioni nei settori della vendita, del marketing e degli acquisti in Australia e Corea, prima di diventare Operations Manager della regione Asia, Africa e Oceania. Dal 2007 è responsabile dell'audit interno del gruppo. Grazie alla sua vasta esperienza e alla conoscenza del paese potrà proseguire lo sviluppo della filiale elvetica, precisa un comunicato.

Da parte sua, il 45enne Decorvet è da tre anni direttore generale nella Confederazione - giro d'affari di 1,5 miliardi, 2500 dipendenti - e in precedenza è stato attivo per oltre 12 anni in Cina. L'attuale responsabile del mercato cinese Patrice Bula, 54 anni, diventerà a partire da maggio direttore - a livello di gruppo - delle unità strategiche marketing, vendite e Nespresso. Sostituirà Petraea Heynike, prima donna ad entrare nella direzione generale di Nestlé, che andrà in pensione dopo 38 anni di carriera in seno alla multinazionale di Vevey (VD).

Il gruppo ha inoltre reso noto che dal 2011 calcolerà il fatturato secondo nuovi standard contabili: il cambiamento comporterà una diminuzione del giro d'affari a bilancio del 15%, perché in futuro dalla cifra delle vendite saranno detratte le spese per le promozioni, come gli sconti accordati ai distributori.

Ats

Foto Keystone Dominic Favre

TOP NEWS Svizzera
VAUD
1 ora

Recluta morì per arresto cardiaco, confermata la prescrizione

Il Tribunale federale ha respinto un reclamo dei genitori nei confronti di due medici militari che avevano dichiarato il giovane valido per il servizio nonostante i problemi di cuore

BERNA
1 ora

Sì al congedo paternità di due settimane

Con 26 voti contro 16, il Consiglio degli Stati ha approvato oggi un controprogetto all'iniziativa popolare che chiede quattro settimane di libero per i neo papà

FOTO E VIDEO
VAUD
2 ore

Assaltato un furgone portavalori, rapinatori in fuga

Prima di fuggire hanno dato fuoco al veicolo. Ancora imprecisata la quantità di denaro sottratta

FOTO
SAN GALLO
5 ore

Dramma familiare: mette a fuoco la casa e si suicida

L'uomo avrebbe agito dopo una lite di coppia. La moglie è riuscita a uscire indenne dall'abitazione

SVIZZERA
15 ore

7,5 milioni vinti a Swiss Lotto

Il fortunato ha conquistato il 6+1

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report