Keystone
SVIZZERA
27.11.20 - 10:130

Un occupato su quattro in Svizzera lavora per una multinazionale

Fra il 2014 e il 2019 il numero di posti di lavoro nelle imprese a controllo cinese è più che settuplicato

NEUCHÂTEL - Un occupato su quattro in Svizzera lavora per una multinazionale. Di questi circa due terzi sono attivi per una azienda elvetica, gli altri per una controllata nella Confederazione di una ditta estera.

Stando ai dati diffusi oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST) nell'ambito del suo rilevamento strutturale delle imprese Stagre, alla fine del 2019 le aziende multinazionali erano 30'118, con 1,45 milioni di lavoratori.

Fra il 2014 e il 2018 la crescita annua dell'occupazione in questo segmento è stata pari all'1,5%, leggermente più alta dell'insieme dell'economia (1,0%), precisa l'UST.

A fine dicembre 2019, le multinazionali sotto controllo domestico erano 16'887, con 935'082 addetti, quelle controllate dall'estero 13'231 con 514'656 occupati. Considerando solo questi ultimi, il 23,9% è attivo per gruppi con sede in Germania, il 19,1% per conglomerati americani e il 14,9% per società francesi.

Lontano dal podio sono però in corso movimenti significativi: ad esempio fra il 2014 e il 2019 il numero di posti di lavoro nelle imprese a controllo cinese è più che settuplicato, passando da 1815 a 13'470. Un aumento degli addetti è stato registrato anche nelle imprese sotto il controllo del Sudafrica (+5,9%; tasso di crescita media annua 2014-2019), mentre è diminuita l'occupazione delle unità appartenenti a multinazionali irlandesi (-7,3%).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
43 min
Frontale a Mulegns, in tre in ospedale
Fortunatamente nessuno ha riportato ferite gravi.
SVIZZERA
43 min
Covid in Svizzera: le cifre continuano a scendere
L'UFSP ha tracciato un bilancio complessivo della terza settimana di gennaio.
GRIGIONI
2 ore
La variante inglese mette "in quarantena" Arosa
Fino al 6 febbraio il collegamento con gli impianti sciistici di Lenzerheide verrà sospeso.
SVIZZERA
2 ore
Gestione della pandemia nel mondo: ecco dove si situa la Svizzera
Secondo uno studio basato su sei criteri è la Nuova Zelanda ad aver gestito meglio l'emergenza covid. Ultimo il Brasile
BERNA 
3 ore
Gas serra ridotti del 90% entro il 2050
È la strategia climatica adottata ieri dal Consiglio federale.
VIDEO
SVIZZERA
4 ore
«Condotta di volo ad alto rischio dietro lo schianto dello Ju-52»
Lo indica il rapporto finale sull'incidente, costato la vita a venti persone nel 2018, pubblicato oggi dal SISI.
FOTO
SAN GALLO
4 ore
Donna morta su un bus
Una 69enne si è sentita male ieri mattina nei pressi di San Gallo. Inutili i tentativi di salvarle la vita.
ZURIGO
14 ore
La 31enne già vaccinata, ed è subito polemica
La donna ha esibito il certificato di vaccinazione sui social. Ma ci sono over 80 ancora in attesa.
GRIGIONI
15 ore
Nuova variante identificata a scuola: pronti i test a tappeto
L'istituto sarà chiuso fino al 6 febbraio, mascherina obbligatoria nel comune
SVIZZERA
16 ore
Ritardi anche per Moderna
Lo ha confermato l'UFSP, che non ha però specificato l'effetto dei ritardi sulle forniture elvetiche
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile