Keystone
ZURIGO
09.11.20 - 07:560

Julius Bär: intesa nella vicenda di corruzione della FIFA

La banca ha accantonato 79,7 milioni di dollari per garantire un pagamento di una cifra non nota

ZURIGO - La banca Julius Bär ha raggiunto un accordo con il Dipartimento della giustizia degli Stati Uniti (DoJ) sullo scandalo di corruzione della Federazione internazionale di calcio (FIFA).

L'istituto di credito zurighese ha accantonato 79,7 milioni di dollari (71,7 milioni di franchi al cambio attuale) per garantire un pagamento di un importo non specificato.

Queste nuove riserve avranno un impatto sul risultato del 2020, ha indicato oggi Julius Bär in un comunicato. L'accordo prevede una clausola di non perseguimento per tre anni.

Su questa vicenda sarà presto trovata una soluzione definitiva: un segnale di un ulteriore passo avanti negli sforzi della direzione del gruppo bancario per mettere fine alle questioni legali ancora pendenti, in collaborazione con le autorità competenti, si legge nella nota.

A metà settembre la banca aveva assicurato di essere vicina al raggiungimento di un accordo sullo scandalo di corruzione della FIFA. Si prevedeva che l'accordo avrebbe superato i 10 milioni di dollari.

A febbraio, dopo un'indagine approfondita, l'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) aveva denunciato gravi carenze della banca zurighese in questa vicenda, scoppiata nel maggio 2015 in seguito all'arresto a Zurigo di diversi dirigenti della FIFA.

Puntando il dito contro relazioni e transazioni bancarie discutibili, l'autorità di vigilanza aveva esortato Julius Bär ad adottare misure per rispettare i suoi obblighi giuridici in materia di riciclaggio di denaro, ma anche a rivedere la sua politica in materia di assunzione di consulenti per la clientela.

L'istituto di credito aveva condotto un'indagine interna in seguito al suo coinvolgimento nel caso. I fatti risalgono al periodo in cui Boris Collardi era a capo della banca. Collardi, oggi attivo presso il gruppo bancario ginevrino Pictet, è stato ampiamente criticato per la sua imprudente strategia di crescita quando era alla guida di Julius Bär.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
3 ore
Accetta 1'000 franchi per una corsa, condannata
Un uomo, ubriaco, ha consegnato una grossa somma di denaro a una taxista per riportarlo a casa.
ZURIGO
5 ore
Lambda, ma quanto è pericolosa?
Secondo i ricercatori giapponesi potrebbe essere più aggressiva della variante Delta.
SVIZZERA
7 ore
Covid: la Svizzera è seconda nella classifica Bloomberg
In termini di gestione delle restrizioni e impatto sull'economia, è riuscita a fare meglio solo la Norvegia.
SVIZZERA / THAILANDIA
8 ore
Una svizzera violentata e uccisa in Thailandia
Il corpo di una 57enne è stato trovato giovedì pomeriggio sull'isola di Phuket
SVIZZERA
9 ore
Avvelenamenti: oltre la metà dei casi riguarda ragazzi e bambini
Lo scorso anno Tox Info Suisse ha ricevuto più di 37'300 chiamate in seguito all'esposizione a una sostanza tossica
VAUD
10 ore
Sull'A1 tra insulti e botte. Arriva la condanna
Una dinamica poco chiara, ma un atteggiamento alla guida troppo pericoloso.
SVIZZERA
12 ore
In Svizzera 1'024 contagi e un decesso in ventiquattro ore
Su 17'530 test Covid effettuati, il 5,8% è risultato positivo
SVIZZERA
12 ore
Più auto (il doppio), meno incidenti mortali (un quinto)
Gli incidenti mortali sono calati in modo netto dal 1980. Le auto sono più sicure di bici e moto, ma il treno batte tutti
SVIZZERA
12 ore
Pochi contagi tra i vaccinati
Si tratta dello 0,23% dei casi registrati in Svizzera dallo scorso 27 gennaio 2021
SVIZZERA
13 ore
Ricoveri per covid cresciuti nell'ultima settimana
Il rapporto settimanale dell'UFSP mostra che sono saliti pure i contagi e i morti (che restano però a un livello basso).
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile