Keystone
SVIZZERA
14.10.20 - 11:570

Mercato del lavoro: l'industria svizzera per ora tiene, ma si teme per il futuro

Per ora si tratta di «tagli all'organico relativamente blandi», spiegano gli esperti ma le commissioni sono molto calate

BERNA - Sono relativamente pochi gli impieghi persi finora dall'industria svizzera in seguito al coronavirus, ma la situazione rischia di cambiare presto.

«Dobbiamo aspettarci un aumento della disoccupazione nell'industria nei prossimi mesi», spiega all'agenzia Awp Karsten Junius, capoeconomista presso J. Safra Sarasin. «L'aumento sarà però meno pronunciato rispetto a quello che vi sarà nei servizi, dove abbiamo i tassi più alti nel campo della vendita».

«Considerata la situazione degli ordinativi è corretto dire che i tagli di organico del ramo comunicati finora sono stati relativamente blandi», afferma Remo Rosenau, responsabile ricerca presso Helvetische Bank.

«È chiaro che senza il lavoro ridotto le cose sarebbero certamente molto diverse», secondo l'esperto comunque le aziende industriali hanno un elevato grado di solidità e flessibilità, perché il settore ha imparato ad affrontare una sorta di situazione di crisi permanente dopo lo shock del franco nel 2015.

Stando agli ultimi dati di Swissmem, l'organizzazione padronale dell'industria meccanica, elettrotecnica e metallurgica, nel secondo trimestre le nuove commesse sono scese di un quinto: si attendono ora con impazienza i dati della terza parte dell'anno. Sul fronte occupazionale, dei 320'000 posti censiti nel primo trimestre ne sono andati persi, fra aprile e giugno, circa 3200, vale a dire l'1%: un calo che l'associazione considera moderato, viste le circostanze.

Ma il lavoro ridotto non potrà aiutare in eterno. Anche perché la situazione sanitaria si presenta nel frattempo più fosca che un mese fa. Per il direttore di Swissmem Stefan Brupbacher è chiaro che non ci si può attendere una ripresa rapida: ci vorrà del tempo prima di potere tornare ai livelli di attività pre-Covid.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
20 min
Prima colpisce l'auto con una bottiglia, poi l'agente con un pugno
Il 31enne è stato infine fermato (non senza difficoltà). Ha motivato le sue azioni con l'odio verso la polizia.
SVIZZERA
21 min
TX Group obiettivo di attacchi hacker
Il gruppo mediatico, che pubblica tra gli altri 20 Minuten, ha respinto l'aggressione.
SVIZZERA
31 min
EasyRide conquista il trasporto locale
In un anno la funzione di ticketing automatico è stata utilizzata per circa 4,5 milioni di viaggi
SVIZZERA
47 min
Più donne ai vertici di aziende e istituti parastatali
Il Consiglio federale ha deciso di portare la quota di rappresentanza di entrambi i sessi dal 30 al 40%.
SVIZZERA
1 ora
Il vaccino suscita ottimismo tra gli analisti
Le prospettive riguardanti congiuntura e Borsa sono favorevoli, meno quelle sull'impiego
SVIZZERA
2 ore
Coronavirus in Svizzera: altri 4'876 casi e 100 decessi
Nelle ultime ventiquattro ore è risultato positivo il 16% dei test Covid-19
VAUD
3 ore
Il monossido di carbonio uccide due persone
Tragico incidente sul lavoro a Goillon: le vittime sono due dipendenti del Servizio della sicurezza civile e militare.
SVIZZERA
3 ore
Nestlé cede importanti attività in Cina
Venduto un marchio noto per prodotti a base di riso e per il latte di arachidi
TURGOVIA
4 ore
Uccise e decapitò la nonna, chiesto il proscioglimento
Il 21enne è processo. Per la Procura era malato di mente quando agì, due anni fa.
SVIZZERA
4 ore
Costruzioni, la pandemia riporta il settore al 2015
Già persi 1,2 miliardi di franchi di ricavi dall'inizio dell'anno
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile