Keystone
I principali supermercati in Svizzera.
SVIZZERA
30.09.20 - 14:400

Coop e Migros: cala il divario dei prezzi con Lidl, Aldi e Denner

L'ultimo confronto mostra che lo scarto tra Migros e Coop, e le altre aziende, è ora meno marcato

ZURIGO - Coop e Migros rimangono più cari di Lidl, Aldi e Denner, ma il divario è diminuito: è quanto emerge dall'ultimo confronto sui prezzi dei supermercati effettuato da K-Tipp.

Il periodico consumeristico effettua i paragoni da ormai da 20 anni. Dapprima veniva utilizzato un paniere di prodotti di base, tre anni or sono è invece partita un'analisi con articoli un po' meno comuni. Questo perché nel primo segmento, quello di base, i prezzi ad esempio di pasta, riso, patate - tenendo conto anche delle linee a buon mercato come M-Budget o Prix Garantie - tendevano ad essere perfettamente identici: secondo la testata appare evidente che i vari operatori del ramo si controllano l'un l'altro per non apparire più costosi.

Secondo K-Tipp dal 2017, quando alcuni articoli di Migros e Coop si erano rivelati costare fino a cinque volte quanto veniva preteso dalla concorrenza, molto è cambiato: le due principali catene di negozi hanno abbassato le tariffe di diversi prodotti. Lo scarto con le altre aziende è diventato cosi meno marcato.

Nell'ultimo rilevamento, eseguito il 1 settembre con un carrello della spesa di 30 articoli, il cliente ha pagato di meno presso Lidl, dove sono stati spesi 63,40 franchi. Al secondo posto si trova Denner (68,10), al terzo Aldi (69,10); seguono Migros (70,90) e Coop (75,75). In termini percentuali il sovrapprezzo rispetto a Lidl è del 7% (Denner), 9% (Aldi), 12% (Migros) o 19% (Coop).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
VECCHIOTTO 4 mesi fa su tio
Calma calma, prima devostono sostituire il personale residente con personale straniero e poi forse diventano competitivi.
renatogan 4 mesi fa su tio
purtroppo dipende la qualità del cibo però Aldi ci sono prodotti degli svizzeri sono abbastanza sopra prezzi che origni della marca Aldi (prodotti europei) anche quel Lidl..... Resto i materiali sono convenienti!
cle72 4 mesi fa su tio
La prima differenza è dal personale presente. Aldi o lidl hanno il personale al minimo spesso in 4 o 5 persone max.
seo56 4 mesi fa su tio
In Italia é ancora più conveniente-:))
Don Quijote 4 mesi fa su tio
In molti generi alimentari primari la differenza è molto marcata, dal 25 al 50%. Personalmente non mi sposterei con l’auto all’Aldi per risparmiare 10 franchi e perdere tempo quando sotto casa ho la Coop. Sicuramente mettendo tutti gli articoli nel calderone il divario scende ma questo non fa stato e non interessa a nessuno. La Coop rispetto all’Aldi ha un assortimento maggiore e si trova praticamente di tutto sempre, questo servizio ovviamente ha dei costi importanti dovuti a vari fattori, più scelta con quantità minori ha un prezzo più alto e saranno più alti anche i costi di deperimento merce.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA / MONDO
29 min
L'1% dei più ricchi: quanto serve per entrarci?
Entrare nel "club" dei più ricchi del proprio paese non è mai facile, ma è particolarmente complicato a Monaco
SVIZZERA
47 min
In Svizzera i single fanno il 36% delle economie domestiche
È quanto si evince dai dati dell'Ufficio federale di statistica. Dal 1970, il numero è triplicato
SVIZZERA
1 ora
Il sangue c'è, nonostante la pandemia
Positivo il bilancio 2020 di Trasfusione CRS Svizzera. Ma i donatori erano limitati nella loro mobilità
ZUGO
1 ora
Test salivari obbligatori nelle scuole secondarie
Allievi e docenti di medie e licei dovranno sottoporsi al test due volte alla settimana.
BERNA 
3 ore
Nominata la nuova segretaria di Stato della migrazione
Si tratta di Christine Schraner Burgener, attuale inviata speciale dell'Onu per il Myanmar.
BERNA
17 ore
Riaperture, ecco ciò che devi sapere
Il Consiglio federale ha deciso una riapertura graduale. Ripartono negozi, musei e impianti sportivi all’aperto.
SVIZZERA
18 ore
«Decisione incomprensibile e ingiustificabile»
«Il mancato allenamento sarà fatale alla ristorazione», tuona il presidente di GastroSuisse Casimir Platzer.
SVIZZERA/CINA
18 ore
Credit Suisse e UBS stanno spostando i loro banchieri da Hong Kong alla Cina
Si tratta di una strategia ben precisa che potrebbe nascondere una perdita di appeal del polo asiatico
SVIZZERA
19 ore
Aperture prudenti: UDC e PLR delusi, gli altri partiti no
Marco Chiesa parla di «affronto» verso i Cantoni e le commissioni parlamentari. Scelta «incomprensibile» per il PLR.
SVIZZERA
19 ore
Mezza Italia sulla lista nera di Berna
L'Ufsp ha aggiornato l'elenco dei Paesi e delle regioni per cui dal prossimo otto marzo varrà l'obbligo di quarantena.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile