DEPOSITPHOTOS
Vietare il riposo settimanale nel camion per gli autisti per porre fine al dumping sociale presente nella categoria: lo propone una mozione di Bruno Storni.
SVIZZERA
03.09.20 - 11:410

«Il riposo settimanale degli autotrasportatori nel veicolo va vietato»

La mozione del deputato ticinese Bruno Storni trova d'accordo anche il Consiglio federale

BERNA - Vietare il riposo settimanale nel camion per gli autisti per porre fine al dumping sociale presente nella categoria, favorendo in questo modo il trasferimento del trasporto merci sulla ferrovia.

È quanto si propone una mozione del consigliere nazionale Bruno Storni (PS/TI) che trova d'accordo anche il Consiglio federale, che raccomanda al plenum di accoglierla.

Stando all'autore della mozione, il trasporto merci su gomma è vantaggioso rispetto a quello ferroviario anche grazie a condizioni di lavoro che, seppur regolate per legge, sono pesanti «tanto da poter obbligare conducenti a trascorre settimane nel veicolo fine settimana compresi. In particolare autisti di paesi dell'Est assunti a stipendi estremamente bassi, si parla di 600 euro al mese».

Diversi Paesi europei (come la Danimarca), fa notare il deputato ticinese, proprio per limitare il dumping sociale ma anche la concorrenza al limite dello sleale da parte di trasportatori esteri che fanno capo a maestranze sottoposte a queste condizioni di lavoro hanno varato normative che vietano il riposo settimanale degli autisti nel veicolo.

La concorrenza del trasporto internazionali di merci su strada prodotto a condizioni salariali e sociali inaccettabili, oltre a trasportatori svizzeri crea anche problemi alla politica di trasferimento del trasporto di merci sulla ferrovia attraverso le Alpi. Per questo, a detta di Storni, vietare il riposo settimanale nel veicolo oltre a migliorare le condizioni di lavoro agli autisti contribuirebbe ad avvicinare il trasporto di merci su strada alla verità dei costi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Jonathan Bopp 1 mese fa su fb
Invece di far cagate dovreste bollare la merce prodotta con condizioni non eque. Quindi nei negozi dovremmo vedere prodotti col bollino rosso e altri col bollino verde. Quindi sarebbe il consumatore a scegliere. Mentre per ora il consumatore non può scegliere perché i prodotti prodotti non rispettando l’uomo o l’ambiente non si distinguono dagli altri. Invece di far cagate e leggi su leggi che poi rendono la vita alla gente difficile, dovreste pensare con visioni molto più ampie
Andrea Festa 1 mese fa su fb
Io toglierei il Tachigrafo hai taxi in Svizzera 🇨🇭
Roberto Oliboni 1 mese fa su fb
Anche no!
Damiano Tamagni 1 mese fa su fb
Roberto Oliboni su quale base dice anche no?
Roberto Oliboni 1 mese fa su fb
Damiano Tamagni perché é tutta una scusa per trasferire il trasporto merci sulla ferrovia. Molti padroncini dovrebbero aumentare il prezzo del trasporto e alla fine a rimetterci sarà solo il consumatore.
Damiano Tamagni 1 mese fa su fb
Roberto Oliboni guardi, il trasporto su strada non potrà mai essere sostituito del tutto, in termini di versatilità e capillarità é ancora il metodo di trasporto migliore. Sinceramente ben venga questa misura a tutela dei camionisti, costretti a riposare in scomode cabine 2,55 x 2
Roberto Oliboni 1 mese fa su fb
Damiano Tamagni rispetto il suo pensiero ma mi auguro che non succeda.
seo56 1 mese fa su tio
Contrario!!
Tato50 1 mese fa su tio
Facciamo le aree di sosta degne d'essere chiamate tali, costruiamo dei Motel e la fattura la si manda alla ditta di trasporti.
Galium 1 mese fa su tio
Certa gente (vedi alcuni commenti qui sotto) difende chi sfrutta solo per pagare beni servizi qualche soldo in meno. Bravo Bruno Storni! Speriamo che il CF dia seguito alla sua proposta
Alvaro Barrera 1 mese fa su fb
Era ora....
miba 1 mese fa su tio
Ulteriore incremento dei prezzi delle merci, degli alimentari e dei beni di consumo in vista... Grazie Storni.
francox 1 mese fa su tio
@miba Hai ragione, reintroduciamo lo schiavismo e facciamo lavorare i bambini cinesi, così forse pagheremo meno le merci.
miba 1 mese fa su tio
@francox No problem, poi non lamentarti però se la gente compra su amazon e/o va in Italia a fare la spesa e qui, specialmente in Ticino, poi piangono :)
francox 1 mese fa su tio
@miba in linea con un mio ex capo che diceva: se dobbiamo pagarvi tutti gli straordinari, diventeremo meno competitivi e poi la gente spenderà altrove... ciao miba :-)
miba 1 mese fa su tio
@francox Chi vivrà vedrà....:)
francox 1 mese fa su tio
@miba Comunque bello discutere senza alterchi, non con tutti si può.
francox 1 mese fa su tio
La nostra ex statale Swisscom dà lavoro a tecnici ungheresi, che dormono nel furgone. E i ticinesi timbrano...
Francesco Gulizia 1 mese fa su fb
Assurdo
Pongo 1 mese fa su tio
il lavoro del politico certe volte mi lascia perplesso.. tirar su polveroni e inchieste per gente che si fa il mazzo lavorando e della politica probabilmente se ne infischia.. i camionisti non dicono niente, lavorano e non si lamentano.. poi arriva il politico di turno e crea un problema che… bo… lasciate lavorare la gente come cavolo vuole se a uno non va bene tranquilli che o si licenzia o si attiva da solo in primis. BOH sembra quasi che APRITI CIELO ARRIVA IL BRUNO STORNI A FAR GIUSTIZIA! FINALMENTE!
sedelin 1 mese fa su tio
@Pongo i camionisti non dicono niente altrimenti perdono il lavoro e non mangiano. storni non crea nessun problema ma cerca di risolverlo a favore della dignità di chi lavora a condizioni degne della schiavitù.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
10 ore
Il Palazzo delle Nazioni s'illumina per l'ONU
Anche il Jet d'eau sarà illuminato di blu: si celebra l'anniversario delle Nazioni Unite
SOLETTA
11 ore
«Più di tre ore per fare il tampone»
«La coda diventava sempre più grande» spiega una testimone
SVIZZERA
13 ore
«Si sarebbe dovuto agire già in estate»
C'è chi vede il 29 giugno come il giorno in cui si sarebbe dovuto iniziare a fare qualcosa, come l'epidemiologo Althaus
SVIZZERA
16 ore
«Eravamo sovraccarichi già due settimane fa»
Dall'elaborazione dei dati, al supporto a chi si trova in quarantena. Un contact tracer racconta il suo lavoro.
SVIZZERA
16 ore
Bloccati un'ora e mezza in galleria
I viaggiatori di un treno diretto da Zurigo a Lucerna sono rimasti bloccati per circa un'ora e mezza
SVIZZERA
16 ore
Coronavirus: «Senza programmabilità gli approvvigionamenti sono a rischio»
L'associazione Commercio Svizzera chiede al Consiglio federale chiarezza sugli scenari da attendersi.
SVIZZERA
19 ore
Ueli Maurer preoccupato per la repressione del dissenso
Il ministro delle finanze ha parlato di tendenze «pericolose per la democrazia» all'Assemblea dei delegati UDC
ZURIGO
20 ore
Tentativo di rapina con coltello, un ferito grave
L'aggressione è avvenuta nella notte vicino alla stazione centrale di Zurigo.
SVIZZERA
22 ore
Mascherina presto obbligatoria anche all'aperto?
Il Consiglio federale ha messo in consultazione alcune ulteriori misure per lottare contro la diffusione del Covid-19.
SVIZZERA
22 ore
«Prima combattiamo il covid, poi la legge sul CO2 e l'accordo quadro»
Marco Chiesa ha aperto questa mattina con un discorso l'assemblea dei delegati dell'UDC.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile