keystone-sda.ch / STF (ENNIO LEANZA)
È troppo presto per parlare di quanti impieghi andranno persi nella fusione fra Sunrise e UPC.
SVIZZERA
12.08.20 - 12:080

Fusione fra Sunrise e UPC, è troppo presto per parlare di quanti impieghi andranno persi

Il Ceo di Liberty Global ha dichiarato: «Vogliamo riunire i migliori manager delle due parti»

Mike Fries confida nel via libera all'acquisizione da parte della Comco

ZURIGO - È troppo presto per parlare di quanti impieghi andranno persi nella fusione fra Sunrise e UPC che si prospetta dopo l'acquisizione del numero due del mercato telecom elvetico da parte di Liberty Global, la multinazionale anglo-americana-olandese che controlla l'ex Cablecom.

Lo ha detto in teleconferenza Mike Fries, Ceo della società con sedi a Londra, Denver e Amsterdam. I piani non sono ancora così avanzati, ha aggiunto. Non è stato definito nemmeno il nuovo presidente della direzione. «Vogliamo riunire i migliori manager delle due parti».

Pure ancora da determinare è il destino dei rispettivi marchi. Fries ha comunque parlato di Sunrise come di un «marchio straordinario», mentre per UPC ha usato l'espressione «marchio forte» che in passato ha avuto dei problemi.

Fiducia nella Comco - Il Ceo ha detto di confidare che la Commissione della concorrenza (Comco) darà il suo via libera all'acquisizione. A suo avviso la logica dell'operazione è indiscutibile: insieme UPC e Sunrise potranno tenere meglio testa al numero uno del settore, Swisscom. I funzionari bernesi l'anno scorso avevano già dato il loro assenso senza condizioni alle nozze, che erano però naufragate in seguito all'opposizione della società tedesca Freenet, grande azionista di Sunrise.

Anche il presidente del consiglio di amministrazione di Sunrise Thomas Meyer si è detto fiducioso sul lato Comco: l'intesa è in linea di principio analoga a quella del 2019. In seguito al nuovo tentativo di matrimonio la collaborazione fa Sunrise e Salt per l'ampliamento della fibra di vetro è stata peraltro sospesa, ha aggiunto.

L'iniziativa per tornare a una fusione Sunrise-UPC è arrivata da Liberty Global. «Siamo seduti su 10 miliardi di dollari di liquidità», ha spiegato Fries. Soldi - pari a circa 9 miliardi di franchi al cambio attuale - che vanno investiti. In considerazione della performance di Sunrise, della logica dell'operazione e della necessità di consolidamento del mercato in Svizzera è stata ora formulata un'offerta di acquisto. Gli azionisti di Sunrise dovrebbero ricevere 5 miliardi di franchi in contanti. Il valore d'impresa di Sunrise è di 6,8 miliardi di franchi. Le trattative sono durate meno di un mese.

Fries e Meyer non si aspettano resistenze da parte degli azionisti: fin dall'inizio Freenet è stata coinvolta. E, a differenza del passato, l'accordo non sarà sottoposto al voto pubblico in un'assemblea generale, ma a ogni azionista, che deciderà da solo se accettare o no l'offerta, ha detto Meyer.

Nel tentativo precedente Sunrise era l'acquirente. «Ora Freenet è il venditore», viene fatto notare. L'intero consiglio di amministrazione di Sunrise, compreso il rappresentante di Freenet, ha sostenuto all'unanimità l'offerta.

Dopo l'acquisizione Sunrise sarà ritirata dalla borsa svizzera. Un ritorno è però un'opzione per Liberty Global. «Le possibilità sono molto buone», ha detto Fries. «Non abbiamo alcun problema con le società quotate in borsa: la nostra filiale in Belgio lo è». Si analizzerà questa opzione quando UPC e Sunrise saranno insieme e gli affari andranno bene.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
LUCERNA
4 ore
Solidarietà per il medico "corona-scettico": a Lucerna sfilano in 350
La sospensione di un professionista di Ebikon decretata dal Cantone non è andata giù a diverse persone.
BERNA
4 ore
Piccole tracce di TNT nelle acque sotterranee di Mitholz
Si tratta comunque di concentrazioni ampiamente al di sotto dei valori limite.
LUCERNA
9 ore
Medico si oppone alle misure anti-covid: non può più esercitare
L'autorizzazione gli è stata temporaneamente revocata perché ha violato i suoi doveri professionali.
FOTOGALLERY
SVIZZERA
10 ore
Quante code "non necessarie" fuori dai negozi
Le immagini dei lettori da un capo all'altro della Svizzera: code anche di 500 metri
SVIZZERA
11 ore
Covid fonte di stress per gli infermieri
Un'indagine condotta su 4100 infermieri ha evidenziato che durante la pandemia lo stress è notevolmente aumentato.
SVIZZERA
13 ore
Covid-19: 2'560 casi nel weekend svizzero
Sono 16 i decessi registrati da venerdì a causa del virus.
SVIZZERA
14 ore
Posta «affidabile» nel 2020: i mesi più difficili, però, non sono stati nemmeno conteggiati
In primavera e in autunno Berna aveva dispensato il Gigante giallo dai vincoli, per garantire i servizi indispensabili.
ARGOVIA
14 ore
Cadavere trovato un anno fa in una grotta: «Fu omicidio»
Il corpo, ritrovato senza vita il 5 aprile 2020 vicino a Brügg, apparteneva a un 24enne zurighese scomparso nel 2019.
SVIZZERA
15 ore
Una pandemia di donne arrabbiate
In Svizzera il Covid ha colpito l'occupazione femminile. Ma le relazioni coniugali ne hanno beneficiato
SVIZZERA
16 ore
«Vogliono zittire la scienza»
I Verdi lanciano un appello in difesa della task-force Covid
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile