KEYSTONE
Il consigliere federale Guy Parmelin ha organizzato oggi una tavola rotonda in presenza dei rappresentati dell'industria elvetica.
SVIZZERA
11.08.20 - 15:580

Parmelin ha organizzato una tavola rotonda per analizzare i problemi dell'export e come rilanciarlo

Lo scambio di vedute tra i partecipanti sulle conseguenze della pandemia è stato «proficuo»

BERNA - Mettere in luce i problemi e le misure necessarie per accelerare il ritmo di ripresa delle esportazioni svizzere. È con questi obiettivi che il consigliere federale Guy Parmelin ha organizzato oggi una tavola rotonda in presenza dei rappresentati dell'industria elvetica.

Lo scambio di vedute tra i partecipanti sulle conseguenze della pandemia è stato «proficuo», indica il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR) in una nota.

Nel corso dell'incontro, l'Unione svizzera delle arti e mestieri (USAM) si è espressa a favore di un rispetto «senza compromessi» del freno all'indebitamento. Quanto avviene all'estero non deve fungere da modello per la Svizzera, indica l'organizzazione in una nota, nella quale chiede una riduzione rapida dei debiti legati al Covid-19.

L'USAM accoglie inoltre con favore la decisione del Consiglio federale di elaborare un disegno di legge concreto volto a contenere gli oneri amministrativi e a introdurre un freno alla regolamentazione.

Nel secondo trimestre del 2020 il commercio estero svizzero ha fatto registrare un calo storico: tutti i comparti hanno subito una diminuzione, indica il DEFR nella sua nota. Nonostante qualche spiraglio di luce e una lieve tendenza al rialzo registrati a giugno, per gli esportatori svizzeri le sfide e le incertezze rimangono considerevoli.

Alla tavola rotonda hanno preso parte 19 associazioni economiche e camere di commercio, la Segreteria di Stato dell'economia (SECO), Switzerland Global Enterprise (S-GE), la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione (SEFRI) con la sua rete Swissnex, Presenza Svizzera (PRS, DFAE) e l'Assicurazione svizzera contro i rischi delle esportazioni (ASRE).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
3 ore
Covid: il 20% dei positivi non presenta sintomi
È la conclusione a cui è giunto uno studio effettuato all'Università di Berna.
BERNA
4 ore
Gas lacrimogeni e getti d'acqua, la polizia interviene a Berna
Una manifestazione in Piazza federale, e un'altra che vi si è aggiunta: la polizia ha avuto un pomeriggio di fuoco
BELLINZONA
5 ore
Processo FIFA: l'accusa chiede 36 mesi per Valcke
Con la possibilità di sospenderne una parte con la condizionale, con lui alla sbarra Nasser Al-Khelaifi e Joel Pahud
SVIZZERA
8 ore
Easyjet Svizzera, buona estate nonostante il virus
Il direttore generale Jean-Marc Thévenaz si aspetta che le tariffe aeree possano scendere
SVIZZERA / EUROPA
8 ore
Mega-fusioni bancarie in vista? «Ci stiamo preparando»
Secondo Sergio Ermotti sono ormai «inevitabili».
SVIZZERA
9 ore
I premi salgono ancora, purtroppo
Cassa malati, in Ticino aumento sopra la media svizzera. Nel 2021 in arrivo altri rincari
SVIZZERA
10 ore
Altre 286 infezioni, 14 ricoveri e 3 decessi
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 50'664. Le vittime sono almeno 1'773.
BERNA
10 ore
Piazza federale, "no" del Consiglio nazionale allo sgombero
«La Camera del popolo non è responsabile di quanto avviene a Berna. Spetta a Città e Cantone»
SVIZZERA
11 ore
Il pensionamento anticipato è un miraggio
Le riduzioni della rendita per il resto della vita pesano sull'economia familiare e in futuro sarà ancora peggio
SVIZZERA
12 ore
Il lato salutare del lockdown
I dati in possesso della Suva evidenziano un calo degli infortuni, soprattutto nel tempo libero, fra marzo e maggio.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile