Keystone
Urs Rohner
SVIZZERA
09.08.20 - 14:430

Coronavirus: per il presidente del CS servono ulteriori aiuti alle aziende

Quelli proposti finora «sono prestiti, non regali», lamenta Rohner. In mente, però, non ha un programma congiunturale.

ZURIGO - Gli aiuti proposti finora per far fronte alle conseguenze economiche della pandemia non sono sufficienti: lo sostiene il presidente del consiglio di amministrazione (Cda) di Credit Suisse Urs Rohner, secondo il quale lo Stato dovrebbe favorire gli investimenti nelle piccole e medie imprese (PMI).

«I sostegni alla liquidità sono prestiti, non regali, che vanno rimborsati», puntualizza il manager in un'intervista pubblicata oggi dalla SonntagsZeitung. «A seconda di come evolverà l'economia sarà da vedere se tutte le aziende saranno davvero in grado di restituire i soldi».

Secondo Rohner la gran parte delle PMI riuscirà a farlo, ma non tutti: i parrucchieri hanno certo potuto riaprire dopo il confinamento, ma altri settori come la ristorazione o gli eventi soffrono e il comparto turistico è ancora in difficoltà.

«Sarebbe sbagliato credere che abbiamo già superato le conseguenze economiche della crisi con gli aiuti decisi finora», osserva il 60enne, che in primavera lascerà il Cda in quanto ha raggiunto il limite di mandati. «Esorto a cominciare a pensare oggi a come dare nuovo slancio all'economia: la crisi continuerà infatti a occuparci anche per tutto l'anno prossimo».

Stando a Rohner, un programma congiunturale sarebbe «troppo semplice», non tutto deve dipendere dallo Stato: «Ma lo Stato può favorire soluzioni private».

«Le aziende devono adattarsi e per farlo hanno bisogno d'investire», ricorda il dirigente bancario. «Ci sono molte PMI che hanno un modello di affari funzionante e un grande bisogno d'investimenti. Lo Stato potrebbe ad esempio, attraverso una regolamentazione più flessibile, consentire ai fondi pensione di utilizzare nuovi strumenti per mettere a disposizione delle imprese capitali in misura molto maggiore di quanto non avvenga oggi, sia attraverso speciali fondi di "private equity" che attraverso partenariati pubblico-privato». Un'altra possibilità, conclude Rohner, sarebbe che lo Stato preveda incentivi fiscali specifici per tali investimenti.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Legge sul CO2: «Controproducente e costosa»
L'UDC è scesa in campo a sostegno del referendum
SVIZZERA
1 ora
Più di 3'000 casi e altri 53 ricoveri
I tamponi effettuati nel nostro Paese nella giornata di ieri sono 14'224. Il 21,1% ha dato esito positivo.
TURGOVIA
2 ore
Bimbo fermato da uno sconosciuto che tenta di fargli bere qualcosa
L'episodio si è verificato ieri pomeriggio nella località turgoviese di Weinfelden. Il bimbo non ha riportato ferite
SVIZZERA
2 ore
Tossisci e ti dico se hai il coronavirus
Una startup dell'EPFL sta studiando la possibilità d'identificare una persona infetta attraverso un'analisi vocale.
SVIZZERA
2 ore
Cento franchi in più nella busta paga Coop
Si tratta di una misura voluta per ringraziare l'impegno dimostrato durante il periodo del coronavirus
SVIZZERA
3 ore
Gli effetti del Covid: non si usa più il corrimano delle scale
A sostenerlo è l'Ufficio prevenzione infortuni alla luce del sondaggio che svolge annualmente.
SVIZZERA
3 ore
L'allarme del TCS su un seggiolino che contiene sostanze nocive
Si tratta dello Oyster Capsule di Babystyle che supera i livelli di guardia e risulta quindi «non consigliato»
SVIZZERA
4 ore
Cambia l'ora: in futuro saremo un'isola temporale?
Il cambio dell'ora è oggetto di forti discussioni in Europa. E la Confederazione osserva gli sviluppi
SVIZZERA
4 ore
L'export svizzero riprende, pian piano
In aumento del 6,5 per cento rispetto al secondo trimestre. A tirare è soprattutto l'Asia
SVIZZERA
5 ore
UBS a gonfie vele nonostante il coronavirus
Sergio Ermotti saluterà dunque il colosso bancario dopo un trimestre in crescita
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile