Keystone
Un operaio al lavoro per smantellare l'edizione 2020, questo febbraio.
GINEVRA
29.06.20 - 20:380
Aggiornamento : 22:27

Il Salone dell'auto di Ginevra non si farà nemmeno nel 2021

Perché la maggioranza degli espositori preferirebbe il 2022, e intanto l'organizzazione rifiuta gli aiuti statali

GINEVRA - Il Salone dell'Auto di Ginevra nel 2021 non si farà. Lo ha deciso la Fondazione organizzatrice, che ha anche decretato di non accettare il prestito dello Stato di Ginevra per attenuare le conseguenze finanziarie della pandemia di coronavirus.

In una nota, il Comitato e il Consiglio di fondazione del Salone dell'Auto indicano di aver «rinunciato ad organizzare una manifestazione nel 2021 per motivi evidenti: in seguito a un sondaggio, la maggioranza degli espositori ha annunciato che non parteciperebbe a un'edizione 2021 e che preferirebbe una prossima edizione nel 2022».

Anche l'appuntamento di quest'anno era saltato, a causa dell'epidemia di Covid-19. Riguardo al 2021, gli organizzatori sottolineano che il settore è confrontato con una grave crisi e gli espositori hanno bisogno di tempo prima di poter investire in un evento simile.

Inoltre, viene messo in risalto nel comunicato, non è neanche certo che la situazione sanitaria permetterà il regolare svolgimento di una manifestazione di queste dimensioni la prossima primavera. La Fondazione ricorda che si parla di oltre 600'00 visitatori e 10'000 giornalisti.

Anche la scelta di declinare il credito è legata alla rinuncia all'edizione 2021. A marzo la Fondazione aveva chiesto al canton Ginevra un sostegno per coprire il buco - stimato in 11 milioni di franchi - causato dall'annullamento del salone 2020 e per preparasi all'anno seguente. All'inizio di giugno il Gran Consiglio ha così sbloccato 16,8 milioni.

Pur ringraziando le autorità, gli organizzatori hanno rifiutato i soldi, in quanto, tenendo conto dei termini stabiliti, non potevano essere una garanzia di stabilità finanziaria a lungo termine. Infatti, la Fondazione avrebbe dovuto rimborsare una prima tranche da 1 milione a partire da giugno 2021 senza aver incassato precedentemente denaro, dato che la manifestazione non si terrà. Per di più, il prestito era subordinato proprio allo svolgimento del salone l'anno prossimo.

Infine, la Fondazione fa sapere di privilegiare la vendita dell'evento alla società Palexpo SA, in modo da trovare una soluzione che permetta l'organizzazione regolare di un salone dell'auto a Ginevra. Altre informazioni dettagliate su tutte le decisioni verranno svelate domani nel corso di una conferenza stampa, in programma nel pomeriggio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
41 min
Quando l'apprendista cuoco diventa poliziotto (per forza)
Giovani costretti a trovare un lavoro di ripiego a causa della crisi del coronavirus
SONDAGGIO TAMEDIA
2 ore
Dal Covid al terrorismo: come voterai il prossimo 13 giugno?
Sono cinque gli oggetti che passeranno dalle urne. Partecipa al sondaggio di 20 minuti e Tamedia
SVIZZERA
8 ore
Il Covid «continua a pesare sullo stato d'animo delle persone»
La situazione economica si è stabilizzata ma la preoccupazione resta viva in un terzo della popolazione.
SONDAGGIO
GINEVRA
9 ore
«Test PCR gratuiti come i vaccini». Si scalda il dibattito
La proposta è del consigliere di Stato ginevrino Mauro Poggia che evoca una «disparità di trattamento».
SVIZZERA
11 ore
La paura di andarsi a vaccinare: «Non mi sono mai messa così in pericolo»
Sui social le lamentele di chi ha trovato palesi le carenze dei centri, troppo affollati e poco areati
FOTO
ZURIGO
14 ore
Un religioso cattolico ha benedetto alcune coppie queer
Il luogo prescelto è stato una panchina con i colori dell'arcobaleno sul Platzspitz
ZURIGO
15 ore
Reddito di base? A Zurigo si voterà un esperimento pilota
Al progetto dovrebbero partecipare poi almeno 500 persone, secondo l'iniziativa che ha raccolto oltre 4'000 firme
BERNA
16 ore
Questi sono gli allentamenti che potrebbero arrivare
Quarantena, ristorazione, smartworking: aumentano le pressioni sul Consiglio federale per un ritorno alla normalità
GRIGIONI
16 ore
Morto un motociclista di 51 anni
Nella località grigionese di Fläsch è finito contro la cinta muraria
BERNA
19 ore
Furto di oltre 150'000 franchi da distributori automatici di snack
Sono quattro le persone finite in manette nel Canton Berna. Avrebbero agito tra gennaio e settembre 2020
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile