Depositphotos
SVIZZERA
29.05.20 - 17:180

Weight Watchers, saltano oltre 100 posti di lavoro

L'obiettivo dell'azienda è di riorientare verso l'online i propri servizi. Secondo Unia, è una misura «brutale»

NYON - Questa volta, purtroppo, la cura dimagrante è interna. Weight Watchers, società statunitense che offre programmi per favorire la perdita di peso, ha deciso di separarsi da due terzi dei suoi collaboratori in Svizzera. A sparire sono 110 posti di consulenza alla clientela, indica il sindacato Unia.

Il progetto di ristrutturazione, riferisce una nota odierna, è stato annunciato l'8 maggio agli impiegati durante una videoconferenza. L'obiettivo della multinazionale, che nella Confederazione ha sede a Nyon, nel canton Vaud, è quello di riorientare verso l'online i propri servizi.

Unia definisce la misura come «brutale» e domanda alle autorità cantonali di intervenire. Stando al sindacato, che parla di «strategia inaccettabile», Weight Watchers rifiuta di comunicare ai salariati i propri piani reali, per esempio riguardo alla chiusura degli stabilimenti.

«Stanno facendo di tutto per metterci i bastoni fra le ruote», rivela all'agenzia Keystone-ATS Yves Defferard, segretario generale di Unia Vaud. A suo dire, l'azienda a stelle e strisce si rifiuta di fornire importanti informazioni per il calcolo di un piano sociale o per fare controproposte ai licenziamenti. La direzione della filiale elvetica è pronta a incontrare la commissione del personale e il sindacato, ma solo se Unia si accontentasse di indossare i panni dell'osservatore. Una proposta che Defferard definisce «inammissibile ed equivalente a un rifiuto di trattare».

Defferard ha precisato inoltre che i posti destinati a scomparire sono sia a tempo pieno sia a tempo parziale. Inoltre, la maggior parte dei consulenti interessati dal drastico taglio degli effettivi sono donne. Esse lavorano in atelier con persone desiderose di perdere peso e ricevere consigli in ambito dietetico. Tale offerta sparirà quasi del tutto in Svizzera, venendo rimpiazzata da attività su Internet.

Il direttore della filiale elvetica di Weight Watchers ha preferito non esprimersi personalmente né sulla ristrutturazione né sulle accuse di Unia. Ha invitato a rivolgersi al servizio di comunicazione della società, che però al momento non ha dato seguito alle domande di Keystone-ATS.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Canis Majoris 1 mese fa su tio
Spero solo che non abbiano preso soldi pubblici nel frattempo! Altrimenti d’ora in poi si boicotterà la marca
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SOLETTA
1 ora
Tamponamento in autostrada, muore un 82enne
Gravemente ferita la donna seduta sul sedile del passeggero
ZUGO
2 ore
83 licenziati su 85 dipendenti
Crypto International potrebbe essere accusata di licenziamento collettivo.
SVIZZERA
3 ore
«Viaggiatori indisciplinati, ecco perché l'obbligo»
Berset: «Possiamo combattere il virus con successo solo se lo facciamo insieme. Se non siamo uniti, vincerà»
ZURIGO
14 ore
Ancora nessuna traccia dell'uomo fuggito dalla clinica psichiatrica
Non sussiste «nessun alto pericolo immediato», ma se non prende i farmaci le sue condizioni possono peggiorare
SVIZZERA
15 ore
Tutto quello che devi sapere prima di metterti in viaggio
Annullare un viaggio. Finire in quarantena. Rimborsi. Paura di ammalarsi. È meglio sapere tutto prima di partire
APPENZELLO INTERNO
17 ore
Lascia la pentola sul fornello, poi esce di casa
È successo in Appenzello Interno a un 80enne, a sventare l'incendio il provvido intervento dei vicini di casa
SVIZZERA
17 ore
Bonus Covid: «scioccante e umiliante» per i cassieri
Per i loro sforzi durante la pandemia, il personale di Aligro ha ricevuto buoni ristorante, a condizioni rigorose.
SVIZZERA
18 ore
Presenza di listerie nel formaggio alle erbe di Gstaad
L'allarme arriva dalla cooperativa casearia che lo produce, il consumo può rappresentare un rischio per la salute
SVIZZERA
19 ore
È boom di biciclette
Le persone le usano non solo per divertimento, ma anche per gli spostamenti di lavoro
GIURA / VAUD
20 ore
La mascherina diventa obbligatoria anche nei negozi
Giro di vite in due cantoni romandi per frenare i contagi. Nel resto della Svizzera locali notturni "osservati speciali"
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile