keystone-sda.ch / STF (ENNIO LEANZA)
Swiss ed Edelweiss sono grate per gli aiuti promessi dal Consiglio federale.
SVIZZERA
06.05.20 - 19:460
Aggiornamento : 21:06

La gratitudine di Edelweiss e Swiss per gli aiuti all'aviazione

Le compagnie faranno «tutto il possibile» per non ridurre la forza lavoro

ZURIGO - Swiss ed Edelweiss si dicono grate per gli aiuti promessi dal Consiglio federale e dal parlamento e giudicano il sostegno un segnale che anche la maggioranza degli svizzeri appoggia e crede nelle due compagnie aeree.

Queste ultime rispetteranno le condizioni inerenti agli obiettivi climatici del governo e alle misure in caso di licenziamenti dovuti a una ristrutturazione, si legge in un comunicato congiunto diffuso in serata. Viene però accolto con favore il fatto che le Camere federali abbiano fatto una distinzione tra le misure per aiutare l'aviazione e la politica climatica.

In una conferenza stampa telefonica il presidente della direzione di Swiss ha dichiarato che al momento «non sono chiaramente previsti licenziamenti» nel quadro della riduzione dei costi di circa il 20% per far fronte alla crisi scaturita dalla pandemia di coronavirus. «Faremo tutto il possibile» per non doverne effettuare. La compagnia aerea intende ricorrere alla fluttuazione naturale e alla non sostituzione di collaboratori partenti. Quanto a eventuali adeguamenti salariali, per il momento il vettore non ha preso decisioni, ha aggiunto Klühr.

«Con questi soldi possiamo superare l'attuale crisi e poi riavviare l'hub di Zurigo», ha affermato Klühr. I primi 300 milioni di franchi dovrebbero essere sui conti della compagnia a inizio giugno. L'accordo di credito con le banche ha una durata di cinque anni e potrà essere prolungato di altri due, ha spiegato il direttore delle finanze Markus Binkert. Sulla base di uno scenario conservativo per quanto riguarda il piano di volo il vettore prevede però di rimborsare il denaro in meno di cinque anni.

La questione rimborsi - Nella nota le due compagnie si sono anche espresse in merito alla questione del risarcimento di voli annullati: in assenza di una soluzione europea Swiss ed Edelweiss rispetterebbero la condizione di rimborsare alle agenzie di viaggio gli anticipi versati da queste ultime entro il 30 settembre.

Da parte sua la Federazione svizzera di viaggi (FSV) accoglie positivamente il fatto che con il prolungamento della sospensione delle esecuzioni voluto dal Parlamento, fino a fine settembre i clienti delle agenzie di viaggio non potranno avviare procedure d'esecuzione in relazione a richieste di rimborso.

Tuttavia, viene affermato in una comunicato, l'obiettivo primario della FSV e delle agenzie è di poter restituire ai clienti il costo delle prestazioni non ottenute. Se quindi, come previsto, si riotterranno entro settembre i soldi versati alle compagnie aeree, questi saranno subito inoltrati ai clienti finali, promette l'associazione.

In questi giorni di sessione straordinaria le Camere federali hanno approvato una modifica della legge sull'aviazione, dichiarandola urgente. La base legale che consente alla Confederazione di venire in aiuto al settore entrerà in vigore già domani. Sono previsti 1,275 miliardi per garantire prestiti alle compagnie aeree svizzere e 600 milioni per sostenere le aziende del settore aeronautico attive negli aeroporti nazionali.

Misure severe in materia di protezione del clima non hanno raccolto una maggioranza, ciononostante gli aiuti sono sottoposti ad alcune condizioni ambientali e sociali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SOLETTA
7 ore
Stupratore di Olten. «Aveva un enorme problema di droga»
Il 37enne è in carcere, accusati di aver aggredito e accoltellato la 14enne trovata nel bosco Olten
SVIZZERA
10 ore
Stazioni sciistiche e shopping natalizio: ecco le risposte ai molti interrogativi
In viste delle Festività, il Consiglio federale ha rafforzato i provvedimenti contro il coronavirus.
SVIZZERA
11 ore
Ritirati il chorizo di Aldi e i filetti di trota affumicati di Lidl
Entrambe le aziende hanno ritirato il prodotto dalla vendita
ZURIGO
11 ore
Ragazzino trascinato dall'autobus per 100 metri, autista assolto
L'uomo era a processo per lesioni colpose. È ripartito senza accorgersi che l'11enne era rimasto incastrato nella porta.
SVIZZERA
12 ore
Le stazioni sciistiche tirano un sospiro di sollievo
Il fatto che le nuove misure non prevedano limitazioni di capacità soddisfa i comprensori.
SVIZZERA
13 ore
In Romandia cinema e teatri riapriranno
Dal 19 dicembre il mondo della cultura potrà tirare un sospiro di sollievo.
ZUGO
13 ore
Glencore, obiettivo emissioni zero nel 2050
Il Ceo Ivan Glasenberg l'anno prossimo lascerà il timone a Gary Nagle
BERNA
15 ore
Berset: «La situazione è preoccupante»
Decise in particolare nuove restrizioni per i negozi. Lo sci sarà consentito, ma a severe condizioni.
BERNA
16 ore
Crimini, dal DNA più informazioni per gli inquirenti
Questo metodo forense sarà sfruttato per incrementare la sicurezza della popolazione.
SVIZZERA
18 ore
Tre regioni italiane saranno zone rosse
Sono Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. Zaia: «La Svizzera non riconosce l'unità d'Italia»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile