keystone-sda.ch (ALEXANDRA WEY)
SVIZZERA
07.04.20 - 13:140

Una lettera al Consiglio federale contro i privilegi al traffico aereo

La richiesta arriva da 46 gruppi, divisi tra organizzazioni e partiti politici

All'industria aerea viene inoltre richiesto di adattarsi agli obiettivi climatici

BERNA - Il trasporto aereo non va privilegiato in questo periodo di crisi rispetto agli altri settori dell'economia. Lo chiedono 46 organizzazioni e partiti politici in una lettera aperta destinata al Consiglio federale. Qualsiasi sostegno pubblico deve proteggere i lavoratori, oltre che essere vincolato a condizioni con chiari obiettivi climatici.

A causa della crisi legata al coronavirus, dando seguito alle richieste delle compagnie aeree, il Governo ha messo a punto un gruppo di lavoro per definire misure di sostegno specifiche al settore. Per i firmatari della lettera, il piano di salvataggio non deve però permettere al trasporto aereo di «ritornare ai suoi livelli di crescita frenetici, ma al contrario di adattarsi agli obiettivi climatici».

Il trasporto aereo internazionale già oggi non è sottoposto alla tassa sul cherosene e neppure all'IVA, ricorda un comunicato odierno della Coalizione traffico aereo, ambiente e salute (COTAS). L'aviazione non deve quindi beneficiare di un nuovo trattamento preferenziale rispetto agli altri settori economici.

Il Consiglio federale dovrebbe invece attivarsi a livello internazionale per introdurre una tassa sul cherosene. Considerando che l'80% delle destinazioni dei voli che decollano dalla Svizzera sono in Europa, i fondi andrebbero inoltre investiti nell'espansione del trasporto ferroviario internazionale, treni notturni compresi.

Il traffico aereo, viene precisato nella nota, è infatti responsabile del 19% dell'impatto climatico svizzero. Per poter raggiungere gli obiettivi climatici è dunque necessaria «una riduzione massiccia e immediata delle emissioni di gas a effetto serra direttamente nel settore dell'aviazione e non attraverso sistemi di compensazione, scambio di certificati o misure che danneggiano i diritti umani e ambientali», si legge nella lettera firmata, tra gli altri, anche dalla consigliera nazionale Priska Seiler Graf (PS/ZH) e dalla "senatrice" Lisa Mazzone (Verdi/GE), entrambe copresidenti della COTAS.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ARGOVIA
1 ora
Il neonato è morto di coronavirus?
Il piccolo è risultato positivo al virus, ma sarebbe morto a causa di una grave malattia neurologica
ZURIGO
2 ore
Swiss non segue le raccomandazioni per il Covid
Se mostri sintomi da Coronavirus, dovresti poter riprenotare il volo o ottenere un rimborso.
ZURIGO
6 ore
Rubava carte di credito agli anziani, e si comprava di tutto
È arrivata a spendere fino a 10.000 franchi
SVIZZERA
6 ore
Weight Watchers, saltano oltre 100 posti di lavoro
L'obiettivo dell'azienda è di riorientare verso l'online i propri servizi. Secondo Unia, è una misura «brutale»
SVIZZERA
7 ore
Soldati "congedati" nell'operazione Covid-19
Hanno svolto 280 incarichi in tutta la Svizzera. 5'000 militari, 300mila giorni di servizio
SVIZZERA
8 ore
Richiamo per un lotto del farmaco Algifor Liquid Caps
Le confezioni coinvolte contengono un altro medicinale e verranno sostituite gratuitamente
BERNA
10 ore
Kuster: «Morto il primo bambino contagiato da Coronavirus»
I dati odierni: «32 nuovi casi. Il numero più alto della settimana»
SVIZZERA
12 ore
La crisi affligge anche il cioccolato, licenziamenti da Läderach
La chiusura dei negozi e l'assenza di turisti hanno pesato molto sul fatturato dell'azienda
BERNA
12 ore
Duplice omicidio di Spiez: «L'autore sarà internato»
Nel 2013 l'uomo uccise barbaramente il direttore di un istituto pedagogico minorile e la sua compagna.
ZURIGO
13 ore
«Segnalare un problema non è tradimento»
Il Cda dell'ospedale universitario ha deciso di creare una struttura esterna per proteggere i dipendenti che denunciano.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile